Confermata la mostra di Van Gogh a Padova per il 10 ottobre prossimo

Confermata la mostra di Van Gogh a Padova dal dieci ottobre prossimo.

Sarà firmato a breve un nuovo accordo, forse già la prossima settimana, contenente clausole diverse come la predisposizione dell’ingresso a piccoli gruppi di visitatori dotati di mascherine e guanti, l’attivazione di percorsi di entrata e uscita diversificati per evitare contatti, la sanificazione degli ambienti e la predisposizione della segnaletica con le restrizioni.

Un piano già messo in atto nella Cappella degli Scrovegni che sarà replicato pure al Centro San Gaetano, dove sono attese migliaia di persone: all’inizio di giugno, nel primo giorno di vendita dei biglietti, in otto ore sono stati staccati 4.894 ticket.

Un atto dovuto, dopo questa fase imprevista, per rilanciare il paese con ottimismo confermando la programmazione di grandi eventi in previsione di un autunno culturale di rilievo che vedrà grandi mostre.

La mostra su Van Gogh si aprirà con un’opera di Francis Bacon Studi con un ritratto di Van Gogh che l’artista realizzò tra il 1956 e il 1957, tratto da un quadro dello stesso Van Gogh andato distrutto nella seconda guerra mondiale che ritraeva il pittore nei campi di grano di Arles. Attraverso le opere del primo periodo, documentato soprattutto dai disegni, si passerà al soggiorno parigino, ai quadri dedicati al mondo contadino, all’incontro con gli Impressionisti e la Provenza, fino agli ultimi anni di vita nella casa di cura per malattie mentali di Saint Remy.

Foto copertina articolo:
Marco Goldin, curatore della mostra, in conferenza a
Padova

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.