Carmina Burana – Le Origini – Il grande incontro tra la musica classica e quella popolare

L’incontro tra la tradizione popolare e la musica colta: le musiche e i canti medievali originali dei Carmina integrati con la partitura di Carl Orff; l’unione di coro, pianoforte e percussioni sinfoniche con gli strumenti antichi e popolari.

Un grande ensemble che vuole tracciare un ponte tra storia e tradizione, cercando di riportare i canti religiosi o profani, scherzosi, amatori, satirici, blasfemi e mistici che compongono i Carmina Burana, alla loro dimensione originaria alla quale si ispirò Carl Orff per la sua omonima composizione nel 1937.

Con la direzione artistica di Nando Citarella, Stefano Saletti, Pejman Tadayon (Cafè Lotì), il progetto vuole riportare all’origine lo spirito di mosaico multilingue e multiculturale che animava i racconti e le storie narrate nel Codex buranus che prese successivamente il nome di Carmina Burana. Questi canti erano opera di chierici girovaghi, i cosiddetti goliardi o clerici vagantes sorta di menestrelli e cantastorie, che li composero tra il XII e il XIII secolo e vennero poi scoperti nell’abbazia di Benediktbeuern.

Per far emergere il contenuto assai vario dei temi trattati dai chierici, che andavano da poesie di indole dottrinale, religiosa, polemica ad altre che cantavano scene sacre fino ad arrivare a quelle che inneggiavano con accento schiettamente popolare all’amore, al vino e alla natura, si è deciso di attingere, oltre al latino e al tedesco, alle “lingue” delle varie tradizioni popolari, dal siciliano al napoletano al sabir la lingua del Mediterraneo.

Un progetto assolutamente originale che fa dei Carmina un unicum tra mondi musicali ed espressivi apparentemente differenti che, presentati in questa nuova veste, fanno comprendere e apprezzare il modo in cui la musica Occidentale colta ha saputo accogliere suggestioni della più varia provenienza, ed utilizzarle come un mezzo per rinnovarsi e reinventarsi.

Sul palco, oltre cento persone: un grande ensemble classico diretto dal Maestro Giovanni Cernicchiaro, composto da due voci liriche soliste, due pianoforti, percussioni sinfoniche e quattro cori, che dialogherà con gli strumenti e le voci della tradizione popolare diretti dal Cafè Lotì.

Uno spettacolo coinvolgente, introdotto dalla voce narrante di Massimo Popolizio che fa capire la forza della musica popolare come musica dell’incontro e diventa, nell’esecuzione trascinante dell’ensemble, un ponte tra passato e presente, tra musica “colta” e tradizionale.

Nel corso del concerto verranno eseguiti, in anteprima assoluta, i brani contenuti nel CD del Cafè Lotì “In Taberna”, il secondo lavoro discografico del trio, in uscita per l’etichetta Materiali Sonori.

CARMINA BURANA – LE ORIGINI
30 Luglio 2019 – Ore 21
Cavea, Auditorium Parco della Musica – Viale Pietro De Coubertin, 30 – Roma

Direzione artistica:
Nando Citarella, Stefano Saletti, Pejman Tadayon (Cafè Lotì)

con
Nando Citarella: voce, tammorre, chitarra battente, marranzano
Stefano Saletti: oud, lauta, bouzouki, voce
Pejman Tadayon: bamtar, ney, saz, voce

Voci naturali (in ordine alfabetico):
Barbara Eramo, Yasemin Sannino

Musici (in ordine alfabetico):
Pietro Cernuto: friscaletto, zampogna
Gabriele Coen: clarinetto, flauto
Carlo Cossu: violino
Giovanni Lo Cascio: percussioni

Direttore Ensemble Classico: Giovanni Cernicchiaro

Tactus Ensamble: percussioni
Coro Arké, Corale Polifonica Città di Anzio, Coro Accordi e Note, Coro Novum Convivium Musicum, Coro Monteverdi

Lucia Casagrande Raffi: soprano
Francesca Romana Iorio: mezzo soprano

Monaldo Braconi: pianoforte
Desirè Scuccuglia: pianoforte

Giochi di fuoco di Lucie Igniferi

Voce narrante: Massimo Popolizio




Loreena McKennitt Tour – Roma 25 luglio – Teatro Romano Ostia Antica

Con un nuovo album di inediti dal titolo Lost Souls (Quinlan Road), il 20 luglio, torna in Italia la cantautrice canadese Loreena McKennitt, con un tour estivo di sei date, lungo tutta la nostra penisola: Firenze, Milano, Udine, Macerata, Roma e Molfetta

Giovedì 25 luglio sarà a Roma, al Teatro Romano di Ostia Antica per la rassegna “Ostia antica Festival – Il Mito e il Sogno”

A circa dieci anni di distanza dalla pubblicazione del suo ultimo album di inediti, Loreena McKennitt sta presentando questo nuovo lavoro in giro per l’Europa, con un totale di 25 concerti attraverso dieci paesi tra cui Spagna, Germania e, appunto, Italia. Descrivendo lo spettacolo come “una delle migliori performance che la McKennitt abbia mai fatto”, la pubblicazione musicale canadese Spill magazine ha scritto: “La sua voce è più forte che mai e l’emozione che suscita mentre canta è oltre le parole… Semplicemente, uno dei migliori spettacoli dell’anno.”

La cantautrice ha origini irlandesi e scozzesi e sono state queste ad aver influenzato la sua musica, che trae ispirazione dalle canzoni celtiche popolari a cui lei aggiunge un tocco internazionale, con un risultato sorprendente ed apprezzato in tutto il mondo.

La sua musica è una miscela di sound celtico eclettico, pop, folk e world music che negli anni ha conquistato critica e pubblico. L’artista ha venduto infatti 14 milioni di album, vincendo dischi d’oro, di platino e multi-platino. Nominata due volte ai Grammy Awards, ha vinto due Juno, il premio alla carriera della Billboard International e si è esibita in alcuni dei teatri e luoghi storici più prestigiosi del mondo, dalla Carnegie Hall di New York al famoso Palazzo dell’Alhambra a Granada in Spagna.

Oltre alla sua carriera musicale, McKennitt si è impegnata per una serie di iniziative filantropiche, tra cui “The Cook-Rees Memorial Fund for Water Search and Safety”; è stata insignita nel 2004 dell’ “Order of Canada” e nel 2013 è stata nominata “Knight of the National Order of Arts and Letters” dalla Repubblica Francese ed è Colonnello onorario della Royal Canadian Air Force

In previsione di questo nuovo tour estivo Loreena ha affermato: “Sono entusiasta di tornare in alcuni dei posti già visitati negli anni passati e di rivedere persone incontrate durante i miei precedenti tour, ma anche di esibirmi in luoghi splendidi mai visti prima.”

La cantautrice sarà accompagnata dai musicisti Brian Hughes (chitarra, oud e bouzouki celtico), Caroline Lavelle (violoncello), Hugh Marsh (violino), Dudley Philips (contrabasso) e Robert Brian (batteria).




Capalbio libri e i “Musicisti per passione – The scoop jazz Band”- Mercoledì 17 luglio 2019 – Ore 21:00

Zig zag scalda i motori in vista di Capalbio Libri e lo fa con una delle sue carte più forti: la musica, protagonista mercoledì 17 luglio, a partire dalle ore 21:00, a Piazza Magenta, il fiore all’occhiello del borgo medioevale maremmano, tra i più belli d’Italia. Presenta l’evento l’attrice, e madrina di Capalbio Libri, Marta Mondelli. Dopo il successo dello scorso anno, tornerà infatti ad esibirsi The scoop jazz band, formazione di giornalisti musicisti uniti dalla passione per il jazz e il blues, che propone un sound innovativo con un repertorio misto di successi standard jazz e classici blues e swing, e reinterpretazioni originali sia sul versante ritmico che su quello melodico, che animerà con un particolarissimo ritmo le danze di tutta la piazza. Il concerto della band, che l’anno scorso si era fatta apprezzare tra l’altro anche per il pezzo introduttivo “Genova per noi”, dedicato alle vittime del crollo di Ponte Morandi, è un evento Zigzag Music realizzato da Zigzag srl, un’agenzia di comunicazione specializzata nella produzione di manifestazioni culturali e nella comunicazione d’impresa, fondata da Andrea Zagami e che a Capalbio da tredici anni organizza Capalbio Libri, il festival sul piacere di leggere, quest’anno in programma dal 26 luglio al 4 agosto.

Zigzag music è un’iniziativa che propone idee, performances, esplorazioni e laboratori. Nato nel 2018, è stato inaugurato dal concerto dell’Ultima Spiaggia, che ha visto esibirsi Elena Somarè, capace di incantare il pubblico con il suo fischio “magico” riscuotendo un successo straordinario. Le esibizioni sono poi proseguite con il concerto della The Scoop Jazz band, ospitata in Piazza Magenta. Oltre alle travolgenti esibizioni Zigzag music ha organizzato il ciclo di incontri “Tre conversazioni sul jazz con Stefano Zenni”, nella residenza di campagna La Capalbiola, per conoscere da vicino la storia del jazz. La new entry di quest’anno porta il nome dei “subba and the roots”, un gruppo musicale di giovanissimi amici che propone una musica versatile e creativa con l’unico obiettivo di trasmettere energia e far ballare chiunque. I Subba and the roots si esibiranno il prossimo 24 agosto a Capalbio Scalo.

The scoop jazz band nasce nel 2010 su iniziativa di Dino Pesole, chitarrista ed editorialista del Sole 24 Ore, del tastierista ed editorialista del QN Antonio Troise, del sassofonista Romano Petruzzi, consulente del lavoro, e di Stefano Sofi, giornalista del Messaggero, che tra il racconto di un fattaccio di cronaca nero e l’altro ha sempre trovato il tempo di suonare le sue percussioni. Al gruppo originario si uniscono le voci di Donatella Cambuli e Massimo Leoni, giornalista di SkyTg24. La sezione ritmica si potenzia poi con l’ingresso di Antonello Mango al basso e Guido Cascone alla batteria. Ed infine entrano nella band il sassofonista Sebastiano Forti e il trombettista Stefano Abitante.
Numerosi e celebri i palchi su cui la The Scoop Jazz Band si è esibita in questi anni. A partire dallo storico locale del Teatro Arciliuto a Roma, per poi suonare a Villa Piccolomini, al Lian Club, e all’Apartment Bar; e ancora al Rest Art Rome, presso le sedi di rappresentanza della Commissione Europea e del Parlamento europeo, e in occasione di importanti eventi istituzionali, convegni italiani e internazionali, tutte occasioni in cui gli artisti sono stati seguiti dal pubblico con crescente interesse e partecipazione.
È lo Spazio Europa con sede in via IV Novembre a Roma ad aver ospitato in più occasioni i concerti della Band: in particolare per gli eventi organizzati dalla Rappresentanza per la festa del Natale 2013 e 2014, mentre per la ricorrenza della Festa dell’Europa la band si è esibita in Piazza Testaccio e in Piazza del Popolo.
Solita offrire performance in occasione di iniziative culturali, la The Scoop Jazz Band è salita sui palchi di tutta Italia e non solo: a Roma e nel Lazio, in Emilia Romagna e anche a Napoli – nell’ottobre del 2014 – ad accompagnare l’Assemblea annuale delle Piccole e Medie imprese, organizzata dalla Commissione Ue. E ancora ha dato concerti presso l’Istituto italiano di Cultura e il Palazzo di Venezia ad Istanbul. A seguire la Band si è impegnata nelle serate al Cotton Club, al Circolo Montecitorio e al Foyer del Teatro San Carlo di Napoli; ha partecipato alla giornata organizzata dal Movimento europeo e dalla stessa Rappresentanza a Roma, e si è esibita nell’Aula Magna della Sapienza il 24 marzo 2017 in occasione dei sessanta anni dalla firma dei Trattati di Roma. Inoltre ha presenziato in un concerto organizzato dalla Camera dei Deputati il 19 giugno 2017 nella cornice del restaurato Chiostro di Vicolo Valdina, e alla serata organizzata il 21 giugno 2017 al Complesso museale Montemartini, in occasione della Festa europea della Musica. Infine le serate a Villa Ada e al Festival Jazz di Villa Celimontana.
Nel 2018 si segnalano i concerti all’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, al Gran Hotel Gianicolo e al Festival dell’Economia di Trento, le serate al Circolo Antico Tiro al Volo, al Circolo Golf Olgiata e a Todi.
www.scoopjazzband.eu




Grande esibizione a Roma di musica classica e canto lirico con Ayana Sambuu mezzosoprano coloratura e Victoria Khalilova pianoforte – In concerto con “Le Arie d’Opera più belle di sempre”

Ass.Cult. NEW OPERA DIMENSIONS
Presenta:
Un EVENTO ESCLUSIVO nella splendida cornice della SALA BALDINI :
A&V Elegance DUO LE ARIE D’OPERA Più BELLE DI SEMPRE…
Ayana Sambuu mezzosoprano coloratura / Victoria Khalilova pianoforte

Le due meravigliose artiste di musica classica e canto lirico, Ayana Sambuu mezzosoprano coloratura e Victoria Khalilova pianoforte, presenteranno il concerto lirico “Le Arie d’Opera più belle di sempre” nella splendida cornice della Sala Baldini a Roma , piazza di Campitelli n° 9 il 27 Luglio 2019 alle 18:30.
Una raccolta delle arie più amate e conosciute dal pubblico , dal barocco al periodo più recente : Gluck , Haendel, Rossini , Meyerbeer, Donizetti e Bellini ed alcune sorprese speciali per il pubblico non soltanto italiano,che verrà direttamente dall’ Asia , Russia, Francia ,Ukraina, New York ed Amsterdam.

Le artiste di musica lirica si sono conosciute nel 2014 al Beyond Music Festival di Benasque, SPAGNA.
Hanno collaborato insieme per diverse produzioni operistiche come “ La Cenerentola “ di G. Rossini ed “ L’Elisir d’amore “ di G. Donizetti con cast ed orchestre sinfoniche internazionali ; Gala Concerti ed altri eventi sotto la guida di importanti direttori d’orchestra italiani.

Insieme si sono esibite al Teatro di Villa Torlonia, Roma , Italia; al Teatro Academico di Opera e Balletto della Mongolia; al Palazzo Chigi di Formello , Roma , Italia; al Concert Hall della Filarmonica dello Stato della Mongolia; al Palazzo Zaragoza di Benasque, Spagna.

La celebre cantante Ayana Sambuu , il mezzosoprano coloratura, di fama internazionale vive e lavora a Roma, Italia. Si è formata soprattutto sotto la guida del Grande Maestro Paolo Montarsolo. Il suo repertorio include le opere di Mozart, Rossini, Bellini ed altri compositori e un vasto programma di arie barocche, arie e romanze italiane,russe, francesi, spagnole.
I ruoli più acclamati sono soprattutto delle opere di Rossini come Cenerentola ( La Cenerentola ) e Rosina (Il barbiere di Siviglia); è stata invitata come ospite speciale a numerosi programmi TV in Italia e Mongolia, è stata ospite speciale e cantante ad alcune presentazioni di EXPO Milano 2015.

Inoltre ha prestato la sua voce come colonna sonora per alcuni film fra i quali “ Bernini racconta Bernini”, regia di Andrés Arce Maldonado. Ha cantato nei teatri d’opera e in prestigiose sale da concerto e ha partecipato nelle presentazioni importanti in Italia, Mongolia, Gran Bretagna, Spagna, Grecia, San Marino, Francia, Cina e Hong Kong .
La straordinaria pianista Victoria Khalilova attualmente studia e lavora in Italia.
È la vincitrice di svariati concorsi internazionali per pianisti in Russia, Germania, Bulgaria, ha debuttato come pianista solista in Spagna e in Italia. Si è laureata al Conservatorio di S. Rachmaninov a Rostov, Russia,conseguendo i Diplomi di I e II livello in pianoforte e canto. Ha lavorato come pianista accompagnatrice nelle produzioni d’opere come “ La Cenerentola “ di G. Rossini e “ Elisir d’amore “ di G. Donizetti a Roma, Italia, Russia ed alcuni paesi asiatici.


Biglietti ed info : VIVATICKET.IT Pagina FB #newoperadimensionsromeitaly




Noa in concerto – Nel cuore dell’Umbria, il 28 agosto arriva una delle voci internazionali più emozionanti

Sul palco di Scheggino, nel cuore dell’Umbria, il 28 agosto arriva una delle voci internazionali più emozionanti, Noa: un’artista unica capace di cambiare ed evolversi in ogni progetto, mantenendo sempre il suo tratto distintivo elegante e raffinato. Nell’ambito del progetto “La voce della terra”, ideata e organizzata da Visioninmusica, l’interprete israeliana proporrà dal vivo, insieme al chitarrista, arrangiatore e direttore musicale Gil Dor, Or Lubianiker al basso e Gadi Seri alle percussioni, il suo nuovo progetto discografico, “LETTERS TO BACH” (Believe International).
Si tratta di un disco prodotto dal leggendario QUINCY JONES, in cui Noa riprende 12 brani musicali del compositore tedesco Johann Sebastian Bach e li arricchisce con le sue parole, grazie ai testi in inglese ed ebraico, ispirati a temi che spaziano dalla sfera personale a una più universale.
Una musica che va oltre i confini di genere musicale e della lingua, capace di parlare al cuore delle persone e di emozionarle, creando un punto di contatto tra di loro. Un omaggio al compositore tedesco unita alla capacità di sperimentare di un’artista che in 28 anni di attività ha saputo attraversare stili e argomenti, sempre in perfetta armonia tra di loro.

I biglietti sono già disponibili sul circuito Vivaticket:
https://www.vivaticket.it/ita/event/noa-letters-to-bach/133848

“La voce della Terra” è un progetto incentrato sull’incontro tra territorio e linguaggi artistici per valorizzare i borghi della Valnerina e in particolare quelli colpiti dal terremoto, aprendo al contempo lo sguardo su nuovi orizzonti di sviluppo responsabile e maggior qualità nell’offerta turistica integrata. Il concerto di Noa si inserisce in un programma musicale che negli scorsi due anni si collegava intrinsecamente a “Il Jazz italiano per le Terre del Sisma”, l’evento di solidarietà nato per iniziativa del MIBAC e del mondo dello spettacolo al fine di mantenere alta l’attenzione sulle comunità colpite dai tragici eventi sismici del 2016, e che ora, proprio con “La voce della terra” punta a muoversi nella direzione di una rinascita complessiva del territorio che passi anche e soprattutto attraverso la valorizzazione della cultura e dello sviluppo turistico. Nella rassegna, pensata per i territori del comune di Scheggino e Sant’Anatolia di Narco, il jazz e le sue contaminazioni si fonderanno per due giorni con la natura, storia, cultura ed enogastronomia, coinvolgendo non solo musicisti, giornalisti e professionisti del settore, ma anche le associazioni locali, la pro loco e i produttori agricoli ed economici del territorio, al fine di dare vita a un cartellone di appuntamenti in grado di rispondere a diversi target di pubblico e a contribuire ad un nuovo trend di rinascita turistica per la Valnerina.
Maggiori dettagli a breve sul sito: www.visioninmusica.com

NOA
Cresciuta tra Yemen, Israele e Stati Uniti, Achinoam Nini in arte Noa, è una cantautrice, poeta, compositrice, percussionista, relatrice, attivista e madre di tre bambini.
Insieme al suo storico collaboratore musicale Gil Dor, stimato musicista e co-fondatore della Rimon School of Music, Noa ha pubblicato 15 album e si è esibita nei luoghi più importanti e prestigiosi del mondo come la Carnegie Hall e la Casa Bianca e ha cantato per tre Papi. Cresciuta artisticamente sotto la guida di Pat Metheny e Quincy Jones, ha condiviso il palco con leggende come Stevie Wonder, Andrea Bocelli e Sting.
Oltre che per la sua prolifica attività musicale, in Israele Noa è nota anche per essere la più importante sostenitrice culturale del dialogo e della convivenza nel Paese con la sua “voce della pace”.
Tra i tanti premi che ha ricevuto figurano: Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (una delle onorificenze più importanti del Paese), Pellegrino della Pace da parte dell’Ordine Francescano di Assisi (premio assegnato in passato a Bill Gates e Madre Teresa) e il Christal Award del Forum Economico Mondiale.
Noa è la prima ambasciatrice israeliana dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura e fa parte di numerose organizzazioni a favore dei diritti umani e della pace in Israele e in tutto il mondo.
www.noasmusic.com
https://www.facebook.com/AchinoamNini

NOA voce e percussioni
GIL DOR chitarra e direzione musicale
OR LUBIANIKER basso elettrico
GADI SERI percussioni




Al via un week end all’insegna della musica – “Festa della Musica di Roma” a Palazzo delle Esposizioni, Mattatoio e Macro Asilo

In occasione della Festa della Musica di Roma 2019 il 21 giugno l’Azienda Speciale Palaexpo presenta tre eventi gratuiti uno a Palazzo delle Esposizioni, un altro al Mattatoio.
e un altro al Macro Asilo. Nello spazio della rotonda del Palazzo delle Esposizioni alle 20.00, alle 21 e alle 22 è in programma ALEAtology, una performance musicale che nasce da una riflessione sul valore che ha avuto la lunga e appassionata ricerca musicale e vocale di Demetrio Stratos e Cathy Barberian. I due musicisti in scena, Marco Sinopoli alla chitarra e alla tastiera e Daphne Nisi, alla voce e agli effetti, rivisiteranno alcuni brani con l’ausilio di strumenti ed effettistica dalle sonorità moderne e inusuali. Alla performance prenderanno parte alcuni dei migliori studenti del conservatorio di Santa Cecilia che si cimenteranno nell’esecuzione di composizioni estemporanee e nell’improvvisazione vocale in un cerchio esteso e interattivo con il pubblico. L’esibizione esplorerà generi musicali diversi, dalla la micropolifonia di Ligeti all’improvvisazione jazz, passando per Cage, Maderna e Berio.

L’intento è quello di esplorare e mettere in evidenza l’importanza dell’improvvisazione e della ricerca in musica e quanto questo contribuisca alla crescita espressiva e all’evoluzione artistica e non solo. Attraverso l’utilizzo di varie tecniche e vari stili ispirati da pensieri e citazioni di personaggi che lungo la storia si sono confrontati con l’argomento, il pubblico si immergerà in un flusso sonoro che andrà da un brano all’altro, passando per varie epoche e vari generi musicali, in un viaggio all’insegna della sperimentazione.

Sempre venerdì 21 giugno al Teatro 1, de La Pelanda del Mattatoio sarà possibile partecipare allo spettacolo “Racconti Americani” un progetto della compagnia Muta Imago che unisce tre “racconti per suoni e immagini” ispirati ad altrettante opere letterarie, che saranno presentati uno di seguito all’ altro, per offrire una esperienza immersiva originale.

Lo spettacolo intende restituire a una dimensione orale e visiva immersiva lo spirito di tre grandi storie di autori nordamericani, scritte a metà del XIX e del XX secolo. Le tre storie sono legate dal tema del conflitto. “Fare un fuoco” di Jack London, nel presentare la vicenda di un uomo che cerca di sopravvivere al freddo dell’Alaska, parla del conflitto tra l’uomo e la natura. “Bartleby” di Herman Melville, che ha per protagonista un giovane scrivano che da un certo momento in poi rifiuta di fare alcunché, ci racconta del conflitto tra l’uomo e la società. “The River”, liberamente tratto dal racconto “Il nuotatore” di John Cheever è un salto improvviso nella contemporaneità, che affronta la questione del conflitto tra l’uomo e se stesso, nel racconto del viaggio attraverso una calda giornata d’estate suburbana. Ognuno di questi “racconti per suoni e immagini” è presentato all’interno di una installazione scenografica particolare costruita in relazione al tema specifico. Li accomuna la stessa modalità di restituzione: una voce narrante, una colonna sonora e un video originali. La volontà è quella di creare esperienze immersive che puntino a suscitare una piena immedesimazione tra gli spettatori e i protagonisti dei racconti e a riscoprire la bellezza della dimensione orale, della semplice narrazione di una storia.

Muta Imago è una compagnia teatrale e un progetto di ricerca artistica nato a Roma nel 2006 e che lavora tra la Capitale e Bruxelles. È guidata dalla regista Claudia Sorace e da Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. È composta da tutte le persone che sono state, sono e saranno coinvolte nella realizzazione dei lavori.

È alla continua ricerca di forme e storie che mettano in relazione la sfera dell’immaginazione con quella della realtà presente, umana, politica e sociale. Per questo realizza spettacoli, performance,

installazioni, dove lo spazio è quello del rapporto e del conflitto tra l’essere umano e il suo tempo.

Al Macro Asilo è in programma nel Foyer dalle 19 alle 20 “B(L)(E)(E)(N)DINGS” la performance musicale di Luca Forcucci, un evento realizzato con il supporto di Pro Helvetia, Fondazione Svizzera per la cultura e Fondazione Nicati-de Luze. Un incontro tra la musica elettroacustica e gli strumenti indigeni del Sud Africa e di Lesotho, risultato di tre anni di collaborazioni e ricerche musicali in Mozambico, Eswatini, Limpopo, Johannesburg, Pretoria, Cape Town, Durban e East Coast.

Durante il concerto saranno proiettati dei video inediti in 16mm girati negli anni ’70 in Sud Africa e Lesotho, a

cura di Phill Niblock.

INFORMAZIONI
21 giugno –

Festa della Musica di Roma 2019
WWW.FESTADELLAMUSICAROMA.IT

Palazzo delle Esposizioni – Rotonda

Ingresso libero

via Nazionale 194

www.palazzoesposizioni.it

ore 20:00, 21:00 e 22:00

ALEAtology – esperimenti sonori

Demetrio e Cathy ai tempi della loop station

a cura del Dipartimento di Canto jazz del Conservatorio di Santa Cecilia

Laboratorio di Canto diretto dal M* Carla Marcotulli

Performance con:

Daphne Nisi – Voce, effetti

Marco Sinopoli – Chitarra, tastiera

e la partecipazione di: Paola Bivona, Tiziana Cavone, Giordana Gorla, Anna Incontro, Veronica Marini, Federica Mazzagatti, Beatrice Patricola, Chiara Piccione, Veronica Santonaso, Katia Valente

Special Guest: Carla Marcotulli

MATTATOIO

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Roma, Piazza Orazio Giustiniani 4

www.mattatoioroma.it

MUTA IMAGO “Racconti Americani”

19:30 Fare un fuoco

20:30 Bartleby

21:30 The River

Ideazione Muta Imago

regia Claudia Sorace

drammaturgia e voce narrante Riccardo Fazi

video Maria Elena Fusacchia

musiche originali V. L. Wildpanner

Macro Asilo
Ingresso Gratuito
Roma, Via Nizza 138
www.museomacro.it

Dalle 19 alle 20
“B(L)(E)(E)(N)DINGS”

di Luca Forcucci

con il supporto di Pro Helvetia, Fondazione Svizzera per la cultura e Fondazione Nicati-de Luze

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO

www.palaexpo.it




Celimontana Village – L’estate romana si riempie di Musica con più di 100 concerti dal 1° giugno al 10 settembre 2019

IL FESTIVAL JAZZ CON PIÙ AFFLUENZA D’EUROPA più di 100 concerti dal 1° giugno al 10 settembre 2019, media Partner Ufficiale della Rassegna Dimensione suono soft.

Un’estate romana che si riempie di musica, cultura ed eleganza con la quarta edizione del Village Celimontana, rassegna organizzata dal Cotton Club che avrà luogo dal 1° giugno fino al 10 settembre 2019. Dopo l’enorme successo della passata stagione, dichiarato il Festival Jazz con più affluenza d’Europa, torna uno degli appuntamenti più attesi dell’estate che proporrà più di 100 concerti live e un programma di grande livello. Un festival, dunque, che vedrà alternarsi sul palcoscenico i grandi musicisti jazz, formazioni swing e manouche, offrendo spettacoli di tango e alcune delle più interessanti big band italiane. Scenario ideale per questa kermesse, una location elegante e suggestiva che richiama il fascino della vecchia Roma e che per l’occasione sarà allestita in uno stile integrato alla bellezza di una villa che è tornata a proporre musica di qualità. L’offerta culinaria è adatta alle serate estive romane, con la Pinsa, la griglieria e i frittini freschi al cartoccio come la migliore tradizione romana. Media-Partner della rassegna sarà Dimensione suono soft.

APERTURA: La giornata di apertura della rassegna, ovvero il 1° giugno 2019, sarà affidata al sassofono del grande Javier Girotto insieme al pianoforte di Natalio Mangalavite. Un duo argentino che da anni vive in Italia e che con il progetto “Estandars” darà inizio ad un Festival di oltre 100 concerti attraverso la poesia della sua musica ed il carattere inconfondibile della sua terra, l’Argentina.

NAT KING COLE: Il Festival del 2019 è caratterizzato dalla celebrazione di uno dei più carismatici personaggi della musica mondiale, Nat “King” Cole che nasceva esattamente 100 anni fa nel 1919. Il Village Celimontana farà gli auguri alla sua maniera: ogni sera i musicisti dedicheranno un pezzo a questo musicista unico e “Unforgettable”, un grandissimo pianista e cantante, a cui tanti si sono inspirati, tra cui anche artisti italiani, uno su tutti, Luigi Tenco, a cui il talentuoso e giovane cantautore Saverio Martucci dedicherà alcuni brani. Ogni mese verrà dedicato un intero evento a partire dal concerto di Claudio “Greg” Gregori con Max Pirone ed il suo sestetto nel mese di giugno, Larry Franco e Dee Dee Joy che da anni cantano Nat e Natalie Cole nel mese di luglio, Silvia Manco e Davide Palma ad agosto e Marco Ricciardi che chiuderà il Festival a settembre con un’orchestra dalla sezione di archi a suggellare la grandezza del personaggio.

LE BIG BAND: Il Village Celimontana è da sempre la casa delle Big Band che trovano il loro spazio per esibirsi. Emanuele Urso sarà l’unico ad avere uno spazio continuo il Venerdì dove porterà 6 volte la sua incredibile Big Band, il Maestro Claudio Pradò il giorno della festa della Repubblica con il suo Hard Bop dell’Artidee Jazz Orchestra, i Soulpeanuts, la Ialsaxophone Jazz Ensemble, la Lake Jazz Orchestra, la Cotton Club Orchestra del Maestro Remo Izzi, la Bixi Big Band di Carlo Capobianchi, l’orchestra di Marco Ricciardi con i suoi archi ed I Soliti Ignoti, la Big Band del Maestro Aldo Bassi. Anche il Gospel di altissima qualità di Antonella Cilenti e i suoi Phonema Gospel singers.

SERATE SOCIAL: Tante le “serate dedicate al sociale” a partire dal primo appuntamento con La Nazionale Jazzisti Italiani Onlus mercoledì 5 Giugno con una raccolta in favore di un jazzista, calciatore della Nazionale, che ha avuto un grave problema di salute. Max Maglione organizzerà una raccolta fondi il 16 giugno a favore dell’Associazione Onlus Peter Pan con la partecipazione straordinaria di Fabrizio Bosso per una raccolta di beneficenza al fine di aiutare i bambini affetti da malattie onco ematologiche. Altro evento di grande rilievo sarà quello del 21 giugno in occasione della Festa della Musica, durante questa giornata Village Celimontana organizzerà una raccolta fondi attiva e concerti dalle 16:00 alle 24:00 oltre ad una raccolta di beni di prima necessità per il Venezuela grazie alla collaborazione con l’Associazione “Venezuela, piccola Venezia”.

ROMAN CLASSIC JAZZ FESTIVAL: Lino Patruno è “lo” storico musicista, sia per la sua grande connessione alla musica Jazz tradizionale sia per la sconfinata cultura e conoscenza di aneddoti e circostanze legate a questo periodo di musica. E’ sufficiente pensare che Pupi Avati lo chiamò a collaborare per il film “Bix, un ipotesi leggendaria” proprio perché nessuno come lui conosceva la storia di Bix Beiderbecke e Jo Venuti. Ecco quindi una settimana dedicata al grande Jazz tradizionale, Lino Patruno presenta il Roman Classic Jazz Festival dal 30 Luglio al 4 Agosto. Il grande Jazz di un secolo fa prenderà vita partendo dalla colonna sonora, firmata da Duke Ellington, del film Cotton Club della Big Band del Maestro Remo Izzi ai frizzanti Hot Stompers; dal quartetto Swing con i tanti ballerini che animeranno la serata dell’americano Michael Supnick alla Big Band stile Benny Goodman del fenomeno Emanuele Urso; dall’interpretazione elegante e musicale di Riccardo Mei, accompagnato dalla Big Band del Maestro Carlo Capobianchi, del grande Frank Sinatra al magico Dixieland del Banjo di Lino Patruno nel suo Jazz show. Uno storico Festival nel Festival per ricordare la grande musica Swing ed i più grandi interpreti.

CELIMONTANGO TUTTI I LUNEDÌ: E’ una rassegna dedicata al Tango ballabile da “Milonga” che quest’anno sarà impreziosita con dei live. La serata comincerà con la lezione di Tango dei maestri più rinomati a Roma, Francesca Del Buono e Santiago Castro che insegneranno anche come ballare con i concerti dal vivo: una novità assoluta offerta da Celimontango. Le serate saranno caratterizzate dal ballo, dalla musica dal vivo e dalla musica dei “musicalizzatori”, i dj del Tango, nella classica sequenza di Tande. In programma le giovanne Las Maripositas un gruppo tutto al feminile e Tango Crew della cantante e attrice Vera Dragone.

SWING SWING SWING TUTTI I MARTEDÌ: E’ una rassegna dedicata al ballo Swing, il Lindy hop, il Charleston, il Tip Tap. Molti verranno vestiti in stile Vintage. Le serate cominceranno sempre con una lezione gratuita offerta dalle migliori scuole di Roma, una lezione “primi passi” per mettere in condizione di ballare anche chi non lo ha mai fatto. Le lezioni si svolgeranno al centro della pista. Seguirà il concerto dal vivo che sarà ballato da tutti i ballerini ed il Dj set Swing a cura di Dj Arpad, il tutto sarà coordinato dalla madrina della serata Lalla Hop che darà la cadenza giusta dettando il susseguirsi dei tempi.

BEVO SOLO ROCK’N’ROLL UN GIOVEDì AL MESE: E’ la rassegna dedicata al Rock’n’roll anni ’50, per chi ama ballare nello stile Grease e American Graffiti, molti si vestono in stile e il Village Celimontana sarà ricco di animazioni anni ’50 come hula-hoop, giubox, surf meccanico, zucchero filato e pop corn, per ricreare l’atmosfera adatta. Le serate cominceranno con le lezioni gratuite offerte dalle migliori scuole romane ed a seguire il doppio concerto, uno alle 21 e l’altro alle 22,15.

INTERNATIONAL VILLAGE CELIMONTANA: Village Celimontana sarà anche uno spazio dedicato alla musica internazionale, dalla Francia avremo le serateED Gipsy Manouche di Leila Duclos, les Petits Papiers e les Chats Noirs, ed il Jazz internazionale di Jean Sebastien Simonoviez (Francia) e Jacob Dinesen (Danimarca), dall’argentina Javier Girotto e Natalio Mangalavite dagli USA Noreda Graves ed il suo Soul e Fatimah Provillon degli Smoking Cats, dalla Norvegia Nina Pedersen che presenterà il suo nuovo progetto.

I GIOVANI TALENTI: Spazio ai giovani talenti emergenti, Federica Michisanti presenta Itchy quartet, Jacopo Ferrazza presenta Theater, Matteo Cidale e Valerio Vantaggio con 2 batterie sul palco presentano Batteriology, Vittorio Cuculo, stella emergente del Sax tenore presenta Between e poi Federico Bosio, Davide Palma, i Newtones e tanti altri. Giovanni Cicchirillo, Lorenzo Soriano, Federico Mazzola, Federico Colalelli sono alcuni dei tanti ragazzi che invece suonano nelle orchestre.

I GRANDI DEL JAZZ: Non mancano i grandi nome del Jazz italiano che hanno sempre partecipato alle magiche serate di Villa Celimontana, Dado Moroni e Max Ionata con “Two for Stevie”, Maurizio Giammarco con “Trad with Trap”, Marcello Rosa ed il suo vocabolario Jazz, Gianni Oddi e la sua orchestra di sax “Ialsaxophone”, il dolce Clarinetto di Bepi D’Amato ci ricorderà Artie Shaw, ed il virtuoso sax di Carlo Atti, Michele Pavese ed il suo trombone Dixieland per un tributo allo scomparso Carlo Loffredo.

ED INOLTRE: Max Paiella verrà 2 volte con i suoi Rabbits, David Riondino con il “Decameron canzoni e storie”, Gigì e Al Bianchi con il loro Great Show, Stefano Reali e Pamela D’Amico ci racconteranno dell’incredibile vena compositiva di Tom Jobim, Cristiana Polegri di Gene Kelly, Stefano Abitante interpreterà Fred Buscaglione. Infine un evento unico con la proiezione del film di Stefano Landini dedicato a Petito e Picchi Pignatelli “Cocktail Bar” gestori del mitico Music Inn in cui hanno suonato i più grandi del Jazz mondiale: l’evento prenderà piede domenica 21 luglio ed a seguire si terrà il concerto della Colonna sonora originale del film composta da Massimo Fedeli ed interpretata dal suo quintetto.

ROMA NON FA LA STUPIDA STASERA: Tutte le domeniche di giugno l’appuntamento è con il Format “Roma non fa la stupida stasera”, serata che prevede un intrattenimento musicale e teatrale con il Trio Monti ed i Fuorisync. Testi e regia di questo spettacolo sono di Maurizio Francabandiera, ottimizzazione Antonella Venanzi. Cinque domeniche in cui non mancheranno tanti ospiti a sorpresa tra comici, attori e artisti.

IL FOOD & BEVERAGE: Tante le soluzioni e tutte romane, si parte dalla Pinsa romana passando per i “frittini” al cartoccio fino alla “griglieria” espressa. I dolci artigianali dalla Creperia ai Waffel fino alla frutta fresca e cornetteria notturna. Dai sapori locali ci spostiamo verso il Nord Europa con l’azienda Kissmeyer, brand tedesco pluripremiato, che sarà presente con un’offerta di dieci birre artigianali di grande livello e con Okologisk, birra danese, e la sua bionda biologica.

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

Villa Celimontana

Via della Navicella, 12

3490709468

www.villagecelimontana.it

Dal 1° giugno al 10 settembre

Inizio concerti ore 22:00

Ingresso free

PROGRAMMA:

OGNI LUNEDÌ – CELIMONTANGO

OGNI MARTEDÌ – SERATA SWING SWING SWING

Scuola di ballo con lezione gratuita ore 20:30

Concerto Live ore 22:00

TUTTI I GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO E DOMENICA DI GIUGNO E LUGLIO

DUO LIVE ore 19:00 – a cura delle migliori scuole di musica di Roma

A seguire Main Concert ore 22:00

SABATO 1° GIUGNO

JAVIER GIROTTO & NATALIO MANGALAVITE – ESTANDARS

JAZZ ARGENTINO

DOMENICA2 GIUGNO

ARTIDEE BIG BAND – DIRETTA DA CLAUDIO PRADO’

HARD BOP

LUNEDI’ 3 GIUGNO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 4 GIUGNO

SWING SWING SWING – BOTTA BAND

SWING

MERCOLEDI’ 5 GIUGNO

NAZIONALE ITALIANA JAZZISTI – CONCERTO DI BENEFICIENZA

JAZZ, FUNK, R’n’B

GIOVEDI’ 6 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 21:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – PEGGY SUE & THE DYNAMITES

ROCK’N’ROLL ANNI ‘50

ORE 22:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – FOUR VEGASROCK’N’ROLL ANNI ‘50

VENERDI’ 7 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING BIG BAND

SABATO 8 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – VITTORIO CUCULO – BETWEEN

JAZZ BE BOP

DOMENICA 9 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – MAX PAIELLA & THE RABBITS

SWING

LUNEDI’ 10 GIUGNO

CELIMONTANGO – LAS MARIPOSITAS

TANGO

MARTEDI’ 11 GIUGNO

SWING SWING SWING – DIXIE FLYER PASSENGERS

SWING

MERCOLEDI’12 GIUGNO

MICHAEL SUPNICK & SWEETWATER JAZZ BAND

DIXIELAND

GIOVEDI’ 13 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – GRUPPO “B” – THE MUSIC OF VIRGILIO FRATERNALI

JAZZ

VENERDI’ 14 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” ORCHESTRA

SWING

SABATO 15 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – NINA PEDERSEN – EYES WIDE OPEN

JAZZ

DOMENICA 16 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – MAX MAGLIONE FEAT FABRIZIO BOSSO – PETER PAN ONLUS

JAZZ

LUNEDI’ 17 GIUGNO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 18 GIUGNO

SWING SWING SWING – SEBASTIEN CHAUMONT QUARTET

SWING

MERCOLEDI’19 GIUGNO

AL & GIGI’ – THE GREAT SHOW

BROADWAY

GIOVEDI’ 20 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22.00 – BATTERIOLOGY FEAT ANDREA BIONDI

JAZZ

VENERDI’ 21 GIUGNO

ORE 16:00 – FESTA DELLA MUSICA

ORE 22:00 – GREG & THE MAKIN’ SWING SEXTET

SWING

SABATO 22 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

FEDERICO BOSIO GROUP

JAZZ FUSION

DOMENICA 23 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – STEFANO REALI & PAMELA D’AMICO – TI RACCONTO TOM JOBIM

BOSSANOVA

LUNEDI’ 24 GIUGNO

CELIMONTANGO – TANGO CREW

TANGO

MARTEDI’ 25 GIUGNO

SWING SWING SWING – OLD FRANK

SWING

MERCOLEDI’ 26 GIUGNO

IALSAXOPHONE – DIRETTA DA GIANNI ODDI

HARD BOP

GIOVEDI’ 27 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

FEDERICA MICHISANTI ITCHY QUARTET

JAZZ CONTEMPORANEO

VENERDI’ 28 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING

SABATO 29 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – SAVERIO MARTUCCI FEAT ALLESSANDRO TOMEI

IL MIRACOLO DEL GIORNO

CANTAUTORE

DOMENICA 30 GIUGNO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – LAKE JAZZ ORCHESTRA

BE BOP BIG BAND

LUNEDI’ 1° LUGLIO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 2 LUGLIO

SWING SWING SWING – THE SWING BARRIQUES PLUS

SWING

MERCOLEDI’ 3 LUGLIO

MAX PAIELLA & THE RABBITS

SWING

GIOVEDI’ 4 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 21:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – THE PARTNERS IN CRIME ROOTS

ROCK’N’ROLL ANNI ‘50

ORE 22: 00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – RED WAGONSROCK’N’ROLL ANNI ‘50

VENERDI’ 5 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING BIG BAND

SABATO 6 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – BEPI D’AMATO – ARTIE SHAW TRIBUTE

SWING

DOMENICA 7 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – PHONEMA GOSPEL SINGERS

GOSPEL POP

LUNEDI’ 8 LUGLIO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 9 LUGLIO

SWING SWING SWING – CONOSCI MIA CUGINA

SWING

MERCOLEDI’ 10 LUGLIO

DAVID RIONDINO FEAT MAURIZIO FIORILLA – DECAMERON: CANZONI E STORIE

SWING

GIOVEDI’ 11 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – STEFANIA PATANE’ – NEW FOCUS

JAZZ E SICILIA

VENERDI’ 12 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING

SABATO 13 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – ANDREA PAGANI QUINTET – BLUE

SMOOTH JAZZ

DOMENICA 14 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – CARLO ATTI QUARTET FEAT PAT SENATORE

JAZZ MODALE

LUNEDI’ 15 LUGLIO

CELIMONTANGO – LAS MARIPOSITAS

TANGO

MARTEDI’ 16 LUGLIO

SWING SWING SWING – GIANLUCA GALVANI SWING QUARTET

SWING

MERCOLEDI’ 17 LUGLIO

ADIKA PONGO

SOUL FUNK

GIOVEDI’ 18 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – MAMA’S BLUE ROSE BAND

SWING ANNI ‘20

VENERDI’ 19 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” JAZZ ORCHESTRA

SWING BIG BAND

SABATO 20 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – JACOPO FERRAZZA – THEATER

JAZZ MODERNO

DOMENICA 21 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 21:00 – PROIEZIONE FILM: COCKTAIL BAR

ORE 22.30MASSIMO FEDELI QUINTET – COLONNA SONORA “COCKTAIL BAR”

JAZZ SOUNDTRACK

LUNEDI’ 22 LUGLIO

CELIMONTANGO – TANGO CREW

TANGO

MARTEDI’ 23 LUGLIO

SWING SWING SWING – JAZZ VIPERS FEAT LARA LUPPI

SWING

MERCOLEDI’ 24 LUGLIO

THE WAIKIKI LEAKS – SWING LUAU

HAWAIAN SWING

GIOVEDI’ 25 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – CRISTIANA POLEGRI – OMAGGIO A GENE KELLY

BROADWAY

VENERDI’ 26 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 – EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING

SABATO 27 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

ORE 22:00 JAKOB DINESEN & JEAN-SEBASTIEN SIMONOVIEZ QUINTET

JAZZ WORLD

DOMENICA 28 LUGLIO

ORE 19:00 – DUO LIVE – JAZZ

LARRY FRANCO – UNFORGETTABLE NAT & NATALIE

JAZZ VOCALE

LUNEDI’ 29 LUGLIO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 30 LUGLIO

SWING SWING SWING – MICHAEL SUPNICK QUARTET

SWING

MERCOLEDI’ 31 LUGLIO

COTTON CLUB ORCHESTRA – DUKE ELLINGTON “COTTON CLUB” SOUDTRACK SWING

GIOVEDI’ 1° AGOSTO

LINO PATRUNO JAZZ SHOW

DIXIELAND

VENERDI’ 2 AGOSTO

EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” ORCHESTRA

SWING

SABATO 3 AGOSTO

MEI & BIXIE BIG BAND – RICCARDO MEI CANTA SINATRA

JAZZ VOCALE

DOMENICA 4 AGOSTO

HOT STOMPERS

SWING

LUNEDI’ 5 AGOSTO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 6 AGOSTO

SWING SWING SWING – HAPPY FEET SWINGIN’BAND

SWING

MERCOLEDI’ 7 AGOSTO

CLAUDIA MARSS – PROGETTO RAIZES

LATIN JAZZ

GIOVEDI’ 8 AGOSTO

ORE 21:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – CALTIKI – ROCK’N’ROLL ANNI ‘50

ORE 22:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – MARCO LIOTTI & FIFTY FIFTY

ROCK’N’ROLL ANNI ‘50

VENERDI’ 9 AGOSTO

EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING

SABATO 10 AGOSTO

MAURIZIO GIAMMARCO – TRAD WITH A TRAP

JAZZ

DOMENICA 11 AGOSTO

MARCELLO ROSA & FILIPPO LA PORTA – ARTE SINCOPATA

JAZZ E PAROLE

LUNEDI’ 12 AGOSTO

CELIMONTANGO – LAS MARIPOSITAS

TANGO

MARTEDI’ 13 AGOSTO

SWING SWING SWING – PAOLA RONCI & THE REEFERMEN

SWING

MERCOLEDI’14 AGOSTO

NOREDA GRAVES BAND – BUTTERFLY TOUR

SOUL

GIOVEDI’ 15 AGOSTO

DADO MORONI & MAX IONATA – TWO FOR STEVIE

JAZZ

VENERDI’ 16 AGOSTO

EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” ORCHESTRA

SWING BIG BAND

SABATO 17 AGOSTO

MARCO GUIDOLOTTI & NICOLA STILO

IMMORTAL SOUNTRACK OF ENNIO MORRICONE

DOMENICA 18 AGOSTO

ROMAN CLASSIC JAZZ HERITAGE DI MICHELE PAVESE

DIXIELAND

LUNEDI’ 19 AGOSTO

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 20 AGOSTO

SWING SWING SWING – SWINGIN’FAT CATS

SWING

MERCOLEDI’ 21 AGOSTO

FRED BUSCAGLIONE E I SUOI ASTERNOVAS

SWING ITALIANO

GIOVEDI’ 22 AGOSTO

LES CHATS NOIRS

CANZONE FRANCESE

VENERDI’ 23 AGOSTO

EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” BIG BAND

SWING

SABATO 24 AGOSTO

SILVIA MANCO & DAVIDE PALMA – NAT KING COLE & NATALIE COLE

JAZZ VOCALE

DOMENICA 25 AGOSTO

LEILA DUCLOS GIPSY QUARTET

JAZZ MANOUCHE

LUNEDI’ 26 AGOSTO

CELIMONTANGO – TANGO CREW

TANGO

MARTEDI’ 27 AGOSTO

SWING SWING SWING – LES PETITS PAPIERS

SWING MANOUCHE

MERCOLEDI’ 28 AGOSTO

I SOLITI IGNOTI BIG BAND

SOUNDTRACK

GIOVEDI’ 29 AGOSTO

SMOKING CATS

NU SOUL

VENERDI’ 30 AGOSTO

SISTERS

JAZZ VOCALE

SABATO 31 AGOSTO

SAMANTHA IORIO – A LADY IN SOUL

SOUL

DOMENICA 1° SETTEMBRE

SCOOP JAZZ BAND

JAZZ

LUNEDI’ 2 SETTEMBRE

CELIMONTANGO – LAS MARIPOSITAS

TANGO

MARTEDI’ 3 SETTEMBRE

SWING SWING SWING – STICKY BONES

DIXIELAND

MERCOLED’ 4 SETTEMBRE

APPLE SING APPLE PLAY

DISCO FUNK

GIOVEDI’ 5 SETTEMBRE

ORE 21:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – NEWTONES -ROCK’N’ROLL ANNI ‘50

ORE 22:00 – BEVO SOLO ROCK’N’ROLL – GREG & THE ROCKIN’REVENGE

ROCK’N’ROLL ANNI ‘50

VENERDI’ 6 SETTEMBRE

SOULPEANUTS BIG BAND

FUNK SOUL

SABATO 7 SETTEMBRE

RUSSIAN CROSSOVER

JAZZ E RUSSIA

DOMENICA 8 SETTEMBRE

MARCO RICCIARDI ORCHESTRA – NAT IN MY OWN WAY

VOCALE & SINFONIA

LUNEDI’ 9 SETTEMBRE

CELIMONTANGO

TANGO

MARTEDI’ 10 SETTEMBRE

SWING SWING SWING – DR JAZZ & DIRTY BUCKS SWING BAND

SWING




Timothy Moore – Un tuffo nel nuovo singolo “5 in the morning”

Se vivi da sempre la musica come un dono che ti arriva dal cielo, come l’unico mezzo possibile per esprimerti con un approccio alla scrittura totalmente istintivo, mai pianificato a tavolino, ti chiami Timothy Moore. Artista italo-inglese, cantante, autore, musicista, Timothy percepisce le canzoni come entità già presenti nel vento che vanno solamente afferrate al volo. Devono essere carpite dentro l’ispirazione del momento e il suo nuovo singolo 5 in the morning regala agli ascoltatori esattamente quella sensazione libera e leggera di inafferrabilità della vita, delle emozioni, dell’istante vissuto dall’artista.

“Cos every time I see your eyes I lose my mind and every time I lose my mind I look for your eyes” – “Perché ogni volta che vedo i tuoi occhi, perdo la testa e ogni volta che perdo la testa, cerco i tuoi occhi” – scrive il cantautore in un passaggio del brano, in quella che è una dichiarazione d’amore, che svela immediatamente un gusto elegante nella scelta delle parole e una sensibilità rara, tipica di chi, viaggiando nelle tenebre più profonde della propria anima, può perdersi per sempre o ritrovare la strada con una luce meravigliosa a sublimarla, come Timothy è riuscito a fare. E di quel vissuto rock’n roll sopra le righe, ne ha fatto musica autentica, genuina, avvolgente.

Perdersi per ritrovarsi è stato dunque fondamentale nel percorso umano e artistico di Timothy Moore, cantante dal timbro immediato, riconoscibile, avvolgente e modernamente classico, caratterizzato da una scrittura british pop mai retorica o banale e dalle ampie arcate melodiche.

