Ex base sottomarina nazista rinasce galleria d’arte

Una base marina dove venivano parcheggiati U-Boot e battelli oceanici italiani della seconda guerra mondiale, è stata riabilitata a spazio d’arte ed ospita ora, sul suo cemento crudo, proiezioni di grandi capolavori del novecento.

Si trova a Bordeaux (costa atlantica meridionale francese) ed era attiva durante la seconda guerra mondiale quando accolse tra le sue mura una trentina di battelli dall’autunno del 1940 fino all’8 settembre del 1943, data storica per l’entrata in vigore dell’armistizio di Cassibile. La base era anche una delle cinque basi navali di U-Boot della Kriegsmarine.

Ora è uno spazio di 600.000 metri cubi di cemento armato riconvertito in una galleria d’arte che contiene attualmente le meravigliose opere del pittore austriaco Gustav Klimt, scelto per inaugurare la prima mostra, proiettate sulle pareti e riflesse anche nell’acqua dei bacini dove venivano depositati i sottomarini.

La rinascita di un gigantesco bunker di cemento umido che grazie alla tecnologia e la microelettronica farà rivivere le opere di Klimt dipinte a strati; c’è lo smalto, le foglia d’oro, molti altri materiali mentre sulle pareti intatte della base sottomarina c’è il cemento poroso con crepe ovunque.

Così nasce questa intensa profondità a strati che avvolge lo spettatore nell’opera stessa.
La mostra potrà essere visitata fino al 3 gennaio 2021.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.