Ecco i più bei cammini da percorrere nel nostro paese

Settemila chilometri in quattrocento tappe: il Cai ripristina il tracciato che attraversa tutto lo Stivale, isole comprese ma esistono centinaia di sentieri di una bellezza straordinaria.

Questo è il miglior modo per riscoprire l’Italia ripercorrendo i più bei cammini del nostro paese. Ci sono le vie dedicate ai santi, i percorsi sulle tracce dei briganti, la Via Appia, la Via Francigena, la Via degli Dei e le strade secondarie che vi porteranno alla scoperta dei borghi, delle fortezze e della natura incontaminata.

Strade e sentieri segnati e itinerari per chi ama viaggiare, abbiamo raccolto una selezione dei cammini più belli della nostra penisola, da percorrere con serenità al ritmo scelto dai propri passi. Qui la mappa del Mibact dei Cammini d’Italia:

VIA DEGLI ABATI che unisce Pavia a Pontremoli. Un cammino religioso che percorre le orme degli Abati di San Colombano, dalla Pianura Padana, attraversando l’Appennino piacentino e parmense, fino in Lunigiana. Si percorrono strade sterrate, sentieri nei boschi ed antichi tratturi (8 giorni di percorrenza).

VIA DEGLI Dei che si snoda lungo l’antico tracciato della Flaminia Militare e percorre 130 km, da Bologna a Firenze. Lungo il percorso è ancora visibile parte dell’antico selciato della via romana che attraversa i boschi fitti dell’Appennino.

CAMMINO DI SANT’ANTONIO, un itinerario religioso. Unisce Padova al Santuario de La Verna. Il percorso fino al Santuario di La Verna comprende un numero di tappe variabile da 21 a 23, in base al punto di partenza (Venezia, Santuari Antoniani di Camposampiero o Padova).

CAMMINO DI SAN BENEDETTO parte da Norcia (il paese natale del Santo) e con 16 tappe, percorrendo 300 km, arriva a Montecassino, nella valle del Liri. Il cammino passa sui Monti Sibillini e per Subiaco, nell’alta valle dell’Aniene, dove ci sono alcuni dei monasteri benedettini più belli d’Italia.

CAMMINO DEI Briganti,un percorso ad anello di 7 giorni che si snoda lungo i sentieri battuti 150 anni fa dai briganti della Banda di Cartore, uomini che avevano scelto la clandestinità ed una vita alternativa fatta di violenza e stenti. Si cammina a quote basse (tra gli 800 e i 1300 m.s.l.m) tra la Val de Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino. La partenza e l’arrivo sono nel comune di Sante Marie, in provincia dell’Aquila.

VIA DELLA TRASUMANZA,itinerario privilegiato da percorrere a piedi o in bicicletta, passando per boschi e valli, dall’Abruzzo alla Puglia. Il più importante e lungo tratturo italiano è il tratturo magno che dall’Abruzzo arriva sul tavoliere delle Puglie passando per il Molise e la Basilicata.

VIA FRANCIGENA il cammino religioso più famoso d’Italia con numerose varianti che a volte si congiungono e tutte portano a San Pietro, a Roma. Qui trovate tutte le info utili per percorrere la Via Francigena, a piedi o in bicicletta.

FRANCIGENA DEL SUD che ha delle varianti interessanti che dal Sud Italia arrivano a Roma. Alcuni bellissimi cammini, che fanno parte delle vie che portavano a Roma, si trovano anche in Sicilia. La Via della Costa Salentina che collega Otranto a Santa Maria di Leuca è uno dei tratti più belli della Francigena del Sud. Qui trovate tutte le info sulle Vie Francigene del Sud.

SENTIERO DEGLI DEI, breve percorso di circa 8 km che attraversa i terrazzamenti e le mulattiere della Costiera Amalfitana, da Agerola a Positano. Si chiama Sentiero degli Dei perché secondo il mito e la leggenda è qui che passarono le divinità greche per salvare Ulisse dalle sirene.

SENTIERO DELLO SPIRITO, un cammino di almeno quattro giorni in un mondo selvaggio e differente. Il cammino collega gli eremi celestiniani dell’Abruzzo, in una zona della Majella che, a causa della sua inaccessibilità, era considerata un rifugio perfetto per gli eremiti dediti alla preghiera ed alla meditazione. Si dorme nei rifugi di montagna o nei paesi che troverete lungo il percorso. Qui trovate le indicazioni per percorrere il Sentiero dello Spirito.

STRADA DEI SETTEPONTI, un’antica via etrusca che percorre il Valdarno Superiore dalle porte di Firenze a quelle di Arezzo. Passa per vigneti, antiche pievi romaniche, borghi medioevali e per il panorama scenografico e poco conosciuto delle Balze del Valdarno (curiose formazioni geologiche di argilla). Misura appena 60 km e si può percorrere a piedi o in bicicletta.

