Il Treno dei Vini dell’Etna: da bere con gli occhi, da gustare col cuore

Il Treno dei Vini dell’Etna è un modo unico al mondo di vivere un luogo unico al mondo. Percorrere le pendici dell’Etna, il vulcano più grande d’Europa, a bordo dell’automotrice a scartamento ridotto della Ferrovia Circumetnea, per inoltrarsi poi, con il Wine Bus, nelle Strade del Vino dell’Etna e scoprire in tutta libertà le più belle cantine dell’Etna.

A bordo del treno che percorre da centovent’anni questi luoghi si viaggia al ritmo della “muntagna”, per godere, per capire gli ingredienti che danno vita alla vocazione vitivinicola di questa terra: luce, lava, sole, mare, la passione e le contraddizioni della gente che la abita.

Mentre gli accompagnatori del Treno dei Vini dell’Etna vi raccontano (l’accompagnamento è disponibile in lingua italiana e inglese, tutto questo, dal livello del mare si sale sempre più sù, dentro i territori del Parco dell’Etna e del Parco Fluviale dell’Alcantara. A destra i Nebrodi, a sinistra il panorama del maestoso versante nord dell’Etna, la linea ferrata si addentra in un vero paradiso dagli odori e colori cangianti a ogni stagione.

Scesi dal treno a Randazzo, si sale a bordo del Wine Bus “hop-on hop-off”, che compie il suo itinerario, raggiungendo alcune tra le più belle cantine, immerse in questi luoghi meravigliosi. In piena libertà di salire e scendere ad ogni fermata – il Wine Bus passa ogni due ore da tutte le fermate – visitare le cantine e consumare la degustazione. Tra un bicchiere e l’altro si può scegliere dove fermarsi per il pranzo, se in una delle cantine che offrono anche la ristorazione, o presso uno dei numerosi e tipici ristoranti presenti nei borghi percorsi dal Wine Bus.

Attenzione: i vostri accompagnatori a bordo del Wine Bus sono anche in grado di illustrarvi i prodotti tipici locali solleticando ancora di più il vostro appetito! Al ritorno, la lenta discesa, con il mare che vi aspetta all’orizzonte, di certo vi troverà innamorati delle strade, del vino, dell’Etna.

I biglietti del tour “Il Treno dei Vini dell’Etna”, al prezzo di € 23,00, si possono acquistare:

  • a bordo del treno della Ferrovia Circumetnea,
  • a bordo del Wine Bus “hop-on hop-off”,
  • nel punto informativo della Strada del Vino dell’Etna di Piedimonte Etneo,
  • in tutte le rivendite che espongono il marchio “Around Etna”,
  • presso tutte le stazioni FCE.

Il biglietto comprende il percorso in treno, il Wine Bus e un coupon da presentare al momento dell’acquisto della degustazione.

È possibile acquistare la degustazione presentando il coupon compreso nel biglietto del tour, presso le enoteche e le cantine indicate tra le attrattive delle località, al costo di € 12,00.

L’acquisto del biglietto del tour non comprende né rende obbligatorio l’acquisto della degustazione.

SCARICA LA BROCHURE CON TUTTE LE INFORMAZIONI, ORARI, DATE, PREZZI E RECAPITI

Per informazioni:

Ferrovia Circumetnea
Via Caronda, 352/A – 95128 Catania
Tel. +39 095 54 12 50
www.circumetnea.it
info@circumetnea.it
facebook.com/circumetnea.metro

Associazione “Strada del Vino dell’Etna”
Via Mazzini, 5 – 95017 Piedimonte Etneo (CT)
Tel. +39 349 924 4672
www.stradadelvinodelletna.it
info@stradadelvinodelletna.it
facebook.com/strada.delvinodelletna

G.A.L. Terre dell’Etna e dell’Alcantara
Via dei Caduti, 3 – 95036 Randazzo (CT)
Tel. +39 095 799 22 30
+39 342 154 8124
www.galetnaalcantara.it
galetna-alcantara@libero.it
facebook.com/gal.etnaalcantara




Mostra sulla Marineria Borbonica al Museo del Mare di Napoli

Il giorno 31 maggio, alle ore 18,00 presso il Museo del Mare di Napoli, Via di Pozzuoli, 5, viene presentata la Mostra sulla Marineria Borbonica “… e Carlo arrivò dal mare”, un evento creato nell’ambito del Maggio dei Monumenti, dedicato a  Carlo di Borbone.

Carlo di Borbone formò il primo nucleo di quella che diventerà una vera e propria flotta militare e di un sistema difensivo con fortificazioni   creato con lo scopo di difendere le coste  ed i commerci marittimi del Regno di Napoli  dalle incursioni dei cosiddetti “barbareschi”  provenienti  dalle coste del Nord Africa. Da notare che oltre a galee e vascelli la flotta si dotò anche di una squadra di sciabecchi, i piccoli mezzi veloci e maneggevoli utilizzati dai pirati nordafricani.

Attualmente il “Museo del Mare di Napoli” costituisce l’unica realtà museale legata alla storia della navigazione in una città dalla antichissima tradizione marinara come Napoli. Il nucleo iniziale del Museo risale al 1904 e faceva parte del Regio Istituto Nautico “Duca degli Abruzzi. Nel dicembre 2007 nasce la Fondazione Thetys- Museo del Mare al fine di gestire autonomamente il Museo. Sempre nel 2007, il Museo è stato insignito dalla Regione Campania del titolo di “Museo di Interesse Regionale) Il grande valore storico-artistico delle sue collezioni e la sua pregevole raccolta di volumi di interesse specifico costituiscono testimonianza unica della evoluzione della marineria napoletana degli ultimi tre secoli.

Il Patrimonio, costituito inizialmente dai beni conferiti dai due soci Fondatori: l’Istituto Nautico “Duca degli Abruzzi” e il prof. Antonio Mussari, ha continuato ad arricchirsi nel corso degli anni attraverso donazioni da parte di Enti e di privati. E’ stata di conseguenza ampliata l’offerta culturale essendone stata riconosciuta la validità scientifica e la centralità nella salvaguardia dell’eredità culturale marinara della Regione Campania.

Il volume “Il Patrimonio Culturale del Museo del Mare di Napoli” di Antonio Mussari, che in questa occasione viene presentato, illustra e descrive la ricca collezione del Museo composta da oltre 1500 strumenti scientifici, strumenti nautici, apparati di comunicazioni e di governo delle navi, macchine e modelli di macchine marine, modelli di navi originali , motori e modelli di motori, carte nautiche, macchine marine che coprono un arco temporale dal XVIII al XX secolo.

Le descrizioni accurate, la  chiara esposizione ed i riferimenti storici, fanno del libro un volume piacevole da leggere anche per chi non ha competenze specifiche.




La moda siciliana con Art Nobless alla Monte Carlo Fashion Week

Monte Carlo ospiterà la Sicilia, in occasione della Fashion Week, che si terrà nelle sale del Museo Oceanografico dal 2 al 4 giugno prossimi.

L’evento giunto alla quarta edizione è organizzato dalla Chambre Monégasque de la Mode, sotto la direzione artistica di Rosanna Trinchese, in collaborazione con il Governo di Monaco, la Monaco City Hall e l’ufficio del Turismo del Principato.  Una rassegna dedicata interamente alla moda, in prima linea circa trenta fashion designer, che presenteranno le loro ultime collezioni, non mancheranno brand internazionali, quali Chapurin e Grinko. Durante la manifestazione, saranno premiati con il MCFW Award, gli stilisti Philipp Plein e Stella Jean e il fotografo Giovanni Gastel. 

La  kermesse di moda  vedrà protagonisti, designers gioielli e stilisti siciliani, selezionati dall’ Associazione Art Nobless, rappresentata da Maria Rita Saporito e Gaspare Catanese, entrambi di Palermo.  “Abbiamo scelto 9 artisti-artigiani”- afferma Maria Rita Saporito presidente Art Nobless, “per rappresentare  in occasione della Fashion Week a Monte Carlo l’affascinante ed eclettico mondo dell’arte, dello spettacolo e della cultura, al fine di valorizzare e far conoscere le nostre maestranze artigianali, presenti nella Regione Sicilia. Art Nobless  racchiude l’ Handmade in Sicily, aggiunge Gaspare Catanese art-manager, l’opportunità concessa alla nostra associazione dopo l’esperienza di successo a Casa Sanremo Fashion, è l’ulteriore conferma che gli artigiani siciliani vantano eccellenze del settore”.

Saranno tre giornate, in cui modelle sfileranno con abiti sartoriali “Made in Sicily”, realizzati come delle vere e proprie opere d’arte, con sete, merletti e pizzi, abiti dai tessuti esclusivi, dipinti a mano. Ogni artista presenterà la sua collezione, scandita da un tema e da materiali unici. Ogni abito sarà arricchito da accessori creati con varie tecniche, come borse dipinte a mano e realizzate con materiale da riciclo, gioielli in plexiglas, pietre dure e coralli incastonati per realizzare monili con l’arte del crochet e gioielli con lavorazione 3D.

Art Nobless  presenta  alla Monte Carlo Fashion Week 2016 per la Sicilia:

Tina Arena -Fashion designer, Messina;

Mariella Di Miceli -Designer accessori, Gioiosa Marea (Me);

Filly Cusenza -Stilista designer, Bagheria (Pa);

Rosalia Adelaide Aiello -Designer gioielli, Santa Flavia (Pa);

Davide Leonardo -Stilista designer, Monreale (Pa);

Gattacci di Sebastiano Tramontana e Valentina Bua –Designers accessoires,  Catania;

Amalia Peditto -Art designer e pittrice di abiti, Catania;

Silvia Campione -Designer of fashion accessoires, Palermo;

Barbara La Lia  -Stilista designer, Misilmeri (Pa).




Il ritorno dei Combichrist al Traffic di Roma il prossimo 22 luglio!

Hellfire Booking è felice di annunciare il ritorno dei : Combichrist

Di origini Norvegese ma trapiantato ad Atlanta il progetto Combichrist dopo ormai 13 anni di carriera torna a far tappa in Italia durante il prossimo tour Europeo che li vedrà suonare nei maggiori festival del nostro continente.
Diventati ormai i capostipiti e il nome più amato da tutti gli appassionati di questo genere musicale Andy LaPlegua e soci faranno tappa la prossima estate per due appuntamenti Italiani,negli ormai noti Traffic Club di Roma e Rock Planet di Pinarella di Cervia dove non si risparmieranno ad infiammare i loro fans con un mix esplosivo di Metal, Dark, Industrial e Elettronica.

Un appuntamento unico per gli amanti del genere!

 

22 LUGLIO 2016

Traffic Club , Via Prenestina 738 , Roma

Tickets:TBA

Per informazioni:

www.hellfirebooking.com

info@hellfirebooking.com




Borgo d’Autore, il Festival dedicato ai libri di Venosa

“Borgo d’Autore” è un festival dedicato ai libri e alla lettura in programma il 28 e 29 maggio 2016 nella città di Venosa: per chiacchierare faccia a faccia con gli autori, conoscere gli editori e i librai invitati, passeggiare tra le vie del centro storico circondati da pagine e pagine che racchiudono mondi diversi. Uno spazio nel quale condividere la passione per i libri e la letteratura, ma anche lo strumento con il quale avvicinare il pubblico alla lettura e trasmettergli l’amore per la cultura letteraria. Un luogo dedicato alle parole, dove riprendersi il tempo per conoscere, per sognare, per scoprire e condividere storie, all’interno di un’indimenticabile atmosfera di festa.

La manifestazione nasce dalla volontà di portare il mondo del libro fuori dai contesti tradizionali, per recuperare l’idea della piazza come “agorà”, luogo di incontro, di parole e di festa. Una due giorni di presentazioni di libri, incontri con autori, reading, letture animate, piccoli spettacoli e concerti, dibattiti sull’importanza della lettura come scoperta di sé, come forma di astrazione e riflessione e come opportunità di formazione di un ruolo sociale e consapevole di cittadino. “Borgo d’Autore” ospiterà narratori e poeti italiani e stranieri, le voci più interessanti delle letterature emergenti, e ancora saggisti, musicisti, artisti, secondo un’accezione ampia e curiosa della letteratura, che non si nega alla conoscenza di territori e linguaggi lontani dai canoni tradizionali. Un’attenzione particolare sarà rivolta ai bambini e agli adolescenti, con incontri, spettacoli e laboratori appositamente pensati per loro. Il tutto a Venosa, un luogo che mescola la storia e l’arte, dove la dimensione raccolta della città avvicina autori e lettori, permettendo a tutti di spostarsi facilmente a piedi da un appuntamento all’altro.

Incontrare dal vivo autori e intellettuali che riflettono sul nostro tempo permetterà di trasformare l’esperienza della lettura da individuale a collettiva e di riappropriarsi al contempo del senso di appartenenza al territorio, anche attraverso il recupero di forme di socialità e di relazione che via via si stanno disperdendo. Gli eventi del festival saranno dei “laboratori del pensiero”, per muovere persone e idee, grazie a dibattiti e approfondimenti che difficilmente hanno spazio sui media tradizionali. “Borgo d’Autore” sarà il festival della gente, pensato per una partecipazione collettiva intorno ai temi del libro e della lettura. Sarà l’occasione per ogni persona di regalarsi del tempo e ritrovarlo nei luoghi, negli spazi, negli angoli più impensabili.

La due giorni si prefigura come un’immersione nel mondo dei libri e della lettura, coinvolgendo il pubblico adulto, ma anche quello dei ragazzi e dei bambini e animando l’intero centro storico di Venosa nei suoi luoghi più caratteristici. La manifestazione sarà articolata in una serie di appuntamenti che si susseguiranno nel corso di ognuna delle due giornate, in particolare negli orari pomeridiani e serali. Sono previste presentazioni di libri con la presenza degli autori, che saranno intervistati da giornalisti e potranno interagire con il pubblico rispondendo alle domande degli spettatori. Oltre agli scrittori, tra gli ospiti saranno invitati rappresentanti di case editrici, professori di letteratura, critici e associazioni legate al mondo della lettura e dei libri. Potranno essere coinvolti anche degli attori per la lettura di alcuni passi dei libri presentati. Enti culturali, biblioteche e gruppi di lettura potranno offrire un supporto alla realizzazione di progetti e iniziative da inserire nella manifestazione.

Le tipologie di libri e le tematiche trattate saranno varie, per cercare di interessare tutte le fasce di pubblico. Potranno essere invitati anche fumettisti e illustratori oppure chef di fama per presentare i loro libri di cucina e realizzare degli show cooking. I più piccoli saranno al centro di una sezione specifica a loro dedicata, che includerà letture animate, laboratori di scrittura, letture ad alta voce. Un obiettivo della manifestazione, infine, sarà quello di dare spazio all’editoria indipendente e sostenere i piccoli editori che faticano a trovare spazio e visibilità, promuovendo opere letterarie che difficilmente riescono ad arrivare in libreria.




Postepay Sound Rock in Roma: il 7 giugno inizia l’ottava edizione

Al via il 7 giugno l’ottava edizione del POSTEPAY SOUND ROCK IN ROMA che avrà luogo, come da tradizione, all’IPPODROMO delle CAPANNELLE. Oltre al classico “Black Stage”, le esibizioni live si terranno anche sul “White Stage” – che diversificherà la programmazione rispetto alle edizioni precedenti – e il “Red Stage” – che ospiterà Dj set. Ci sarà, inoltre, un’altra venue unica e spettacolare: la “Roma imperiale” diventa scenografia del POSTEPAY SOUND ROCK IN ROMA grazie al CIRCO MASSIMO (memorabile il primo esperimento del festival, il concerto-evento dei Rolling Stones di due anni fa) con il doppio concerto del “player” dei Pink Floyd, DAVID GILMOUR, e con l’altro grande evento che vedrà protagonisti BRUCE SPRINGSTEEN and THE E STREET BAND.

Line up e calendario:

Martedì 7 giugno / DURAN DURAN A quattro anni dall’ultimo concerto in Italia la band di Simon Le Bon aprirà ufficialmente il Postepay Sound Rock in Roma 2016.

Mercoledì 8 giugno / NIGHTWISH Per la prima volta il festival apre al “symphonic metal finlandese”. Unica data italiana per la band che sarà accompagnata dai connazionali Apocalyptica e, in perfetta simbiosi con lo spirito scandinavo, gli Epica e i Temperance.

Martedì 21 giugno / LUKAS GRAHAM Arrivano per la prima volta in Italia. Dalla Top 3 dei brani più trasmessi dalle radio italiane al palco del festival, il passo è breve. Opening act: Joan Thiele e Giò Sada, con la sua Barismoothsquad (un gruppo di musicisti con un sound punk rock americano coltivato in Puglia).

Martedì 28 giugno / BLACKBERRY SMOKE Arrivano dal profondo sud degli Usa e aprono il tour in Italia al nostro festival. Special guest Simo, rock band psichedelica di Nashville.

Sabato 2 luglio / G3 featuring JOE SATRIANI, STEVE VAI E THE ARISTOCRATS A Satriani si deve questo tour itinerante che, dal 1996, vede l’avvicendarsi dei migliori chitarristi rock al mondo. A quattro anni dall’ultima visita italiana, il G3 sbarca al Postepay Sound Rock in Roma con line up rinnovata.

Sabato 2 e Domenica 3 luglio / DAVID GILMOUR Due straordinari live per l’ex Pink Floyd in una location storica del Bel Paese. Per la prima volta David Gilmour si esibirà al Circo Massimo, nell’ambito del Postepay Sound Rock in Roma, in due serate evento. L’antico Circo della corse delle bighe verrà trasformato in un vero e proprio teatro all’aperto, con posti a sedere per il pubblico.

Mercoledì 6 luglio / GLEN HANSARD Reso celebre ad inizio carriera dal cult-movie di ogni musicista The Commitments, l’artista irlandese concluderà il tour italiano proprio sul palco dell’Ippodromo delle Capannelle.

Lunedì 11 luglio / SUEDE-STEREOPHONICS La band inglese di culto dell’era britpop, gli SUEDE, condividerà il palco con la band gallese più celebre di tutti i tempi, gli STEREOPHONICS.

Martedì 12 luglio / SLAYER Band “thrash metal” di Los Angeles, arriveranno per la prima volta al festival e lo faranno con gli svedesi AMON AMARTH.

Mercoledì 13 luglio / THE 1975 La band di Manchester arriva per l’unica data italiana dell’estate.

Venerdì 15 luglio / SKUNK ANANSIE Per la terza volta nel cast, la band capitanata da Skin è a tutti gli effetti un habitué del festival.

Sabato 16 luglio / BRUCE SPRINGSTEEN and THE E STREET BAND Un’estate di musica live non avrebbe senso senza “The Boss” in visita nel nostro Paese. “Prima” assoluta” di Springsteen and The E Street Band al Circo Massimo, un rinnovato binomio con il Postepay Sound Rock in Roma. Opening act: Treves Blues Band e Counting Crows.

Lunedì 18 luglio / PRIMAL SCREAM Tre date italiane per la storica band scozzese capitanata da Bobbie Gillespie, la prima al nostro festival.

Domenica 24 luglio / IRON MAIDEN Il pilota di linea Bruce Dickinson atterra con i suoi Iron Maiden in qualità di headliner dell’edizione 2016 del “Postepay Rock in Roma Sonisphere”. Gli Special guest della serata-evento sono un “parterre de rois”: Saxon, Anthrax, Sabaton, Bullet For My Valentine, The Raven Age, The Wild Lies e A Perfect Day.

Line up “The Italian Way”:

Sabato 11 giugno: ORCHESTRACCIA/ Sabato 18 giugno: I CANI/ Sabato 25 giugno: COEZ/ Martedì 5 luglio: JAMES SENESE + Maldestro/ Sabato 9 luglio: GEMITAIZ/ Martedì 19 luglio: AFTERHOURS/ Martedì 26 luglio – GUE’ PEQUENO/ Giovedì 28 luglio: SALMO/ Venerdì 29 luglio: MINISTRI + Selton/ Sabato 30 luglio – MEZZOSANGUE

Radio Ufficiale dell’edizione 2016: VIRGIN RADIO

Per tutti i concerti del festival è già possibile acquistare i biglietti su www.postepayrockinroma.com, www.postepaysound.it, e presso i punti vendita dei circuiti abituali: TICKETONE, BOX OFFICE LAZIO, ETES, BOOKINGSHOW.

