Giornata Provinciale del Turismo: presentato il marchio “Ciociaria Cuore del Lazio”

image_pdfimage_print

Massimo Ruspandini

di Federica Ricci

Si è svolta il 14 marzo a Fiuggi nei saloni del Palazzo della Fonte Antica, la seconda edizione della Giornata Provinciale del Turismo. L’incontro è stato voluto e sostenuto dall’Assessore al Turismo Massimo Ruspandini, al fine di confrontarsi con gli operatori del settore turistico, con i politici e con i giovani imprenditori, sulle strategie da mettere in campo verso il rilancio del nostro territorio, per esaltare le grandi potenzialità delle quali dispone. “Godiamo di un turismo polivalente: religioso, termale,  enogastronomico e storico-archeologico, quest’ultimo legato alla straordinarietà delle mura ciclopiche, grande attrazione turistica del nostro territorio.” – afferma Ruspandini –“dopo un anno dal primo appuntamento, abbiamo fatto passi importanti:  dalla creazione del marchio ciociaro, all’accensione della fiaccola di San Benedetto a Londra,  che hanno dimostrato l’apertura dell’amministrazione provinciale su questi temi e soprattutto che hanno contribuito a spostare l’attenzione del Consiglio Regionale verso il nostro territorio. Tali risultati arrivano in seguito allo studio di esperti del settore, che con entusiasmo, dopo aver visitato la nostra terra, hanno ideato le migliori strategie per il rilancio del territorio ciociaro.”

La Provincia di Frosinone era una delle poche provincie italiane che ancora non possedeva un marchio turistico. Oggi anche noi possiamo vantare una nostra identità storico-culturale, in seguito al riconoscimento del marchio “Ciociaria cuore del Lazio”. Il marchio, “Ciociaria cuore del Lazio”, creato da Fernando Moretti e Maurizio Lozzi, docente presso la Facoltà di Scienze della comunicazione della Sapienza di Roma, è stato presentato in anteprima alla recente Borsa Internazionale del Turismo di Milano ed è il risultato di un concorso internazionale conclusosi con una valutazione affidata ad una giuria presieduta dal famoso architetto Paolo Portoghesi. Da Assessore al Turismo e alle Politiche Giovanili – continua Ruspandini-  la mia attenzione non poteva non rivolgersi alle nuove generazioni. Non possiamo più permettere che i nostri giovani parlino di miti e terre lontane, invece di conoscere ed esaltare le bellezze che caratterizzano la loro terra. Dobbiamo dare ai giovani gli strumenti per far conoscere e divulgare le risorse presenti sul nostro territorio. Per ottenere questo obiettivo, punteremo, pertanto, sulla formazione delle risorse umane in sinergia con gli istituti scolastici e il polo universitario presenti sulla provincia.”

Significativa la presenza dell’on. Mario Abruzzese, presidente del Consiglio Regionale del Lazio, il quale ha garantito il suo impegno nel rilancio strategico del comparto turistico della nostra provincia. “Vogliamo una risposta più forte – ha ribadito Abruzzese- siamo sul binario giusto, ma c’è ancora  molto da fare. La politica regionale e provinciale vuole investire in Ciociaria e la presenza dell’Assessore Regionale al Turismo, Stefano Zappalà, sta a significare appunto un reale interesse nel voler rilanciare il nostro territorio. La presenza dei sindaci, degli imprenditori locali e dei politici qui oggi, mostra il chiaro intento di voler  lavorare in sinergia su un territorio fortemente debilitato dalla crisi economica, che ha messo sul lastrico intere famiglie. Proprio per questo la Regione intende investire nella provincia di Frosinone e lo ha già dimostrato attraverso il rilancio della Selva di Paliano, attività fortemente voluta da Renata Polverini, Presidente della Regione Lazio. In questa provincia è necessario iniziare a lavorare sinergicamente con gli imprenditori della zona soprattutto attraverso la realizzazione di infrastrutture.”

L’on. Abruzzese prosegue “il mio impegno futuro sarà quello di portare avanti la realizzazione dell’aeroporto a Frosinone. Questo significherebbe garantire un servizio concreto ai turisti che vengono a visitare la bellezza del nostro paesaggio oltre alla creazione di numerosi posti di lavoro. Non si può vendere un prodotto senza vendere prima di tutto il territorio. L’economia del turismo è un economia industriale da mettere in rete anche per creare occupazione per i giovani del posto, quindi benessere per i cittadini ciociari.”

Erano presenti all’incontro, oltre al Sindaco di Fiuggi, Fabrizio Martini, il Presidente della Provincia, Antonello Iannarilli, l’Assessore Regionale al Turismo, Stefano Zappalà, tutti i sindaci e gli Assessori al Turismo della provincia, i rappresentanti delle pro-loco, le associazioni di categoria, gli albergatori e le agenzie di viaggio. Altro tema centrale della giornata è stato l’apertura del nuovo parco giochi di Valmontone. I rappresentanti della società  hanno presentato in anteprima la struttura e soprattutto fatto conoscere le grandi opportunità che potrebbero aprirsi per il nostro territorio (in particolare per Fiuggi e per l’area nord della provincia) intercettando i flussi di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *