Uno sportello per i papà separati

Lo Sportello per i papà separati nasce con la finalità di garantire il diritto alla bigenitorialità, infatti il ruolo che i papà svolgono negli anni formativi della vita de bambino è fondamentale e deve rimanere costante anche in stato di separazione o di divorzio, al fine di garantire un sano ed adeguato sviluppo del minore.

Nello sportello è possibile ricevere consulenza legale e psicologica socio-pedagogica, attraverso colloqui individuali finalizzati a ricevere sostegno indirizzato al principio di mantenimento di rapporti significativi con entrambe le figure genitoriali, fornendo strumenti adeguati per gestire eventuali problematiche relative alla responsabilità delle funzioni genitoriali ed educative.

La complementarietà delle figure genitoriali, fortemente indebolita dall’orientamento giurisprudenziale odierno, rimane l’obiettivo finale di qualsiasi percorso teso a garantire l’interesse del minore.

I crescenti fenomeni di povertà, che si accompagnano alla fine della relazione coniugale, vedono la figura paterna fortemente svantaggiata, sia da un punto di vista economico che sulla frequenza con i figli.

Prediligere scelte extragiudiziali tra gli ex coniugi potrebbe essere di grande aiuto, sia per non esacerbare i rapporti, sia per accompagnare i minori attraverso un piano genitoriale pienamente condiviso.

Per le competenze socio psico pedagogiche: Barbara Del Bello, Alessia Cicchi , Francesca Proietti Marengo,
Per l’aspetto legale: avv. Vittoria Baione, civilista e avv. Pamela Strippoli, penalista, coordinatrice del progetto.
Va inoltre evidenziata la preziosa collaborazione di Micaela Fonzi, e Veronica Debono interpreti della Lis.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.