DIREZIONE ARTISTICA: MAXMILIANO BUCCI, SERGIO GIULIANI

WEB UFFICIALI: www.postepayrockinroma.com; www.postepaysound.it

ORGANIZZAZIONE: THE BASE




“…Mancava solo il titolo!” la commedia di Ilenia Costanza Al Teatro Ambra

L’Associazione Artistico Culturale “I Vetri Blu” porta in scena …MANCAVA SOLO IL TITOLO! la nuova commedia firmata dalla sceneggiatrice e attrice Ilenia Costanza.

La storia è quella di Roberto e Camilla: sposati da 25 anni, una coppia apparentemente felice. Hanno una bella casa, una buona intesa, un figlio che studia in America.

Come in ogni lungo matrimonio, mancanze e insoddisfazioni vengono taciute per evitare i conflitti: Roberto si è costruito una carriera di successo, Camilla ha preferito sostenerlo rinunciando alle sue aspirazioni. Incomprensioni, piccoli sensi di colpa hanno sfinito l’amore e l’abitudine è in agguato: il sesso è diventato banale, metodico e spesso deve arrendersi agli acciacchi dell’età.

Ma una notte, proprio una di quelle in cui la stanchezza l’ha avuta vinta sulla passione, Camilla si ritroverà in uno strano sogno: la Diva (una sfavillante Pamela Prati), insieme ai suoi fidati collaboratori Rocco e Pandora, guiderà la donna verso la riscoperta della sua femminilità e delle attenzioni di Roberto. In un divertente gioco al massacro, entrambi verranno trascinati in una surreale terapia di coppia: Camilla sarà costretta a dire la verità e ad arrabbiarsi, ma soprattutto a ricordare perché, 25 anni prima, fosse bastato uno sguardo a far innamorare lei e Roberto.

Al termine di questa bizzarra notte, sarà facile per entrambi prendere una decisione: spegnere la sveglia e ricominciare a fare l’amore!

Nel cast, oltre alla straordinaria diva del Bagaglino Pamela Prati, Ilenia Costanza, Rossana Colace, Enzo Piscopo e Claudio Di Loreto. Le coreografie sono di Rita Rodi.

…MANCAVA SOLO IL TITOLO, prodotto dall’Associazione Artistico Culturale I Vetri Blu, approderà al Teatro Civico di Rocca di Papa il 14 e 15 Maggio, al Teatro Nuovo Sala Gassman di Civitavecchia il 21 e il 22 Maggio e al Teatro Ambra alla Garbatella di Roma il 26, 27 e 28 Maggio.

 

 




Cantine Aperte 2016: sabato 28 e domenica 29 maggio in tutta Italia

Cantine Aperte  è il più importante evento dedicato al vino che si svolge ormai dal lontano 1993 su tutto il territorio nazionale nell’ultima domenica di maggio le cantine socie del Movimento Turismo del vino aprono le proprie porte agli appassionati, agli intenditori e ai semplici curiosi. Anno dopo anno Cantine Aperte si è trasformato sempre di più in un evento capace di attrarre un numero sempre maggiore di enoturisti raggiungendo il numero record di più di un milione di visitatori durante l’edizione Cantine Aperte 2015

Visto il successo dell’edizione dell’anno scorso, l’edizione 2016 di Cantine Aperte si preannuncia ancora più ricca di sorprese ed eventi correlati. Oltre alla possibilità di assaggiare i migliori vini italiani acquistandoli direttamente in azienda partecipando a degustazioni specifiche, Cantine Aperte vi da la possibilità di entrare direttamente nell’affascinate mondo della produzione vinicola italiana scoprendo tutti i segreti della lavorazione. Ed in estate? L’appuntamento si rinnova con Calici di Stelle, dove centinaia di cantine in tutta  Italia aprono le porte per celebrare all’aria aperta, nella Notte di San Lorenzo.

SCOPRI LE CANTINE APERTE DI OGNI REGIONE!

Cantine Aperte Abruzzo
Cantine Aperte Basilicata
Cantine Aperte Calabria
Cantine Aperte Campania
Cantine Aperte Emilia-Romagna
Cantine Aperte Friuli-Venezia Giulia
Cantine Aperte Lazio
Cantine Aperte Liguria
Cantine Aperte Lombardia
Cantine Aperte Marche
Cantine Aperte Molise
Cantine Aperte Piemonte
Cantine Aperte Puglia
Cantine Aperte Sardegna
Cantine Aperte Sicilia
Cantine Aperte Toscana
Cantine Aperte Trentino Alto Adige
Cantine Aperte Umbria
Cantine Aperte Valle d’Aosta
Cantine Aperte Veneto

 

http://www.movimentoturismovino.it




Festival Trastevere: 60 notti di cinema gratis sotto le stelle di Roma

Piccolo Cinema America e Municipio Roma I sono orgogliosi di presentare la terza edizione del Festival Trastevere Rione del Cinema con il sostegno di REGIONE LAZIO e della Società Italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di BNL Gruppo BNP Paribas, il sostegno e patrocinio di Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, il patrocinio di Camera di Commercio di Roma ed il sostegno di varie attività commerciali presenti nel Rione Trastevere, tra cui Bernabei, Conad, Gelateria Fatamorgana e Città del Sole.
Dopo il grande successo dell’anno scorso, che ha raccolto in piazza nell’arco di 60 giorni circa 36 000 cittadini, provenienti da ogni angolo della città, registrando un incredibile e costante afflusso di partecipanti, San Cosimato torna ad essere un cinema a cielo aperto. Grazie alla ristrutturazione della piazza svolta dal Municipio durante l’inverno, quest’anno si potrà disporre di uno schermo di 10 metri anziché 7 e, soprattutto, ottimizzare al meglio lo spazio: l’intera San Cosimato sarà una platea di libera fruizione con una capienza fino a 3.000 persone. Si è voluto tuttavia mantenere le 199 sedute, così che i partecipanti, dovendosi attrezzare con sedie, cuscini e tappeti, si sentano coinvolti e chiamati a partecipare in prima persona. Non c’è soltanto qualcosa di romantico in questo gesto: è un atto simbolico per stimolare l’attivazione dei cittadini, spronandoli ad intervenire positivamente sul proprio territorio piuttosto che viverlo passivamente.
Trastevere è il Rione del Cinema, un tempo rione con la più alta densità di sale cinematografiche, oggi con la più alta densità di Arene Estive: Piazza San Cosimato, l’Isola del Cinema e l’Arena Nuovo Sacher con la loro bellezza e vivacità, con i dibattiti, le rassegne e gli ospiti, fanno sperare che il cinema possa rinascere e che le sale dismesse possano esser riaperte. Il coesistere di questi spazi dimostra che se si è in grado di ripensare il rapporto con il pubblico, ognuno con la propria modalità, è possibile coinvolgere spettatori di ogni fascia d’età e ceto sociale. Trastevere è ricco di potenzialità: potrebbe diventare un circuito diffuso del cinema, se ci si muovesse nella stessa direzione. Quest’anno purtroppo ha chiuso il Cinema Alcazar, mentre il Cinema America è passato vittorioso dal Tar al Consiglio di Stato, ed è ancora in attesa di esser restituito alla città nella sua originaria destinazione d’uso. Proprio l’altro ieri l’associazione del Piccolo America si è costituita al Consiglio di Stato in difesa della tutela architettonica dell’immobile. Intanto è nato anche un piccolo germoglio, una speranza per tutti coloro i quali hanno fatto del cinema la propria vita: riaprirà la Sala Troisi.
Il 27 maggio è prevista la notifica della custodia del bene ai Ragazzi del Cinema America.

