Rinviati ad Ottobre i live dei The Kolors

I 4 concerti previsti ad aprile dei The Kolors sono rinviati ad ottobre per impegni ed esigenze televisive.
La band capitanata da Stash Fiordispino, che ha scelto di tornare nelle Venue che hanno segnato il successo del precedente Frida tour, salirà sul palco nelle seguenti nuove date:

09/10/19 – TORINO – Hiroshima (prevista inizialmente il 3 aprile)
10/10/19 – MILANO – Tunnel Club (prevista inizialmente il 4 aprile)
16/10/19 – ROMA – Largo Venue (prevista inizialmente il 7 aprile)
17/10/19 – NAPOLI – Duel Beat (prevista inizialmente l’8 aprile)

I biglietti già acquistati restano naturalmente validi per le nuove date.

A seguire i dettagli relativi alle modalità di richiesta per chi lo desiderasse:
– il rimborso potrà essere richiesto presso i punti vendita dove gli stessi sono stati acquistati entro e non oltre il 15/04/2019;
– il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto scrivendo all’indirizzo email ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il 15/04/2019 (per chi ha acquistato su TicketOne o call center con modalità ‘ritiro sul luogo dell’evento‘)
– il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto inviando quest’ultimo, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non il 15/04/2019 all’indirizzo TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano – C.a. Divisione Commercio Elettronico (per chi ha acquistato su Ticket One o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘).

Saranno 4 appuntamenti imperdibili che vogliono essere un omaggio ai loro fan più affezionati. Per questo mini tour, è stato scelto di privilegiare le atmosfere più intime per non perdere il contatto con il pubblico, vera forza e punto di partenza della band partenopea.

Il tour è prodotto e distribuito da Friends & Partners.




Monna Lisa Unplegged – Di Pino Ammendola e Carla Cucchiarelli in scena al Teatro lo Spazio dal 2 al 6 aprile

La Gioconda e un pianoforte… e se è vero quello che dice Antonin Artaud, che la musica è il solo passaggio che unisca l’astratto al concreto… accade il miracolo: Monna Lisa, ascoltando le note, prende coscienza di sè, si libera della tela che la imprigiona e comincia a raccontarsi al pubblico… sia come donna, che come icona della pittura mondiale. Il racconto procede senza soluzione di continuità, tra le emozioni della ‘persona’ madonna Lisa di messer Giocondo e la storia e le vicessitudini del quadro più famoso del mondo, il tutto punteggiato e contrappuntato dalle canzoni e dai pezzi musicali dedicati alla Gioconda, mentre la miriade di immagini che l’hanno vista esaltata, deturpata, modificata, in qualche modo cannibalizzata… scorrono su di uno schermo. In scena un’interprete d’eccezione Maria Letizia Gorga, che continua il suo ‘discorso’ su grandi figure del femminile, accanto a lei il maestro Cinzia Pennesi che esegue dal vivo le musiche da lei arrangiate insieme a brani originali creati ad hoc per lo spettacolo, il tutto per la regia di Pino Ammendola

Di Pino Ammendola e Carla Cucchiarelli
Con Maria Letizia Gorga
Regia di Pino Ammendola
Al piano Cinzia Pennesi
Liberamente ispirato al libro: “COSI’ PARLO’ LA GIOCONDA” di Carla Cucchiarelli
Musiche originali e arrangiamenti CINZIA PENNESI
Video art CLAUDIO AMMENDOLA e SARA ANGELUCCI




Dal 4 al 14 aprile 2019 sul palcoscenico del Teatro degli Eroi di Roma – Approda la divertente ed inquietante storia “Ti amo da morire”

Lara Ferrara

UNA COMMEDIA BRILLANTE SUL DESIDERIO COMPULSIVO DI NOTORIETÀ
“TI AMO DA MORIRE”
SCRITTA DA DANILO DE SANTIS CHE NE FIRMA ANCHE LA REGIA
PRODOTTA DA GLI PSICODRAMMATICI E INTERPRETATA DA
FABIO AVARO, FEDERICA COLUCCI, BRUNO GOVERNALE, VANINA MARINI,
MARIA TERESA PINTUS, FILIPPO VELARDI
DEBUTTA IN PRIMA NAZIONALE DAL 4 AL 14 APRILE
AL TEATRO DEGLI EROI DI ROMA

Dal 4 al 14 aprile 2019 sul palcoscenico del Teatro degli Eroi approda la divertente ed inquietante storia “Ti
amo da morire”.
“Ho deciso di scrivere questa commedia – afferma l’autore e regista – perché esasperato dalla spettacolarizzazione delle morti, dove i sospettati diventano delle celebrità, parenti e amici delle vittime si ritrovano quotidianamente su giornali o in Tv e l’effetto perverso della notorietà rischia di creare un corto circuito dove la visibilità personale fa passare in secondo piano il senso di giustizia e di dolore dinanzi alla morte di vittime innocenti.”
Una dogana. Tre donne sole, in estenuante attesa. Nessuno, in quel luogo desolato, ad alzare la sbarra per lasciarle passare al di là. L’arrivo di un doganiere, in apparente stato confusionale, non soddisferà nell’immediato le aspettative delle viaggiatrici. Il passaggio della frontiera si rivela sottoposto a regole rigide e complesse, legate strettamente al passato personale di chi si appresta ad uscire. Una sola delle tre donne, Lucrezia, custodisce gelosamente il segreto per cui sarà possibile che la sbarra della dogana si alzi. Lo sprovveduto doganiere è in realtà la leva centrale, sebbene inconsapevole, del misterioso meccanismo. Il ritrovamento di una lista di nomi, nel gabbiotto della dogana, aprirà uno spiraglio e costringerà la depositaria del segreto a rivelare l’arcano: ognuno dei viaggiatori in attesa è in realtà una celebre vittima di omicidio e potrà finalmente entrare nel mondo dell’eternità solo quando il proprio caso sarà risolto e il proprio omicida arrestato. Il doganiere si rivela essere sospeso in uno stato di coma, quindi alla frontiera fra la vita e la morte: sarà grazie a lui, in quanto tramite fra i due mondi, a doversi risolvere ogni singolo caso. Il numero dei viaggiatori bloccati continua nel frattempo ad aumentare. Le storie si intrecciano, nascono nuovi amori, finché il primo caso viene risolto dal doganiere-detective e la sbarra si alza. Ma la possibilità di varcare la soglia dell’eternità non è accolta con il previsto entusiasmo: non tutti, infatti, hanno interesse a che il proprio nome scompaia per sempre dalle prime pagine dei mass media…

Dal 4 al 7 aprile e dall’11 al 14 aprile
Giovedì, Venerdì e Sabato ore 21.00
Domenica ore 17.30
Scritto e diretto da Danilo De Santis
con Fabio Avaro, Federica Colucci, Bruno Governale, Vanina Marini, Maria Teresa Pintus, Filippo Velardi
Produzione Gli Psicodrammatici




All’antico Borgo Di Sutri Un Nuovo Successo Per La Vie En Blanc Atelier

Le creazioni della Maison Capitolina, eccellenza della moda per la sposa, protagonista, insieme a Carosi Uomo, dell’elegante appuntamento con il Wedding che annuncia la primavera.

La Tuscia, terra forte di tradizioni, conserva intatto il proprio spirito antico e continua a raccontare storie che parlano di luoghi magici, borghi incantati e natura incontaminata.

L’Antico Borgo di Sutri, gestito da Federico Fortin, ne è una forte testimonianza, un luogo simbolico in cui si respira, in una atmosfera di raffinata eleganza, la grande tradizione di storia e di arte di questo splendido territorio. Gli edifici attuali, seppure realizzati nelle architetture più moderne, rappresentano un omaggio alla storia della Tuscia ed alla profonda tradizione locale. Una straordinaria location immersa nel verde che offre innumerevoli soluzioni per l’organizzazione di eventi e matrimoni, in un ambiente accogliente e raffinato, grazie alla collaborazione con i migliori professionisti del wedding tra i quali Valentina Melini, la brillante wedding planner che ha coordinato le attività di questo delizioso Open Day, andato in scena Sabato 16 marzo 2019. Un evento in cui la nuova stagione era l’elemento dominante, a partire dagli scenografici allestimenti floreali curati da Paola Rossi & Elisa Costantini che hanno portato un anticipo di primavera al Borgo di Sutri, luogo ideale per celebrare i matrimoni potendo accogliere, in un’unica location, tutti i momenti delle nozze, dalla cerimonia al ricevimento.

Allietate dalla musica del Quartetto Sharareh, l’elegante formazione di archi tutta al femminile, le numerose coppie di sposi hanno ammirato gli splendidi abiti della Spring Capsule Collection realizzata da La Vie En Blanc Atelier, un vero e proprio inno alla primavera, con tessuti colorati floreali nelle sfumature del verde al lilla, soffici tulle e ricami di fiori su basi di organze che sfumano dal bianco al cipria con incastonature di margherite nella stessa nuance in un esuberante tripudio di fiori capace di donare leggerezza e colore che ritroviamo anche nei preziosi decori dipinti a mano che tracciano seducenti sfumature di colore sulle pregiate sete di questi abiti pensati per una sposa fresca e giovane. Giorgia Albanese, terza generazione di donne ed imprenditrici nella moda, è la giovane e brillante titolare de La Vie En Blanc Atelier, affermata realtà Capitolina nel quartiere Prati, vicino Piazza Mazzini che ha voluto proporre queste creazioni alle giovani spose, simbolo di eleganza e leggerezza, un omaggio alla primavera, stagione della rinascita della natura, capace di esaltare la bellezza femminile.

Ad accompagnare le soffici ed eteree creazioni per la sposa de La Vie En Blanc Atelier, troviamo l’eleganza sartoriale degli abiti per lo sposo proposti da Carosi Uomo, Maison maschile di Via Capo Le Case, a due passi da Piazza di Spagna, magistralmente diretta da Roberto Carosi, che propone un’eleganza canonica interpretata in chiave fashion, attraverso personalizzazioni moderne e dettagli di stile sartoriale, per uno sposo moderno, attento ai canoni di un’eleganza maschile, che non perda di vista le ultime tendenze. Tra i partner presenti il wedding photographer Girolamo Monteleone e la make-up & hair stylist Simona Augieri.




Hintermann e Gli Sciamani in Concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma il 29 marzo

Il 29 marzo 2019 il nuovo album di Hintermann e Gli Sciamani dal titolo “Laprimaveramente” verrà presentato presso la sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Il disco è stato prodotto e mixato da Fabio Lanciotti presso lo studio di MMfactory a Roma.

Il cantautore Gabriele Hintermann con la sua formazione Hintermann e gli Sciamani (Danilo Ombres alla batteria, Alessio Ramaccioni al basso, Francesco Carretti alla chitarra solista, Marco Marracci alle tastiere e synth, Luca Padellaro ai sassofoni) ha già pubblicato il primo singolo che fa da title track al suo primo lavoro discografico che conta partecipazioni nazionali ed internazionali come quella di Matteo Gabbianelli, cantante dei Kutso, del sassofonista romano Gabriele Coen, del banjista Danilo Cartia e dei musicisti macedoni Nizo e Sercuk Alimov della storica Kocani Orkestar.

Tatuaggi animati sul corpo di una ragazza mentre esegue di Tai-Chi. La virilità maschile contrapposta alla grazia in un pezzo dai mille significati. Il videoclip ufficiale prodotto da Moonchausen con la regia di Andrea De Simone è stato realizzato con parti girate e parti di animazione.

https://www.facebook.com/hintermanneglisciamani/

https://www.instagram.com/gabrielehintermann/

https://www.twitter.com/Eglisciamani

https://bit.ly/2NYvjK4




Il Disturbo da Gioco D’azzardo (DGA). Alla ASL Roma 1 un incontro per riflettere, promuovere azioni di contrasto, prevenzione e informazione

Il 21 Marzo alle ore 17.00 presso il Salone del Commendatore della ASL Roma 1 – Borgo Santo Spirito 3, Roma, si terrà un incontro dedicato al contrasto del fenomeno Gioco D’Azzardo, un disturbo che, come tutte le altre forme di dipendenza, è una malattia cronica e recidivante, e che si manifesta attraverso comportamenti di gioco compulsivi con gravi conseguenze fisiche, psichiche e sociali per il paziente e i suoi famigliari. Il numero dei giocatori patologici in Italia si situa intorno ad un milione (fonte Ministero della Salute, 2012) ed è in costante crescita.

L’iniziativa, promossa dal Dipartimento di Salute Mentale della ASL Roma 1 in collaborazione con la Casa Editrice Scientifica Publiedit che ha pubblicato il Volume, sarà anche l’occasione per presentare il primo manuale clinico italiano dedicato al trattamento psicologico e psicoterapeutico del disturbo dal titolo: “Il Trattamento Psicologico e Psicoterapeutico del Disturbo da Gioco d’Azzardo in una prospettiva multidisciplinare” a cura di Onofrio Casciani e Ornella De Luca. Il volume è frutto di un’esperienza pluriennale di eccellenza clinica nella prevenzione, cura e riabilitazione di pazienti affetti da DGA, svolta dagli operatori dell’Ambulatorio Specialistico Gioco D’Azzardo Patologico nell’ambito del Dipartimento di Salute Mentale della ASL Roma 1, con il coinvolgimento dei massimi esperti italiani – e non solo – che hanno fatto la storia delle cure per il DGA nel nostro Paese.

L’elaborazione del testo ha favorito l’avvio di una collaborazione tra l’ASL Roma 1 e l’Università Europea di Roma orientata ad una alta formazione specificamente mirata sul Disturbo da Gioco d’Azzardo e diretta ad operatori sanitari ma anche agli studenti e ai professionisti del settore interessati.

Tra i partecipanti all’evento, oltre ai curatori del volume, il Dott. Mauro Goletti Direttore Sanitario ASL Roma 1, la Dott.ssa Liliana La Sala dell’Osservatorio Nazionale per il contrasto al Gioco D’Azzardo e il fenomeno della dipendenza grave presso il Ministero della Salute, il Dott. Antonio Mazzarotto Responsabile Area inclusione Sociale della Regione Lazio, il Prof. Avv. Alberto Gambino Pro-Rettore Università Europea di Roma, il Prof. Maurizio Fiasco Presidente Osservatorio per il Gioco d’Azzardo della Regione Lazio, e il Dott. Federico Zanon, Psicologo e Psicoterapeuta e Vice-Presidente ENPAP (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per gli Psicologi).




Tra i protagonisti della prestigiosa serata dedicata al wedding, La Vie en Blanc Atelier e Carosi Uomo, esclusivi rappresentanti dell’eleganza sartoriale sposi.

La Tenuta La Tacita Country Weddings, luogo incantevole e cornice perfetta per matrimoni ed eventi, è stato impareggiabile teatro di “Wedding Night”, un evento straordinario ed un imperdibile appuntamento per i futuri sposi, la stampa e gli operatori del wedding che hanno accolto con entusiasmo l’invito di Monica Indaco, elegante manager di questa impareggiabile struttura, e della special guest della serata, la famosa wedding planner Roberta Torresan che ha raccolto intorno a se molti tra i più importanti professionisti del dorato mondo del wedding, tra i quali Paola Canale, Barbara Vissani, Giovanni Raspante, Monica Palmieri e Iosmani Nardin, proponendo per loro, e per gli altri numerosi ospiti, un graditissimo Golden Dress Code. Monica Indaco e Roberta Torresan lo hanno interpretato al meglio grazie alle due elegantissime creazioni realizzate per loro da La Vie En Blanc Atelier ed indossate per l’occasione.

Situata nella Sabina, tra Roma e Rieti, questa maestosa Tenuta distribuita su più location, immersa in un paesaggio superbo di 130 ettari, offre una proposta unica nel panorama del wedding italiano, con una diversità di ambientazioni tale da soddisfare ogni richiesta da parte degli sposi più esigenti o delle wedding planner più creative.

Protagoniste principali di questa riuscitissima Wedding Night, che ha accolto i numerosi ospiti con una raffinata cena placée, sono state la preziosa eleganza delle creazioni sposa de La Vie en Blanc Atelier e l’artigianalità degli abiti per lo sposo di Carosi Uomo. In un sobrio e ricercato défilé le proposte maschili e femminili, pensate per gli sposi della nuova stagione, si sono alternate fino a fondersi in suggestive uscite di coppia, quasi a suggerire raffinati abbinamenti tra i sognanti abiti da sposa e le eleganti costruzioni sartoriali maschili.

La grande novità per la sposa del 2019 è il wedding white smoking in mikado di seta e duchesse. Giorgia Albanese, che rappresenta la terza generazione di donne ed imprenditrici nella moda, è la giovane e brillante titolare de La Vie En Blanc Atelier, affermata realtà Capitolina nel quartiere Prati, a due passi da Piazza Mazzini. “Uno smoking bianco pensato per una sposa dalla grande personalità” afferma Giorgia, “una donna capace di distinguersi con un’eleganza non convenzionale, preziosa chicca da affiancare alle più tradizionali ed iconiche costruzioni sartoriali della nostra Maison, da quelle più morbide a quelle più strutturate, dai romantici pizzi rebrodè e macramè, fino all’uso di tessuti frutto di una attenta ricerca come i preziosi broccati in color oro o al sapiente uso di seducenti sfumature di colori con i quali, dal rosa al grigio, dipingiamo a mano, su pregiate sete, preziosi motivi floreali, per decorare abiti artistici, pensati per una sposa fresca e giovane”.

Le nuove tendenze proposte per lo sposo del 2019 da Roberto Carosi, titolare dell’0monima Maison di Piazza di Spagna, in Via Capo Le Case, prevedono uno stile Fashion & Formal, sinonimo di un’eleganza canonica ma, allo stesso tempo, attuale, interpretata attraverso personalizzazioni moderne e dettagli di stile sartoriale, a tracciare una linea di abiti morning & evening capace di vestire uno sposo moderno ma attento ai canoni di un’eleganza maschile che non perda di vista le ultime tendenze. Abiti leggermente più corti e con revers classici, nelle tonalità del blu – autentico must have maschile della stagione – o nei più classici nero e grigio scuro, con tagli ad uno o due bottoni, completi di gilet coordinato, nello stesso tessuto dell’abito oppure a contrasto, dalla tinta unita in grigio perla ai micro disegni o piccole fantasie, sempre realizzati in pura seta. Abiti ad un petto e con revers stretti, con un fit più fashion o a doppio petto o con revers a lancia, per un classico tutto italiano, realizzati con tessuti di altissima qualità, fino ai più eleganti tight e demi-tight, che richiamano l’eleganza dello stile British, con giacche anche leggermente sciancrate, per esaltare la silhouette, in versione classica con pantalone rigato, giacca antracite e gilet abbinato, ma anche abiti monocolore, per sposi con un orientamento più moderno e contemporaneo.

Importantissimi i partner che, con il loro contributo, hanno reso speciale questa entusiasmante Wedding Night. Grandi professionisti del settore come Claudio Berrettoni e Gabriele Imbimbo che, insieme ad Eventecnica, hanno creato coinvolgenti scenografie luminose capaci di esaltare i contributi di Latini Design con le sue raffinate mise en place, dello Scatolificio Venturi con le eleganti gift box, di Fenix Bartendering che ha proposto gustosissimi cocktail, della Sartoria Floreale e de La Bottega del Fiore che hanno creato gli scenografici allestimenti floreali, di Luce Pura Wedding che ha realizzato le foto ed i video della serata allietata dall’intrattenimento musicale di Music Wedding Rome, di HM Eventi che ha curato l’animazione per più piccoli, di Sugar che ha deliziato i palati con un gustoso Candy Buffet, di Party Photo Boot e Art Service & More che hanno proposto divertenti momenti di intrattenimento, di Simone Amaro, il brillante look maker che ha curato l’immagine delle protagoniste della serata, di Wedding Stationery Italy che ha realizzato gli inviti, di Courtesy Travel Tour Operator con le sue accattivanti proposte per la luna di miele e di Casciani Fireworks, che ha chiuso l’evento regalando agli ospiti il coinvolgente spettacolo pirotecnico illuminando questa notte dedicata al wedding, che ha fatto sognare gli sposi in un luogo incantevole in cui è facile innamorarsi.




La ASL che vorrei – Una iniziativa della ASL Roma 1 per nuove idee e proposte dal punto di vista dei cittadini e degli operatori

Qual è l’azienda sanitaria che i cittadini vorrebbero avere o in cui gli operatori vorrebbero lavorare? Con un nuovo progetto la ASL Roma 1 invita le persone a cui sono rivolti i servizi dell’azienda e tutti coloro che lavorano nelle proprie strutture sanitarie ad un percorso partecipato.

Due ambiti distinti ma uniti da un unico sfidante obiettivo: quello di raccogliere idee e proposte per costruire un’azienda sempre più vicina alle persone e in un contesto di lavoro piacevole.

“Coinvolgere cittadini e operatori sanitari in un percorso partecipato riteniamo sia la strada giusta per offrire un servizio sanitario sempre migliore e soprattutto vicino alle esigenze dei cittadini” commenta l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Riteniamo che ci sia uno stretto legame tra la soddisfazione degli operatori e la qualità dei servizi resi ai cittadini, e capire meglio cosa è importante dai loro punti di vista può aiutarci a pensare nuove idee e soluzioni. Con questo progetto l’azienda si pone in ascolto e si apre alla partecipazione attiva di tutti coloro che ricevono assistenza o lavorano nelle nostre strutture” dichiara Angelo Tanese, Direttore Generale della ASL Roma 1.

Partecipare è facile, basterà compilare una scheda cartacea per proporre un’idea e inserirla nelle urne dedicate che saranno presenti nelle sedi territoriali o negli ospedali a gestione diretta della ASL Roma 1. È possibile anche partecipare on line, compilando un apposito form nella sezione presente sul portale www.aslroma1.it, dove inoltre sarà possibile seguire lo stato di avanzamento del progetto, trovare ulteriori informazioni e anche consultare le proposte pervenute da chi ha dato il consenso alla pubblicazione.

La ASL Roma 1 si impegna a verificare la fattibilità di tutte le proposte ricevute e a selezionare quelle che rispondono maggiormente ai criteri di condivisione, efficacia e innovatività, che saranno rese pubbliche e potranno essere inserite nella programmazione aziendale.

