24 Grana presentano “La Stessa Barca”

image_pdfimage_print

E’ uscito il 18 gennaio “La stessa barca”, nono album del gruppo partenopeo che si riaffaccia sul mercato discografico con un lavoro prodotto e registrato  presso gli studi “Electrical Audio” di Chicago da Steve Albini (vero e proprio “guru” della scena  indipendente internazionale, già a lavoro con artisti come Nirvana, Pixies, PJ Harvey, Robert PlantThe Stooges, Mogwai, Gogol Bordello, Low e tantissimi altri).

24 Grana

Un disco registrato interamente in analogico, praticamente in presa diretta, il cui intento principale è quello di “catturare” l’incredibile energia che da sempre i 24 Grana riescono a generare sul palco. Un disco diretto ed energico, senza fronzoli, in cui è valorizzato al massimo il personalissimo sound della band, che contamina, in maniera eclettica e sempre sorprendente, influenze disparate: dalla new wave al dub, dall’indie rock al folk, dal cantautorato più classico e vicino alla tradizione  all’immediatezza del rock’n’roll e del post-punk. Il primo singolo estratto dal disco è “Ombre” e il videoclip, diretto da Lorenzo Vignolo. Il nuovo tour, organizzato da Big Fish Entertainment, è partito il 20 gennaio da Londra con la seguente formazione: Francesco Di Bella (voce e chitarra),  Renato Minale (batteria),  Giuseppe Fontanella (chitarre),  Alessandro Innaro (basso).

Appuntamenti live finora confermati sono:

03.03. 11 Roma, Alpheus

04 . 03.11 Livorno,  The Cage Theatre

05.03.11 Torino, Hiroshima Mon Amour

12.03.11 Firenze, Auditorium Flog
17.03.11 Milano, Circolo Magnolia
18.03.11 Modena, Off
19.03.11 Brescia, Latte +
26.03.11 Colle Val D’elsa (Si), Sonar
08.04.11 Bologna, T.P.O
22.04.11 Caserta, Oddley Shead
30.04.11 Padova, Pedro
06.05.11 Pisa, Tijuana Project
13.05.11 Salerno, CS Cantarella
14.05.11 Gallipoli, Parco Gondar
24.06.11 Ostia, Open Bar

Il nuovo singolo “Ombre”

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *