Cinecittà Si Mostra

image_pdfimage_print

A partire dal 29 aprile, il visitatore potrà finalmente accedere alla Fabbrica dei Sogni direttamente dallo storico ingresso di via Tuscolana 1055 e si ritroverà immerso sin da subito in una sorta di sala cinematografica dove il film comincia e le suggestioni si animano.

Giuseppe  Basso, ideatore della mostra e vice direttore generale degli Studios, spiega:  “Abbiamo sentito il bisogno di comunicare la grandezza di questa azienda anche a tutti coloro che ne vivono il mito dall’esterno. Intendiamo parlare di noi stessi, raccontarci mostrando  gli spazi nei quali lavoriamo e insieme il frutto del nostro lavoro. Vogliamo  farlo con semplicità, certi che la storia di Cinecittà e il nostro impegno  quotidiano possano rappresentare un momento di crescita culturale e di piacevole svago per i visitatori”.

Promossa  da Cinecittà Studios in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia,  e con la partecipazione di Cinecittà Luce, del Museo del Cinema di Torino e della Cinémathèque Française di Parigi,con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lazio, Roma Capitale, Provincia di Roma,  X Municipio,  la mostra è allestita all’interno  di  due  palazzine  storiche  di Cinecittà, quella presidenziale e la Fellini, e si sviluppa nelle aree all’aperto con una particolare attenzione ai bambini e alle famiglie. Nell’ambito della mostra verrà  infatti  ospitata un’area dedicata ai più piccoli, il  CineBimbiCittà.

Si potrà comprendere il prezioso lavoro degli artigiani nella sala dedicata alla scenografia dove sono esposti plastici e bozzetti, per poi passare alla sala dedicata alla  post produzione, pensata come una video-installazione dove sarà proiettato un documentario che spiega i procedimenti e le tecniche del montaggio di un film. La sala successiva è dedicata alla visione del  film finito con una selezione di immagini delle pellicole più rappresentative girate negli Studios. Nella palazzina Fellini sono state allestite le sale dedicate al  produttore, alla  Storia di Cinecittà.

La mostra culminerà con la visita sui grandi set all’aperto: l’imponente Foro della Roma Imperiale ricostruito in occasione di una famosa serie americana – oltre 4 ettari di ricostruzione scenografica realizzata dalle maestranze degli Studios – e la Broadway di  Gangs of New York realizzata dal due volte Premio Oscar Dante Ferretti per Martin Scorsese. Cinecittà è il luogo dove i “sogni diventano realtà”. Location naturale dei film di registi come Alessandro Blasetti, Roberto Rossellini, Vittorio De Sica, Luchino Visconti che hanno dato vita al mito di Cinecittà, consolidato nel mondo dall’arte di Federico Fellini, rimane ancora oggi il cuore pulsante  dell’attività cinematografica in Italia. Tutti i più importanti registi italiani scelgono di girare ogni anno negli Studios. Tra questi, recentemente, Nanni Moretti, Pupi Avati, Mario Martone, Carlo Verdone, Giovanni Veronesi e Neri Parenti solo per citarne alcuni.

“Cinecittà è viva, lavora e si sviluppa per essere sempre più internazionale –afferma il presidente di Cinecittà Studios Luigi Abete Proprio per questo motivo, e per consentire  una visione completa e integrata dei mestieri che vengono quotidianamente svolti nella Fabbrica dei Sogni, questa mostra avrebbe avuto necessità di ben altri spazi. Tuttavia, tra accettare il rischio del limite di spazio o subire quello del silenzio, abbiamo deciso di sviluppare l’iniziativa della mostra che vuole  consentire ai visitatori di conoscere di persona Cinecittà e che vuol essere il progetto pilota del futuro Museo del Cinema”.

Per informazioni:

Inaugurazione 28 aprile 2011 ore 19,00 (ad invito)

Apertura al pubblico a partire dal 29 aprile 2011

tutti i giorni dalle 10,30 alle 18,30 escluso il martedì.

Cinecittà Si Mostra

via Tuscolana 1055 – Metro A (Fermata Cinecittà), Roma

Biglietto ingresso Adulti: 10 euro – Bambini: 5 euro

www.cinecittastudios.it

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *