Topolino festeggia i 150 anni dell’Unità d’Italia con due mini-saghe

image_pdfimage_print

Sul settimanale Disney per la prima volta il Risorgimento per un progetto editoriale che si svolge in 12 settimane, a partire da domani per terminare a Torino con il Salone del Libro. Anche ‘Topolino’ celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia. Parte oggi infatti il progetto editoriale del settimanale Disney, certificato dal logo ufficiale del Centocinquantenario, che racconta per la prima volta il Risorgimento con due nuovissime mini-saghe che vedono Topolino e Pippo inviati molto speciali nelle città protagoniste della Storia d’Italia. Due nuovissime mini-saghe inedite a tema, un tour on the road, un concorso, laboratori dedicati, incontri nelle librerie LaFeltrinelli e un grande evento finale al Salone del Libro di Torino (12 – 16 maggio 2011) con la premiazione del concorso e una mostra temporanea con le tavole a fumetti delle due mini-saghe. Tutto ciò fa parte dell’iniziativa Disney firmata Topolino per festeggiare l’evento storico che unisce tutti gli italiani. Il progetto editoriale si svolge in 12 settimane, a partire da domani, e terminerà a Torino con il Salone del Libro. Il nostro specialissimo inviato Federico Taddia incontra sul territorio italiano i toporeporter. L’idea è quella di raccontare la nascita dell’Italia attraverso un libro aperto di storia in cui ci troviamo ogni giorno: la toponomastica delle vie. Dodici ‘nomi’ legati all’Unità d’Italia, dodici vie e piazze in alcune città d’Italia e 12 ‘Under 13’ che in quella via o in quella piazza ci abitano o vivono nel quotidiano, per scoprire che c’è un senso anche dietro le cose più semplici che incontriamo tutti i giorni e che spesso vengono date per scontate.Il tour on the road darà vita a 12 differenti reportage ma sarà anche l’occasione per raccogliere sul territorio una serie di testimonianze sul significato di ‘Unità d’Italia oggi’. Il percorso editoriale verrà abbinato a un concorso realizzato in collaborazione con LaFeltrinelli librerie, aperto alle scuole e a tutti i ragazzi dai 6 ai 14 anni. Il concorso invita i giovani a raccontare in 150 parole che cosa significa per loro l’Unità d’Italia oggi. La scheda di partecipazione sarà disponibile per nove settimane sul numero di Topolino in edicola da domani ma anche presso tutte le librerie LaFeltrinelli.

La prima mini-saga sul settimanale in edicola domani si intitola ‘Topolino e l’Italia ri – unita’, ed è firmata dai piemontesi Marco Bosco, autore dei testi, e Paolo Mottura, storico disegnatore Disney. Topolino e Pippo vengono chiamati da Zapotec e Marlin al Museo del Risorgimento di Torino, prima capitale d’Italia e sede dei festeggiamenti per il centocinquantenario dell’Unita’ d’Italia. Per svolgere il compito ‘multimediale’ che Zapotec ha affidato loro, utilizzeranno una macchina del tempo e viaggeranno indietro nei secoli fino al Risorgimento.

Vestiti in abiti ottocenteschi e muniti di un manuale di Storia, Topolino e Pippo visiteranno Milano durante le Cinque Giornate e poi Venezia, Firenze e Marsala. Dovranno, infatti, installare delle cronowebcam – programmate per autodissolversi una volta esaurito il loro compito – nei luoghi simbolo del Risorgimento per mostrare ai visitatori del Museo di Torino fedelissime ricostruzioni in diretta dalla Storia. Ma giunti nella Torino del 1858, si ritroveranno coinvolti in una serie di rocambolesche avventure, il cui protagonista è niente meno che il segretario del Conte Camillo Benso di Cavour, che cambieranno inavvertitamente il reale corso degli eventi, creando un ‘altro’ futuro. Rispediti nuovamente nel passato, con l’aiuto di stravaganti personaggi, riusciranno a sistemare il loro ‘futuro’ e quello di tutti gli italiani. E soprattutto doteranno il Museo del Risorgimento di Torino di una formidabile installazione multimediale per festeggiare l’Italia unita in … diretta dalla Storia.

(Fonte: Adnkronos)

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

One Comment

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *