“Infermiere di comunità in parrocchia”: l’accordo tra ASL Roma 1 e Diocesi di Porto-Santa Rufina

È partita la fase operativa dell’“Infermiere di parrocchia” con un primo accordo sul territorio romano che vede insieme la ASL Roma 1 e la Diocesi di Porto-Santa Rufina. Dopo la firma si darà avvio alla formazione congiunta dei referenti parrocchiali e degli operatori della ASL che collaboreranno nella Parrocchia di Selva Candida, nel territorio del Distretto 13 della Azienda Sanitaria.

“Il progetto – commenta Tanese, Direttore Generale della ASL Roma 1 – nasce da un’idea semplice ma potentissima, sperimentare l’integrazione degli operatori sanitari dell’Azienda nella rete sociale della comunità parrocchiale per agevolare l’accesso ai servizi, realizzare iniziative di educazione e di promozione della salute e soprattutto raggiungere le persone più fragili e bisognose.”

“Sono molto contento dell’accordo sottoscritto con la ASL Roma 1 – dichiara mons. Gino Reali, vescovo di Porto-Santa Rufina, e ringrazio per l’impegno Michele Sardella, responsabile diocesano della Pastorale della salute, e i suoi collaboratori. È un bell’esempio di collaborazione per sostenere le persone in difficoltà nell’accesso ai servizi sanitari. In un territorio di periferia come Selva Candida la povertà di strutture e di mezzi incide sulla qualità della vita, per cui volentieri abbiamo messo a disposizione del progetto spazi e volontari della parrocchia di questo popoloso quartiere di Roma”.

Si tratta di un progetto nazionale di grande portata innovativa, promosso dalla CEI con il supporto tecnico della ASL Roma 1, così come sancito nell’accordo firmato a fine luglio tra il Direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute, Don Massimo Angelelli, e il Direttore Generale della ASL.

Nelle prossime settimane si darà avvio in forma sperimentale all’infermiere di parrocchia in diverse realtà del Paese, come nuova forma di collaborazione pubblico/privato che fornisca sostegno alle famiglie e un aiuto concreto alle persone nell’accesso ai servizi sanitari.




Le Aziende Sanitarie della Regione Lazio si confrontano sulla sicurezza delle strutture

Avere un ambiente di lavoro sicuro e sano è un obiettivo fondamentale per la sicurezza dei nostri lavoratori. Ritengo sia importante, in occasione della Settimana europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro, puntare i riflettori sulle iniziative da mettere in campo per la prevenzione”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato nel corso della giornata di lavoro che si è tenuta presso la Sala Folchi dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata sui temi della salute e sicurezza nelle strutture sanitarie organizzata da Azienda Ospedaliera San Giovanni, ASL Roma 1, ASL Roma 2, ASL Roma 3, con la presenza di INAIL e Ispettorato Nazionale del Lavoro.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare sull’importanza della prevenzione dei rischi per il comparto sanitario, per avere degli ambienti di lavoro sani e sicuri. Nel corso della giornata è stata avanzata la proposta di una check – list condivisa per le verifiche di sorveglianza, ma si è parlato anche di rischio chimico e cancerogeno, oltre che delle caratteristiche imprescindibili dei vari attori in campo, dal Risk Manager all’ispettorato Territoriale del lavoro (ITL). Spazio anche all’attualissimo tema delle aggressioni al personale sanitario e alla presentazione dei dati INAIL sulle denunce di infortunio sul lavoro nel comparto sanità della Regione Lazio, dove nel 2017 l’86% proviene da Roma e Provincia e il 14% dal resto della Regione su un totale di circa 6.500 casi, con una maggiore incidenza delle donne.

Per l’Assessore al Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e diritto allo studio universitario, Claudio Di Berardino “nell’ambito della commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni il Lazio si sta facendo promotore della richiesta al governo per la definizione di un piano strategico nazionale sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro così come predisposto da altri paesi europei. Nei prossimi giorni – ha aggiunto l’assessore regionale – sono stati organizzati molti precorsi di sensibilizzazione e diffusione della cultura della prevenzione e del rispetto delle normative. Lo abbiamo fatto in tutti i territori, coinvolgendo sia i lavoratori che i ragazzi delle scuole, affinché quello della sicurezza diventi un elemento radicato nel bagaglio culturale dei cittadini di domani”.

L’evento è stato organizzato con la collaborazione dell’OPRAS Organismo paritetico regionale ambiente sicurezza e del CEFMECTP, Organismo Paritetico per la formazione e sicurezza in edilizia di Roma e provincia.




Presentata la “Rete assistenziale del tumore del polmone” nel territorio della ASL Roma 1

È stato sottoscritto un importante accordo di collaborazione tra grandi strutture ospedaliere della Capitale per garantire un approccio interdisciplinare e multiprofessionale per i pazienti affetti da neoplasia polmonare. II progetto consolida e amplia il lavoro di integrazione già avviato sulla base della programmazione regionale, che dal 2015 ha disposto l’attivazione di una “Rete assistenziale tumore del polmone nel Lazio”.

Un lavoro frutto della collaborazione tra la ASL Roma 1, le Aziende Ospedaliere e i Policlinici Universitari inseriti nella “Rete assistenziale tumore del polmone nel Lazio” nel territorio di competenza della ASL.

L’obiettivo è quello di garantire una presa in carico omogenea per il paziente affetto da neoplasia polmonare, ottimizzando così i tempi di diagnosi e di trattamento, semplificando le procedure, operando in modo multidisciplinare nella gestione del paziente e coordinato tra operatori ospedalieri, territoriali e medici di medicina generale, in modo da assicurare una migliore assistenza in tutte le fasi della malattia.

Il Piano nasce da un team di professionisti, coordinato della ASL Roma 1, che ha coinvolto le Aziende Ospedaliere Universitarie “Policlinico Umberto I” e “Sant’Andrea”, l’Azienda Ospedaliera “San Giovanni Addolorata”, il Policlinico “Agostino Gemelli”, gli Ospedali San Pietro e San Giovanni Calibita Fatebenefratelli, oltre al presidio ospedaliero San Filippo Neri. La rete assistenziale è dedicata ai pazienti del territorio della ASL Roma 1 con sospetta patologia neoplastica del polmone che si rivolgono al proprio MMG, a strutture ambulatoriali o ospedaliere.

Questo accordo, ha commentato il Direttore Generale della ASL Roma 1 Angelo Tanese, rappresenta un modo bello e innovativo di fare rete tra strutture di eccellenza, perché lavorando insieme garantiamo alle persone con un tumore polmonare sia la qualità dell’assistenza dal punto di vista clinico che un contesto più protetto. Ringrazio per questo tutti gli specialisti coinvolti per il grande impegno e l’entusiasmo con cui hanno elaborato il documento e tutte le strutture pubbliche e private che oggi lo hanno pienamente condiviso e sottoscritto.




Il cibo è vita! Insieme per l’educazione alimentare – 4 e 5 ottobre – Santa Maria della Pietà , Roma

Lo diceva Ippocrate con il suo noto aforisma e lo conferma l’attuale evidenza scientifica, che una corretta alimentazione costituisce uno straordinario fattore di salute. Il primo evento annuale della ASL Roma 1 dedicato alla cultura del cibo tra sicurezza alimentare, nutrizione e tradizione, si apre venerdì 4 ottobre con un convegno dal titolo “Le Reazioni avverse al cibo: intolleranze e allergie alimentari” di cui è riportata in letteratura una elevata frequenza sia nell’età pediatrica che nell’adulto, con un tendenziale aumento negli ultimi anni soprattutto dei quadri clinici gravi.
Si prosegue sabato 5 ottobre con un incontro dedicato alle associazioni di categoria e alle associazioni dei consumatori per un confronto attivo rivolto alla sicurezza del consumatore e al ruolo fondamentale della formazione in materia degli OSA, fino alla condivisone e sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra ASL Roma 1 e le associazioni aderenti.
Nel corso della stessa giornata i cittadini saranno coinvolti presso il Parco della salute e del benessere del Santa Maria della Pietà, in incontri – dibattiti informativi e ad assistere a iniziative utili come lo show cooking e i giochi didattici. Non mancherà la possibilità di aderire su base volontaria e gratuita alle iniziative di prevenzione e screening allergici e nutrizionali con ampia distribuzione di materiale informativo. L’evento si concluderà con una performance teatrale presso la Sala del padiglione 28.

Venerdì 4 ottobre 2019,
VILLAGGIO DELLA SALUTE E DEL BENESSERE – PAD. 28
Le reazioni avverse al cibo: intolleranze e allergie alimentari

08.30 Registrazione dei partecipanti
09.00 Saluto della Direzione aziendale
Introduzione del Direttore Dipartimento di Prevenzione Prof. Daniele Gamberale
Presentazione dell’evento del Direttore dell’Area di Coordinamento Funzionale della Sanità Pubblica
e Veterinaria e Sicurezza Alimentare Dott.ssa Rosaria Marino
09.15 Medicina di precisione in allergia alimentare Prof. Alessandro Giovanni Fiocchi
09.45 La malattia celiaca e la non – celiac gluten sensitivity Prof. Marco Silano
10.15 La malattia celiaca Prof. Gian Marco Giorgetti
10.45 Pausa caffè
11.10 Le intolleranze enzimatiche: l’intolleranza al lattosio – Il favismo Prof. Rosario Notaro
11.30 Le allergie alimentari: definizione, clinica e diagnosi. Prof.ssa Loredana Chini
12.00 Le reazioni avverse agli alimenti Prof. Domenico Schiavino
12.30 Allergie Alimentari e Sicurezza del Consumatore, il documento di indirizzo del Ministero della Salute
Dott. Giuseppe Plutino
13.00 Discussione in plenaria
13.30 – 14.30 Pausa pranzo
14.30 Terapia dietetica e comportamentale per le forme di intolleranze e allergia alimentare
Dott.ssa Cinzia Miryam Calabrese
15.00 Le intolleranze e allergie alimentari a scuola: come comportarsi Prof. Pierluigi Bartoletti
15.30 Patologie allergiche in pediatria: dal sospetto clinico alle indagini diagnostiche
Dott.ssa Giorgia Bracaglia
16.00 Presentazione casi clinici – lavoro di gruppo
16.30 Discussione in plenaria e conclusioni
17.00 Test di apprendimento e valutazione gradimento
17.30 Chiusura della giornata
Modera il Dott. Carlo Spigone

RELATORI
Pierluigi Bartoletti – Vice Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Provincia di Roma.
Consigliere Nazionale FNOMCEO. Vice Segretario Vicario Federazione Italiana Medici di Medicina Generale.
Segretario Provinciale FIMMG Roma
Giorgia Bracaglia Dirigente – Biologo UOC Laboratorio analisi Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Roma.
Cinzia Calabrese Specialista in medicina interna IRCSS San Raffaele La Pisana – Roma.
Loredana Chini – Docente di allergologia – immunologia pediatrica e pediatria. Università di Roma Tor Vergata
Alessandro Giovanni Fiocchi – Direttore del Dipartimento di allergia pediatrico Ospedale Pediatrico Bambino
Gesù Roma
Gian Marco Giorgetti – Medico specialista in allergologia e immunologia gastroenterologia e in medicina
interna. Ospedale Sant’Eugenio – Roma
Rosario Notaro – Ematologo esperto sulla epn – Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica
(ISPRO) – Firenze
Giuseppe Plutino – Direttore Ufficio punto 5 D.G.I.S.A.N. – Roma
Domenico Schiavino – Prof. Associato di Medicina Interna e allergologia Ospedale Policlinico Gemelli – Roma
Marco Silano – Direttore Unità Operativa Alimentazione Nutrizione Salute – Istituto Superiore di Sanità – Roma
DESTINATARI DELL’EVENTO:
Medici, Veterinari, Biologi, Tecnici della Prevenzione, Dietisti, Infermieri, Ostetrici, Farmacisti.
FINALITÀ E OBIETTIVI:
La giornata intende fornire agli operatori sanitari con un approccio multidisciplinare, un aggiornamento
tecnico-scientifico sulle allergie e le intolleranze alimentari alla luce dell’aumento di dette patologie.
RESPONSABILE SCIENTIFICO: Dott. Carlo Spigone UOC SIAN ASL Roma 1
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA: Dott.ssa Rosa Sabusco – Sig.ra Valentina Guiducci
MODALITÀ PER L’ISCRIZIONE
La partecipazione al convegno è GRATUITA, fino ad esaurimento posti.
Per iscriversi è indispensabile inviare la propria adesione tramite l’allegata scheda alla segreteria
organizzativa esclusivamente a mezzo e-mail dprev.sian@aslroma1.it

Sabato 5 ottobre 2019 VILLAGGIO
DELLA SALUTE E DEL BENESSERE – PAD. 28
Allergie alimentari e sicurezza del consumatore

09.30 Saluto del Direttore Generale ASL Roma 1 Dott. Angelo Tanese
10.30 Etichettatura e obbligo di indicazione degli allergeni Dott. Gianfranco Masotti ASL Roma 1
11.00 La formazione nella ristorazione pubblica e collettiva in materia di intolleranza e allergie alimentari
Dott.ssa Rosaria Marino ASL Roma 1
11.30 Interventi delle singole associazioni di categoria e delle associazioni dei Consumatori
12.30 Condivisione e sottoscrizione di un protocollo di intesa tra ASL Roma 1 e le associazioni aderenti
per la realizzazione di seminari informativi rivolti agli esercenti finalizzati alla promozione
della salute del consumatore.
13.00 Discussione in plenaria
15.00 Alimentazione e salute Dott.ssa Maria Teresa Pancallo
15.30 Nutripuntura e allergie alimentari Prof. Gianfranco Caron
16.00 Attenti ai falsi. Guida alle intolleranze alimentari Dott.ssa Paola Bassani
17.30 Performance teatrale
I laboratori Teatro Porta Portese “I pinocchi bugiardi” presentano lo spettacolo
teatrale “Duplex” – Loft al 52” testo e regia di Flavia Di Domenico

VILLAGGIO DELLA SALUTE E DEL BENESSERE – PAD. 28
Incontro dibattito con i cittadini presso lo stand Area Sicurezza Alimentare

10.00 I funghi: buoni da mangiare Dott.ssa Emilia Tanzariello
10.30 Progetto “La salute in azienda” Dott.ssa Anna Pecora
11.30 Saper leggere l’etichetta Dott.ssa Giovanna Liberati
15.00 Come nasce un sapore Dott. Carlo Spigone
16.00 Adeguata alimentazione e celiachia Associazione Italiana Celiachia
16.30 La dieta mediterranea al tempo dei romani Dott. Bruno Caracciolo

PARTECIPANO:

dalle ore 10.00 alle ore 14.00
Dipartimento di Prevenzione ASL Roma 1 – I servizi di prevenzione per i cittadini
SIAN – Consigli nutrizionali e valutazione del proprio peso corporeo
Area Sicurezza Alimentare – Informazioni e dibattiti per mangiare in sicurezza
Associazione Celiachia – Senza glutine ma con gusto
Istituto Scuola Alberghiera – Show cooking salutare
Farmacia – Le cure naturali
L’oro di Loriana – Dall’olio il benessere e la bellezza
Maestri Gelatieri – Il gelato artigianale ghiotto e sicuro
Latte di Nepi – Il latte anallergico
Feder Agri Confcooperative – Spazio food
Istituto Agrario – La tombola dei profumi ed erbe aromatiche. Inclusione e coltivazione
con i ragazzi dell’agrario.




Roma – Al Santa Maria della Pietà una settimana di eventi culturali, sportivi e di educazione sanitaria rivolti alla cittadinanza.