CAMMINO 100 Torri, percorrere la costa della Sardegna senza mai allontanarsi dal mare per più di due km. Si chiama così per via delle 105 torri di avvistamento che si trovano lungo il percorso. Il sito ufficiale del 100 Torri permette di scaricare le mappe e le informazioni per dormire nei campeggi, negli agriturismi e nelle case private. Ovviamente se ne può percorrere anche solo un tratto, anche se il cammino è ufficialmente diviso in due sotto cammini (quello orientale e quello occidentale) ed in 70 tappe in tutto.

CAMMINO FRANCESCANO DELLA Marca, percorre Umbria e Marche sulle tracce di San Francesco d’Assisi. È uno dei cammini meno conosciuti e più belli d’Italia: attraversa guadi, zone incontaminate e a basso impatto turistico. Scoprirete i boschi, le campagne e le colline della provincia di Ascoli Piceno camminando su strade sterrate (40% del cammino) o a bassa percorrenza.

CAMMINO CELESTE, un cammino di montagna la cui particolarità è quella di fermarsi a dormire nei rifugi alpini per riprendere poi il cammino sui sentieri il giorno successivo. Il Cammino Celeste misura circa 200 km e collega Aquileia, una delle capitali storiche del Friuli, al monastero sul monte Lussari, a 1790 m s.l.m.

CAMMINO Materano, uno dei cammini più belli del sud Italia. Comprende in realtà 4 diversi percorsi che sono 4 modi differenti per scoprire Puglia e Basilicata camminando su itinerari storici, da un monastero all’altro. Qui trovate i 4 percorsi del Cammino Materano, tutti e 4 hanno come punto di arrivo i Sassi di Matera.

CAMMINO DELLE TERRE Mutate è un percorso che attraversa i luoghi dell’Italia centrale colpiti dal sisma del 2016. Da Fabriano all’Aquila, si percorrono 200 km tra Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo. Il cammino è un’immersione completa nella natura ed a stretto contatto con le popolazioni colpite dal terremoto.

CAMMINO DI SAN VICINIO, un circuito ad anello che parte e torna a Sarsina, al cui primo vescovo il cammino è dedicato. Siamo nell’Appennino Tosco-Emiliano al confine, tra le province di Arezzo, Rimini e Forlì, nei territori del Casentino. Le tappe ufficiali del cammino sono 14, ma possono essere suddivise ulteriormente a seconda del ritmo dei propri passi.

CAMMINO DI SAN VILI, un piccolo grazioso cammino di Santiago italiano. Il percorso si snoda in Trentino, da Trento a Madonna di Campiglio passando per le terre evangelizzate da San Vigilio, il vescovo martire che in queste zone è chiamato affettuosamente San Vili. Ci sono due varianti del cammino, uno alto adatto ai più esperti ed uno basso, più facile da percorrere.

CAMMINO SAN GIORGIO Vescovo, un cammino interessante e selvaggio che segue le tracce dell’opera di evalgelizzazione di San Giorgio Vescovo. Il cammino misura circa 200 km ed è suddiviso in tappe da una ventina di km circa. Oltre alle zone interne della regione tocca alcuni dei punti di mare più belli della costa sarda: Baunei ed Arbatax.

CAMMINO DI SAN TOMMASO,un percorso segnato che attraversa l’Abruzzo e il Lazio: dalla costa di Ortona, dove sono custodite le spoglie di San Tommaso, a San Pietro. L’itinerario ripercorre il pellegrinaggio compiuto cirrca 650 anni fa da Santa Brigida che viaggiò da Roma ad Ortona per visitare le spoglie del Santo.

CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA, percorre il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, nel Sulcis-Iglesiente-Guspinese, ed è il modo migliore per scoprire la Sardegna che non ti aspetti. Il cammino è patrimonio UNESCO ed è un itinerario storico, culturale, ambientale e religioso dedicato a Santa Barbara, la Santa Patrona dei minatori. Il Cammino Minerario di Santa Barbara misura 386 km (407 con le varianti da percorrere in bici o a cavallo) e si snoda un un percorso ad anello lungo le mulattiere e le strade secondarie.

CAMMINO DI CARLO MAGNO IN VALCAMONICA, si sviluppa lungo tutta la Valle Camonica. L’itinerario segue antichi sentieri e vecchie vie, utilizzate fin dall’antichità, che permettevano il collegamento tra i vari paesi e le zone di montagna. Il Cammino di Carlo Magno si sviluppa per circa 100 km ed è diviso in 5 tappe, per una media di circa 18 km al giorno.

CAMMINO DI ASSISI
300 chilometri, 13 tappe: il Cammino di Assisi è un viaggio sulle orme di San Francesco e di Sant’Antonio e si snoda tra eremi e foreste sacre. Unisce Dovadola, in provincia di Forlì, ad Assisi e attraversa borghi, foreste sacre e vallate rigogliose. Il percorso attraversa nelle prime tappe le foreste tosco-romagnole del Parco del Casentino, mentre nella seonda parte passa per tratti pianeggianti e passa nei pressi di luoghi abitati. Lungo il sentiero troverete numerosi rifugi e sistemazioni per dormire.

