Milano – Apre a Brera Il nuovo showroom-museo di Atlas Concorde

Un nuovo dinamico showroom che sorge in un palazzo del ‘700 nel Brera Design District a Milano, è così che Atlas Concorde punta sull’interior design e sull’architettura di interni.

Se state passeggiando per le vie del cuore di Brera, a Milano, attraverso le ampie vetrine che danno su via Goito e via San Marco, scorgerete al loro interno, vecchi muri e pavimenti, affreschi ed elementi tipici di un palazzo del ‘700.

Questo è il nuovo showroom di Atlas Concorde, azienda di livello internazionale specializzata in rivestimenti e superfici ceramiche d’eccellenza, che approda in una delle design destination più rinomate.

Lo spazio, che porta la firma dello studio Lissoni&Partners, segue gli store di Dubai, Mosca, Londra, Parigi e Lione e, ancora una volta, mostra l’evoluzione dell’azienda, fondata nel ’69 a Fiorano Modenese, dal mondo dell’architettura a quello dell’interior design.

Nel nuovo showroom di Atlas Concorde nulla è casuale: non la location, che riconferma Milano come la capitale indiscussa del design internazionale, né tantomeno la scelta dello studio dell’architetto e designer Piero Lissoni per la parte progettuale, che ha pensato lo store come uno spazio aperto che potesse essere un luogo di incontro e di interazione con il mondo del design internazionale.

Atlas Concorde ha le sue radici nel cuore del Distretto Ceramico italiano che a Milano significa trovarsi in un luogo di incontro con i trend dell’interior design e potersi nutrire della contaminazione con i suoi protagonisti, raccogliere feedback e sperimentare nuovi approcci.

La scelta di un codice stilistico non tradizionale per il mondo delle superfici ceramiche per preservare ed enfatizzare la storia della location milanese e mettere in evidenza i valori di Atlas Concorde. Eleganza mai ostentata, sobrietà, raffinatezza, orgoglio e passione, valori che riconducono all’Italian Way, sintesi perfetta tra sapere e saper fare.

Lo spazio è un progetto a quattro mani, suddiviso in tre zone: la Gallery, in cui sembra di essere in una vera e propria galleria d’arte con le collezioni di ceramiche esposte su grandi pannelli scorrevoli, che muovendosi possono ridisegnare l’ambiente a seconda dell’occasione; appena oltre si trova la zona Lounge, pensata per accogliere in clienti, e quella Co-working, destinata al progettare insieme. Un’ultima area è poi dedicata a esposizioni temporanee per far vivere lo showroom attraverso specifici progetti o installazioni.

Atlas Concorde nasce e si sviluppa intorno a due elementi speciali. Prima di tutto il luogo: lo showroom è situato in un palazzo storico nel centro di Milano e abbiamo voluto rispettare quello che ci siamo trovati a disposizione: i muri e i vecchi pavimenti, gli affreschi e gli altri elementi tipici di questo palazzo del ‘700.

Il secondo aspetto, invece, è quello di voler legare un’azienda iper-industriale a un modello artistico. I prodotti, caratterizzati da una grande attenzione all’estetica e ai trend dell’abitare, vengono trattati come le superfici di un’artista utilizzando un linguaggio nuovo.

Questo modello potrà poi essere esportato in tutto il mondo e le ‘gallerie’ di Atlas Concorde verranno adattate ai luoghi, quindi lo showroom di Parigi sarà diverso da quello di Londra o di New York, per prenderne ogni volta lo spirito e la sensibilità».

Chi si avventura nello showroom di Atlas Concorde va incontro a un’esperienza immersiva in cui ad accoglierlo c’è da un lato un ambiente famigliare, dall’altro le suggestioni di un’esposizione museale. «Infine – conclude Lissoni –, quando il percorso porterà il visitatore nel cuore di questa galleria, il cliente potrà vedere la collezione completa dell’azienda come nel deposito segreto di un museo.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.