Dai diamanti non nasce niente e dal letame nascono i fiori: le cose meravigliose della vita e la vita stessa non nascono dal lusso, dalla cupidigia e dall’agio ma dalle cose semplici, quelle con cui ci si “sporca le mani” ma che hanno bisogno di cura e di amore. E la lunghissima gavetta di Timothy Moore è stata certamente il potentissimo fertilizzante che lo ha portato ad essere l’artista frizzante che è adesso: carriera indipendente con i Mood (Ventilador Music – Schubert Music), band da lui fondata a Barcellona dove ha vissuto per 13 anni, tour in 9 paesi tra cui Brasile, Canada, Europa e più di 200 concerti all’attivo. E proprio questi anni on the road lo hanno reso un artista dall’attitude punk, unico e temprato, il cui solo e viscerale desiderio è quello di continuare a donarsi sui palchi, nell’incontro diretto col pubblico, senza mai dare rilevanza al lato glam del successo, futile e evanescente. Timothy Moore non fa arte, la vive.

NOTE Videoclip 5 IN THE MORNING

Per la regia e il montaggio di Jacopo Pietrucci, il videoclip in bianco e nero del singolo 5 in the morning dell’artista italo-inglese TIMOTHY MOORE alterna con gusto immagini in slow motion a brevi momenti di time lapse che instaurano tra loro un rapporto di chimica, riuscendo a sottolineare con enfasi cadenze e respiri del brano. Le parole e la musica sembrano fondersi con le gocce che si uniscono alle altre in primissimo piano e con il volto ipnotico dell’unica parte femminile del racconto.

https://www.youtube.com/watch?v=98lzmNyFzIY

Cenni biografici

Timothy Moore, artista italo-inglese, è stato iniziato alla musica sin dalla giovane età in una famiglia con una profonda cultura musicale classica. Polistrumentista, si innamora dell’Opera e, non a caso, scopre anche i Queen che tutt’ora ama. Debutta con il primo album solista dove compare anche la prestigiosa firma di Michele Tadini, docente al conservatorio di Lione nonché figlio d’arte del famoso pittore e scrittore Emilio Tadini. Timothy arriva da anni di carriera indipendente come leader della band Mood (tour in 9 paesi con più di 200 concerti all’attivo tra cui lo storico FestiMad di Madrid e lo Youbloom Festival in Irlanda; instore tour nelle varie FNAC europee; Indie Week in Canada). Il trio da lui formato, sotto contratto con Ventilador Music – Schubert Music, nasce a Barcellona (dove ha vissuto per 13 anni) e, oltre che front-man, è stato anche compositore e autore di tutte le canzoni.
A novembre 2018, c’è stato il suo debutto in Italia col singolo The Rain e esce ora, worldwide, il suo nuovo singolo 5 in the morning per OurTime Records.

Canali web artista

http://www.timothymooremusic.com/

https://www.instagram.com/Timothymoore_music/

Photo Credit: Virginia Bettoja




Roma – Al via il concerto del Primo Maggio promosso da CGIL, CISL e UIL , prodotto e organizzato da iCompany – trasmesso in diretta su Rai 3 e Radio 2.

di Lara Ferrara

Manca poco al concerto promosso da CGIL, CISL e UIL e prodotto e organizzato da iCompany che proporrà una lunga maratona di ottima musica dal vivo trasmessa in diretta su Rai 3 e Radio 2.
Al timone della direzione artistica Massimo Bonelli che per quest’anno ha selezionato un cast che inizia a prendere forma con i primi artisti annunciati.

Nella lineup del concerto del Primo Maggio 2019 spicca il nome di Daniele Silvestri. Il cantautore romano, recentemente protagonista al Festival di Sanremo con la canzone “Argento Vivo” in collaborazione col rapper Rancore, presenterà due giorni dopo l’evento (il 3 maggio) il suo nuovo album, dal titolo “La terra sotto i piedi“. Ci saranno anche i Subsonica. La band torinese è attualmente in rotazione radiofonica con il singolo “L’incubo” featuring Willie Peyote, estratto dal disco “8”.
Presenti all’evento : Noel Gallagher’S High Flying Birds, Anastasio, Bianco Feat Colapesce, Canova, Carl Brave, Coma_Cose, Eugenio In Via Di Gioia, Ex-Otago, Fast Animals And Slow Kids, Gazzelle, Ghali, Ghemon, Motta, Negrita, Omar Pedrini, Rancore, The Zen Circus, Achille Lauro e Manuel Agnelli.

Ci saranno anche i vincitori del Contest 1MNEXT 2018 e ormai realtà di spicco della scena indie nazionale. La Municipal, Il duo ha appena pubblicato il disco “Bellissimi difetti”.

I Pinguini Tattici Nucleari, reduci della pubblicazione del loro quarto album intitolato “Fuori dall’hype”, approderanno sul palco di San Giovanni dopo un tour costellato di sold out.

Infine, tra i nomi fino ad ora annunciati c’è anche La Rappresentante di Lista, attualmente in tour per presentare il disco “Go Go Diva“.

“Ci sono altri nomi che si sono proposti e che abbiamo escluso, perché non li vedo adatti a raccontare quello che vogliamo raccontare sul palco del Primo Maggio. Viceversa, altri che avremmo voluto ma non se la sono sentita di venire, perché sai, alcuni artisti non se la sentono di giocarsi tutto su un palco lascia o raddoppia. Questo è un momento molto florido della musica nuova italiana, quindi è chiaro che avendo scelto come tema di raccontare la nuova musica italiana uno si può davvero sbizzarrire” …Aveva rilasciato qualche settimana fa il direttore artistico Massimo Bonelli alla Agi.
Confermati alla conduzione Ambra e Lodo.




“The Poiesis” in scena il 23 Giugno a Sutri e in editoria pubblicazione entro Maggio 2019

Lara Ferrara

Parliamo di un’Opera teatrale-musicale-autopoietica nata dalla sinergia tra Chronos (Cantante autopoietico, Melodista, Artista poliedrico – teatro-musica-arti circensi, Maieuta di Sigmasofia), Nello Mangiameli (Fondatore della Sigmasofia Io-somato-autopoietica, scrittore, autore dei brani e del libro The Poiesis), Adriano Maria Poledro (producer, audio engineer, sound designer, SFX & Foley), Luciano Orologi (compositore, sassofonista).

È la navigazione nel continuo presente di creazioni musicali realizzate nello stato di consapevolezza olistica, da cui si evidenziano atmosfere rarefatte e di lucida ipnosi che nello spazio-tempo possiamo riconoscere come insights intuitivi.

Le poetiche composizioni musicali, la specificità del canto teatrale “autopoietico”, le geometrie sonore frattali e asimmetriche, le meditative danze autopoietiche e contemporanee, le performance teatrali-circensi rappresentano l’ensemble che narra sincronicamente:

http://https://youtu.be/rjHM1uauQU8

“le transfinite distese interiori dell’Universi-parte”

di se stessi.

IL PRIMO CONCERTO SARA’ REALIZZATO IL 23 GIUGNO 2019 A SUTRI (VITERBO)

THE POIESIS – edito da:

(pubblicazione prevista entro Maggio 2019)

Official website:
http://www.thepoiesis.com/

AUTOPOIETI

Chronos (Alessandro Ferrara)
Cantante autopoietico, Melodista, Percussionista, Maieuta

Nello Mangiameli
Fondatore della Sigmasofia, Autore dei brani e del libro The Poiesis

Adriano Maria Poledro
Producer, Audio Engineer, Sound Designer, SFX & Foley

Luciano Orologi
Compositore, Sassofonista

Eleonora De Grandis
Producer

Hanno collaborato alla realizzazione del cd:
Gianni Migliaccio
Chitarrista, Bassista

Viviana Ulisse
Violinista

Laura Antonini
Vocal

Credits:
Recorded and Mixed by Adriano Maria Poledro
produced @ Slugstep Records
Mastered @ Eleven Mastering

LIno Sabia
Grafico

Gennaro Patrone
Effetti speciali e maschere