VIA DI FRANCESCO un viaggio spirituale sulle tracce di San Francesco, un itinerario immerso nella natura che collega alcuni luoghi chiave della vita e della predicazione del Santo di Assisi. Il percorso attraversa l’Umbria passando per Toscana e Lazio: inizia dal Santuario La Verna in Toscana oppure da Roma, per chi segue la Via del Sud.

CAMMINO DI DANTE un itinerario ad anello di circa 380 km diviso in 20 tappe tra la Romagna e la Toscana, sulle tracce dei luoghi di Dante. Si parte dalla tomba del padre della lingua italiana a Ravenna e si raggiunge il Museo Casa di Dante a Firenze.

VIA MATILDICA, un percorso di quasi 300 km che attraversa alcuni dei posti più ricchi a livello storico e culturale della nostra penisola. Dalle pianure del Po, attraverso le colline e le montagne del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, fino alle valli della Garfagnana alla scoperta dei territori di Matilde di Canossa.

VIA POSTUMIA che attraversa il Nord italia da Est a Ovest e passa per città d’arte, borghi e natura incontaminata. La via Postumia era una delle più importanti vie consolari romane. La strada oggi non ricalca questa via, è stata completamente tracciata, attraversa il nord italia e conduce fino al Cammino di Santiago. Parte dal Friuli Venezia Giulia, attraversa Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, per giungere in Liguria. La via è completamente tracciata ed percorribile anche solo per piccoli tratti, potrete stimare una media di cammino di circa 20-25 km al giorno.

VIA FLAVIA, un’antica strada romana che collegava Aquileia a Fiume passando per Trieste e Pola ed oggi è possibile percorrere il tratto che da Muggia arriva ad Aquileia. Il cammino è lungo 115 km ed è suddiviso in 5 tappe ideali.

La Via Flavia è segnalata da frecce gialle e sfondo blu. La prima tappa parte da Lazzaretto (Muggia), a 200 metri dal confine con la Slovenia e arriva fino a Bagnoli della Rosandra passando per il bellissimo Santuario di Muggia Vecchia e i Laghetti delle Noghere. La seconda tappa arriva fino al Castello di Miramare.

VIA AMERINA, un’antica strada che collegava Roma all’Umbria. Una parte del basolato è ancora intatto e si può camminare a piedi lungo il percorso battuto nei millenni. Tutto intorno ai basoli si estende la necropoli etrusca di Cavo degli Zucchi.

ITALIA COAST TO COAST ovvero una rete di sentieri di 400 km che dal mar Adriatico arriva fino al Mar Tirreno tagliando in due una parte d’Italia e attraversando Marche, Umbria, Lazio e Toscana. L’itinerario vi porterà alla scoperta dell’Italia più bella e meno conosciuta, quella dei borghi, della natura incontaminata e della ottima e genuina tradizione culinaria.

CAMMINO DI OROPA è uno dei più belli del Piemonte e giunge fino alle Alpi Biellesi. Il percorso è suddiviso in quattro tappe di lunghezza che varia dai 14 al 16 km, parte da Santhià in provincia di Vercelli e si conclude presso il Santuario di Oropa.

CAMMINO DI BARDOLINO, un nuovo percorso del Veneto che attraversa borghi, vigneti e colline baciate dal sole. Si tratta di una rete di itinerari ciclopedonali che vi porterà alla scoperta dei territori intorno al Lago di Garda dove si produce l’omonimo vino. Potrete camminare tra panorami mozzafiato e fare sosta nelle aziende vitivinicole che producono il Bardolino DOC.

CAMMINO DI SAN NILO, un percorso che vi farà scoprire a piedi un angolo di Campania poco conosciuto: il Cilento. Il cammino di San Nilo è lungo 103 km suddiviso in 7 spettacolari tappe che arrivano fino a Palinuro. Il percorso è tracciato ed accessibile a tutti ed è caratterizzato da salite e discese tra i boschi di faggio della montagna, lecci e ulivi della macchia mediterranea e paesini medievali.

CAMMINO DI SANTA ROSALIA o cammino di Santa Rosalia, ripercorre i luoghi di Santa Rosalia tra le province di Palermo ed Agrigento. È lungo 185 km, parte dai Monti Sicani e arriva fino al Monte Pellegrino, passando per riserve e aree naturali e 14 comuni.

CAMMINO BASILIANO, un nuovo cammino per scoprire con lentezza la Calabria e assaporare il suoangolo più autentico e meno conosciuto. È lungo 955 km, è suddiviso in 44 tappe e va dal nord al sud della regione. Il Cammino Basiliano parte da Rocca Imperiale e giunge fino a Reggio Calabria.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.