Parte al Santa Maria della Pietà la settimana di formazione degli operatori sanitari dedicata alla promozione della salute, cui farà seguito un cartellone di eventi culturali, sportivi e di educazione sanitaria rivolti alla cittadinanza.
Mettere in grado le persone di aumentare il controllo sulla propria salute e migliorarla. Questo l’obiettivo del Centro Internazionale per la Promozione della Salute e del Benessere della ASL Roma 1 che in questi giorni ha realizzato una Summer School con esperti di rilievo internazionale e professionisti del Servizio Sanitario per condividere idee, approcci ed esperienze sui nuovi concetti di Salute e Benessere.
Numerosi gli interventi di grande rilevanza come quello di Michael Marmot, per i suoi studi sulle disuguaglianze di salute, Angelika Messner, della Kiel University, Mario Bertini, Professore emerito di Psicologia della Salute all’Università La Sapienza di Roma, e dei direttori della scuola David Napier, professore di Antropologia Medica all’University College di Londra e Bernardino Fantini, professore emerito di Storia delle scienze biomediche presso l’Università di Ginevra.
“Questa iniziativa – ha commentato Alessio D’Amato Assessore alla Sanità Regione Lazio – ha offerto al personale sanitario del Lazio una occasione formativa e di alto livello. Vogliamo migliorare le nostre politiche di prevenzione e promozione della salute, perché i dati ci confermano che cittadini più consapevoli e informati contribuiscono non solo a ridurre l’incidenza delle malattie ma anche ad adottare stili di vita più orientati alla salute e al benessere.”
Angelo Tanese, Direttore Generale ASL Roma 1 aggiunge: “Il concetto di salute sta cambiando e occorre avere una visione più ampia dei bisogni delle persone ma anche coinvolgere i cittadini stessi in un ruolo più attivo. Per questo, anche d’intesa con il Municipio 14, abbiamo organizzato qui al Santa Maria della Pietà una serie di eventi in cui la parola salute si coniuga con alimentazione, sport, cultura e benessere”.
Dalla teoria alla pratica. Molte le iniziative che avranno luogo nel mese di ottobre grazie alle associazioni presenti sul territorio che hanno risposto alla Call4Ideas proposta dalla ASL Roma 1 e dal Municipio. Tra gli appuntamenti si segnala il “villaggio della salute” allestito nei giorni 4 e 5 ottobre con incontri dedicati alle intolleranze alimentari, show cooking e somministrazione gratuita di test per allergeni, in collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, e la corsa Run4health, giunta alla sua quarta edizione che si terrà domenica 6 ottobre con due percorsi, un competitivo di 7 km e un amatoriale 3,5 km sempre nel parco di Santa Maria della Pietà.




“Globi, stelle e alchimisti. Le medicine del firmamento” – Una riflessione storica, artistica e astronomica, letture, proiezioni e momenti di musica e teatro, dedicata alle stelle

Si potrà osservare il cielo di Roma sospesi tra passato, presente e futuro. L’occasione per farlo è venerdì 27 settembre quando, nell’ambito della Notte Europea dei Ricercatori, i Musei Scientifici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e la ASL Roma 1, in collaborazione con l’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria, daranno vita ad un pomeriggio dedicato alle stelle che si terrà nella splendida cornice del Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia, a partire dalle ore 17.30.

Il Salone del Commendatore sarà la location dedicata alla riflessione storica, artistica e astronomica, in cui esporre al pubblico il seicentesco Globo Celeste di Vincenzo Maria Coronelli ed ammirare le costellazioni rappresentate con straordinari disegni mitologici, ricchi di fascino e di dettagli nel corso dell’esibizione de La Fontegara, un ensemble di musica medievale e rinascimentale.

Grazie a tre percorsi paralleli i visitatori potranno inoltre osservare in diretta streaming la proiezione panoramica del cielo sopra il Palazzo del Commendatore, utilizzare telescopi messi a disposizione dal Planetario di Roma Capitale, assistiti da esperti astronomi, e partecipare alla rappresentazione teatrale a cura del Teatro Reale.

L’evento è promosso da Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

Programma

Cortile del Commendatore

Ore 17.30 Accoglienza

Salone del Commendatore

Convegno scientifico

Ore 18

Saluti istituzionali e inizio lavori

Angelo Tanese, Direttore Generale ASL Roma 1

Maria Vittoria Marini Clarelli, Sovrintendente Capitolina ai Beni Culturali

Moderatrice: Enrica Battifoglia (Giornalista scientifica ANSA)

Ore 18.15 Tema Storico-Artistico-Astronomico

“Astri e comete al Santo Spirito: il Globo del Coronelli e il Salone del Commendatore”

Gianluca Masi (Planetario di Roma Capitale)

“Astronomia e Astrologia illustrata nelle collezioni della Biblioteca Lancisiana”

Patrizia Ricca (ASL Roma 1)

Ore 18.45 Tema Storico-Medico-Astronomico

“Astronomia e Astrologia tra Rinascimento ed Età Barocca”