Ampia la rosa dei temi su cui inviare la propria idea entro il 31 maggio. Per chi utilizza i servizi della ASL: informazione e comunicazione, accesso ai servizi, modalità di presa in carico, qualità della relazione tra operatori e cittadini, comfort delle strutture e dei luoghi di cura, procedure più semplici, rispetto delle identità culturali; mentre per chi lavora per l’Azienda: organizzazione del lavoro, benessere e socializzazione, conciliazione vita-lavoro e crescita professionale.

Si ringraziano le Associazioni di Volontariato, le Organizzazioni Civiche, le Consulte e le Organizzazioni Sindacali, che sono state coinvolte per il contributo al buon esito dell’iniziativa.




Ferrara Film Festival – Quarta edizione 23-31 Marzo 2019 Partenza in grande il 23 Marzo con la Prima Assoluta Italiana di “The Prodigy”.

Lara Ferrara

Il Ferrara Film Festival inaugurerà la sua quarta edizione con un evento di lancio in grande stile. Sabato 23 Marzo il film di apertura “fuori concorso” sarà la Prima ufficiale Italiana assoluta del thriller americano “The Prodigy – Il Figlio Del Male”, diretto da Nicholas McCarthy e con un cast tra cui Jackson Robert Scott (“IT” e il prossimo “IT: Chapter Two” in uscita a fine anno), Taylor Schilling (protagonista della serie Netflix “Orange Is The New Black”) e Colm Feore (“Chicago”, “The Chronicles Of Riddick”, “Thor”). È prevista la presenza di ospiti illustri e internazionali assieme alle più alte cariche istituzionali locali. Il film è distribuito in Italia da Eagle Pictures e uscirà conseguentemente in tutte le sale Italiane il prossimo 28 Marzo. L’uscita del film negli Stati Uniti, avvenuta lo scorso 8 Febbraio, ha generato numerose recensioni positive da testate del calibro del “Los Angeles Times”, “Washington Post” e “Variety” dove il film viene celebrato sia dal punto di vista registico che narrativo.

Il festival proseguirà poi da Domenica 24 Marzo con la ricchissima agenda dei film in concorso (in totale 32 tra lungometraggi e cortometraggi), eventi giornalieri nella “Via Del Cinema”, Gala di beneficenza, un talk show dedicato e incontri con i professionisti del Cinema e Spettacolo che il festival chiama “Face To Face”. Proprio riguardo a questi ultimi, il primo round di Face to Face confermati dall’Italia arriva da Walter Nudo, Christian Marazziti (regista e attore), Rosario Petix (attore), Paola Lavini (attrice) e Jennifer Milan (fresca da X-Factor Italia e Amici di Maria De Filippi edizione 2008). Per quanto riguarda altri ospiti, nazionali e internazionali, la Direzione del festival mantiene ancora il più stretto riserbo.

Il 4º Ferrara Film Festival si concluderà con i Golden Dragon Awards, Domenica 31 Marzo alle ore 18:00, presso il Teatro Sala Estense in Piazza del Municipio a Ferrara, con la cerimonia di assegnazione dei Dragoni D’Oro per tutte le categorie dei film in concorso. L’ormai nota statuetta è fabbricata e assemblata direttamente a Los Angeles, a pochi passi dall’azienda che produce gli stessi Oscar. Alla cerimonia presenzieranno sia Walter Nudo, che si racconterà in maniera inedita al pubblico Italiano, sia Jennifer Milan con una strabiliante performance canora inedita.

L’appuntamento è quindi rinnovato nella Città di Ferrara, patrimonio mondiale dell’UNESCO, dal 23 al 31 Marzo 2019. La maggior parte degli eventi sarà incentrata tra il Cinepark Apollo e il Palazzo Della Racchetta (quartier generale FFF2019), sperando che la quarta edizione continui a crescere come quella conclusasi nel 2018 che ha visto raddoppiare, con quasi diecimila presenze totali, il pubblico rispetto all’edizione precedente.

Segnaliamo anche il trailer ufficiale del FFF2019, che ha generato oltre 20.000 visualizzazioni in sole 48 ore – https://www.facebook.com/ferrarafilmfestival/videos/346392272645632/

Dettagli e ulteriori info: www.ferrarafilmfestival.com




SALE presenta il 7 marzo a Roma “L’innocenza dentro me”.

SALE: “L’INNOCENZA DENTRO ME”

Uscita ufficiale: 1° marzo 2019

Presentazione live: 7 marzo a Roma al MARMO

 

 

Il primo marzo esce “L’innocenza dentro me”, l’opera prima di SALE (nella vita Eugenio Saletti), ventenne cantautore romano.

“L’innocenza dentro me” è un disco ricco di spunti e sonorità differenti, legati insieme – come un concept album – dal tema dei cambiamenti della vita: dieci tracce che raccontano il passaggio dall’adolescenza alla età adulta e le inevitabili difficoltà di relazionarsi con un mondo nuovo.

Multistrumentista (suona chitarra, basso, pianoforte e tastiere), SALE in questo primo lavoro intende far emergere le potenzialità del suo percorso artistico che attinge alla tradizione della canzone d’autore italiana, unita alla passione per il rock inglese e a sonorità elettroniche.

 

“L’innocenza dentro me” oltre a SALE che suona chitarre, basso, piano, tastiere, vede la partecipazione di Seby Burgio a piano e tastiere (già collaboratore di Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Mannarino, Mario Venuti, Roy Paci…), la coppia ritmica formata dal basso potente di Martina Bertini (Ermal Meta, Nathalie, Nesli, Alice Paba…) e la batteria di Filippo Schininà (Leo Pari, Giulia Anania, Barbara Eramo, Mimmo Locasciulli, Nidi D’Arac), la giovane voce di Cristina Cecilia con la quale duetta nel brano “Rimani” e l’apporto in due brani con testi di due cantautori, Lorenzo Lepore e Jacopo Troiani, dell’Officina Pasolini la scuola di alta formazione musicale diretta da Tosca che SALE frequenta da un anno.
La produzione artistica è del multistrumentista e compositore Stefano Saletti.
“L’innocenza dentro me”, l’opera prima di SALE è prodotto dalla storica etichetta indipendente Materiali Sonori ed è stato realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

 

Il disco verrà presentato dal vivo in prima assoluta a Roma al Marmo, il 7 marzo 2019 alle ore 21,30. In concerto accanto a SALE, voce e chitarra, suoneranno Simone Temporali al piano e tastiere, Martina Bertini al basso, Filippo Schininà alla batteria. Ospiti le voci di Cristina Cecilia e Lorenzo Lepore. L’ingresso è libero (con tessera 2 euro). MARMO. Piazzale del Verano, 71. Tel 06 4559 5904

 

Eugenio Saletti, SALE: Giovanissimo, SALE prende parte come attore e cantante al film tv per Rai Uno “Un matrimonio” diretto da Pupi Avati (2013), eseguendo diversi brani in scena e nella colonna sonora. Canta i brani della colonna sonora della miniserie tv “Mister Ignis. L’operaio che fondò un impero” andata in onda sempre su Rai Uno nel 2014. Dal 2015 partecipa attivamente al progetto internazionale della comunità di San Patrignano WeFree, effettuando dei laboratori di musica d’insieme realizzati nella sede della comunità.  Dal 2015 è chitarrista e cantante della formazione Caracas, gruppo fondato da Valerio Corzani e Stefano Saletti. Nel 2016 ha collaborato con la Banda Ikona, il gruppo di musica mediterranea diretto da Stefano Saletti, partecipando al tour di presentazione del nuovo disco “Soundcity”.
Nel 2017 partecipa alla realizzazione del CD “Ghost Tracks” di Caracas (Materiali sonori), nei quali canta due brani, esibendosi in diversi festival nazionali e internazionali. E’ ideatore e conduttore radiofonico del programma “Music On” per la Web Radio – “Radio Rossellini”.