Parteciperanno: RENZO ARBORE – DARIO ARGENTO   ROBERTO BENIGNI- LUCA BIGAZZI – BARBORA BOBULOVA – ALESSANDRO BORGHI – BRUNO BOZZETTO – ASCANIO CELESTINI – ENZO D’ALÒ  IVANO DE MATTEO – VALERIO MASTANDREA – FERZAN ÖZPETEK – KIM ROSSI STUART – STEFANIA SANDRELLI – SILVIA SCOLA  -DANIELE VICARI – PAOLO VIRZÌ

1 giugno – 1 agosto  

Piazza San Cosimato, Trastevere -Roma

Una piazza, uno schermo, 60 notti di cinema gratis sotto le stelle di Roma

Per informazioni  http://www.trasteverecinema.it




Seminario sul bullismo all’Università Europea di Roma

E’ in corso oggi, sabato 21 maggio 2016, all’Università Europea di Roma, il seminario “Le emozioni in classe. Il bullismo: linee guida per comprendere e agire”, organizzato dallo stesso ateneo con l’associazione Il Sole esiste per tutti. L’incontro ha lo scopo di offrire strumenti e percorsi per la gestione della sfera emotiva di bambini e ragazzi.

Fra i vari interventi il prof. Javier Fiz Perez, docente di Psicologia all’Università Europea di Roma, ha spiegato che “il ruolo della famiglia e della scuola diventa assolutamente determinante in questo percorso, che implica un insieme di sfide e impegni di notoria complessità”.

“Gli obbiettivi da raggiungere in ogni tappa della vita, specialmente durante la cosiddetta età evolutiva – ha spiegato Perez – richiedono la presenza di genitori attenti e presenti, di educatori competenti e di gruppi di coetanei con cui condividere un sano stile di vita. In questo contesto un fenomeno così devastante come il bullismo diventa decisamente deleterio per lo sviluppo di ogni bambino e adolescente. La ricerca scientifica è molto sensibile al fatto che dopo la seconda infanzia ci sono delle priorità psico-educative come l’affermazione della propria identità e personalità, l’autostima, l’accettazione da parte del gruppo dei coetanei. In questa ottica la creazione e tutela di contesti sani di socializzazione diventa essenziale per il raggiungimento di taluni obbiettivi. 

Il fenomeno del bullismo, così presente nelle diverse fasi di socializzazione, sia per differenza di genere, età, cultura o per mera prepotenza richiede un lavoro di squadra tra professionisti competenti, educatori, genitori e scuola, soprattutto in maniera preventiva. Tanto più nei nostri tempi, con la presenza sempre più invadente del cyber-bullismo che genera tante sofferenze di natura psico-fisica ai nostri ragazzi. Capire le cause ed educare in maniera preventiva è il modo più efficace per evitare, un domani, il fenomeno del mobbing nel contesto del lavoro, della violenza di genere e della prepotenza sociale in tutte le sue manifestazioni”. 

Secondo il prof. Perez, quindi, è importante insegnare, educare e formare oggi al rispetto e alla sana convivenza, per garantire a tutti un futuro migliore e più sereno.

Fra i possibili strumenti di aiuto per la gestione del problema del bullismo e di altre situazioni di difficoltà c’è la Pet Therapy, che prevede interventi assistiti con gli animali.

La psicologa Giorgia Caucci ha spiegato: “A tutti i bambini e ragazzi piacciono gli animali, in particolare i cani. La Pet Therapy a scuola può essere di supporto sia con bambini difficili (ritardo psicomotorio e disturbi del comportamento) sia con l’intera classe, agendo sulla socializzazione, sulla relazione e sulla collaborazione. Quando un cane entra in classe le dinamiche cambiano, lasciando spazio all’armonia e alla coesione che portano nell’ambiente emozioni positive. Non solo. Il gruppo classe si unisce e prende forza. Quindi i cani si trasformano in veri e propri maestri, insegnando ai ragazzi l’importanza dell’empatia, della pazienza, e dell’ascolto.

Attraverso il gioco con il cane i ragazzi imparano ad esprimere la loro vivacità, condividendola gli uni con gli altri, ricavandone sensazioni di benessere. Quindi, giocare con il cane a scuola permette di stimolare l’interazione sociale e l’autostima. Il cane riveste un ruolo affettivo, grazie alla capacità relazionale dell’animale stesso, che permette ai ragazzi un continuo scambio emozionale.

Regolari incontri con il cane in classe possono aiutare ad arginare e a prevenire il fenomeno della dispersione scolastica, attraverso l’aumento della motivazione, del senso di responsabilità e di appartenenza dello studente alla quotidianità scolastica, anche grazie ad eventuale affiancamento mirato di soggetti a rischio durante le materie ritenute più difficili”.