Gianni Iacovelli, Gaspare Baggieri (Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria)

“Il Matrimonio di Urania ed Esculapio: perchè il cielo abita al Santo Spirito”

Giangiacomo Gandolfi (Planetario Roma Capitale)

Ore 19.30

Conclusioni e presentazione percorso

Salone del Commendatore

Esposizione Globo Celeste di Vincenzo Maria Coronelli

Momenti Musicali, a cura di La Fontegara, gruppo di musica antica

Loggiato del Palazzo

Osservazione del cielo attraverso i telescopi

Sala S. Spirito

Proiezione panoramica del cielo sopra il Complesso Monumentale del Santo Spirito in diretta streaming

Sala Alessandrina

Mostra documentaria e di strumenti scientifici

Museo storico nazionale dell’arte sanitaria-laboratorio alchemico

Rappresentazione teatrale e lettura di passi di antichi testi a cura del Teatro Reale di Alessandro Rubinetti




Alessio D’Amato con il Direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese inaugura la Casa della Salute al Nuovo Regina Margherita

L’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato accompagnato dal Direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese ha inaugurato la Casa della Salute ‘Nuovo Regina Margherita’, si tratta della 20° Casa della Salute regionale che apre in una nuova struttura sita all’interno dello storico Presidio di Trastevere, annesso all’antichissima Chiesa di San Cosimato. Alla cerimonia ha partecipato anche Sabrina Alfonsi, Presidente Municipio I Roma Capitale.

Questa nuova Casa della Salute è stata realizzata con un finanziamento di circa 400.000 euro, con il quale oltre alla ristrutturazione di alcuni locali, sono stati acquistati arredi e attrezzature.

“Con l’apertura di questa nuova Casa della Salute potenziamo la rete dell’assistenza territoriale – ha commentato l’Assessore D’Amato – sono realtà territoriali che stanno diventando sempre più un punto di riferimento e questo è testimoniato dai numeri sugli accessi in continua crescita, con una vocazione per la presa in carico dei pazienti con malattie croniche. Un tema fondamentale oggi con una popolazione che sta invecchiando sempre di più ed una domanda di servizi in continua crescita”.

Solamente nei primi cinque mesi del 2019 le Case della Salute hanno registrato circa 1,3 milioni prestazioni effettuate con un +5% rispetto allo stesso periodo del 2018.

La Casa della Salute fornisce tre grandi aree di servizi dedicati:

1) all’accoglienza con il Punto Unico d’Accesso (PUA) integrato con il Municipio I per la presa in carico dei bisogni socio-sanitari, l’orientamento e l’ascolto attivo; il Centro Assistenza Domiciliare (CAD); l’Accoglienza Salute Mentale (CSM) e l’ampio spazio riservato allo Sportello del Volontariato;

2) all’assistenza primaria con l’Unità di cure primarie (UCP), l’Ambulatorio Cure Primarie (ACP); l’area di Sorveglianza Temporanea, il Servizio di Continuità Assistenziale, la Guardia Medica Turistica, l’Ambulatorio Infermieristico e il Centro Prelievi;

3) alla specialistica con il Percorso Scompenso Cardiaco, il Percorso Diabete e il Percorso Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO).

“La nuova struttura sanitaria – aggiunge il Direttore Generale della ASL Roma 1 Angelo Tanese – è fortemente integrata con l’intero Presidio Nuovo Regina Margherita, un polo sanitario polifunzionale al quale i cittadini di Trastevere sono particolarmente legati e la cui offerta è stata completamente ripensata in base ai bisogni assistenziali della popolazione e integrata nella più ampia rete di servizi della ASL”. La struttura garantisce la diagnostica per immagini, il laboratorio galenico, la Farmacia Territoriale, la Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD), diversi percorsi ospedalieri integrati con il Santo Spirito, come la Chirurgia diurna e il Day hospital Onco-ematologico, la Gastroenterologia e l’Urologia di I e II livello, un Reparto a Gestione infermieristica, una RSA, i Percorsi angiologico, del piede Diabetico, Reumatologico, Geriatrico Neurologico, Odontoiatrico, di ORL, di Terapia del Dolore, e ospita il Centro Terapeutico Riabilitativo (CTR) Ripa Grande.