Auditorium Recording Studio: un incontro in jazz con Gino Paoli

“Auditorium Recording Studio”, il nuovo album della Parco Della Musica Records. Con Gino Paoli, Flavio Boltro, Danilo Rea, Rosario Bonaccorso e Roberto Gatto. “Un incontro in jazz”,  il quintetto si esibirà il 24 luglio alle ore 21.00 nella Cavea dell’Auditorium nell’ambito della manifestazione Luglio Suona Bene 2011.

 

“Auditorium Recording Studio” è la seconda uscita discografica di Un incontro in jazz, il progetto musicale nato dalla collaborazione tra cinque fuoriclasse della musica italiana e internazionale come Gino Paoli (voce), Flavio Boltro (tromba), Danilo Rea (pianoforte),Rosario Bonaccorso (contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria).

L’album – prodotto da Aldo Mercurio per la Me & Gi snc e Parco della Musica Records e distribuito Egea – è stato registrato nel corso dei tre concerti del 26, 27 e 28 dicembre 2010 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, e ha inaugurato “Recording Studio”, l’iniziativa della Fondazione Musica per Roma che dà la possibilità a pubblico e appassionati di entrare in studio di registrazione con gli artisti della Parco della Musica Records seguendo e ascoltando dal vivo l’incisione di nuovi dischi.

Lo straordinario quintetto, con l’alibi della rivisitazione jazz, con gli strumenti essenziali di un’interminabile jam session che è il loro brodo primordiale, si lanciano in un’avventura che approda in porti diversi regalandoci un prezioso varco nel tempo, un’odissea di scenari differenti e di sonorità in un disco minimal-jazz nella musica e nei testi. E così l’incontro si trasforma presto in un viaggio alla scoperta degli undici brani – sia classici – Smile, Eu sei que vou te amar, E m’innamorerai, Contigo en la distancia, Que reste-t-il de nos amours, Ti lascio una canzone, che inediti – Canzone di Laigueglia, Canzone di istruzioni, Canzone piccola, Canzone di una mano, Canzone interrogativa, – che compongono la tracklist. Su specifica richiesta di Gino Paoli, ciascuno dei cinque brani originali è stato scritto appositamente da uno dei cinque musicisti che compongono Un Incontro in Jazz. Il testo di queste cinque canzoni è stato poi scritto da Gino Paoli stesso.

Per informazioni:

Auditorium Parco della Musica

viale Pietro de Coubertin, 30 Roma

www.auditorium.com

 




David di Donatello: 13 nomination per ‘Noi credevamo’

 

Un frame dal film di Martone 'Noi credevamo'

E tempo di David di Donatello, prestigiosi Oscar italiani del cinema e proprio in coincidenza dei 150 anni dall’Unità d’Italia ad aggiudicarsi ben 13 nomination, il film risorgimentale di Mario Martone, Noi credevamo che si guadagna così il podio. Segue il film Benvenuti al sud di Luca Miniero, con dieci nomination; La nostra vita di Daniele Luchetti, con otto candidature, Una vita tranquilla di Claudio Cupellini che ne guadagna quattro, con l’apprezzato Toni Servillo; Immaturi con Anita Caprioli se ne aggiudica tre; e Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo, ne conquista ben otto, confermandosi l’outsider della manifestazione.

Migliore regia: Marco Bellocchio (Sorelle Mai), Saverio Costanzo (La solitudine dei numeri primi), Claudio Cupellini (Una vita tranquilla), Michelangelo Frammartino (Le quattro volte), Paolo Genovese (Immaturi), Daniele Luchetti (La nostra vita), Mario Martone (Noi credevamo) e Luca Miniero (Benvenuti al sud).

Miglior film: Basilicata coast to coast, Benvenuti al sud, Noi credevamo, La nostra vita, Una vita tranquilla.

Miglior attore protagonista maschile: Antonio Albanese (Qualunquemente), Claudio Bisio (Benvenuti al sud), Elio Germano (La nostra vita), Vinicio Marchioni (20 Sigarette), Kim Rossi Stuart (Vallanzasca – Gli angeli del male).

Miglior attrice protagonista: Paola Cortellesi (Nessuno mi può giudicare), Sarah Felberbaum (Il gioiellino), Angela Finocchiaro (Benvenuti al sud), Isabella Ragonese (La nostra vita) e Alba Rohrwacher (La solitudine dei numeri primi).

La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma il 6 maggio 2011 e verrà trasmessa in diretta su Rai Movie e successivamente in differita su Rai1, il timone della conduzione spetterà a Tullio Solenghi.

Tutte le candidature ai David di Donatello 2011:

MIGLIOR FILM:
BASILICATA COAST TO COAST di Rocco Papaleo
BENVENUTI AL SUD di Luca Miniero
NOI CREDEVAMO di Mario Martone
LA NOSTRA VITA di Daniele Luchetti
UNA VITA TRANQUILLA di Claudio Cupellini

MIGLIORE REGISTA –
Marco Bellocchio (SORELLE MAI)
Saverio Costanzo (LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI)
Claudio Cupellini (UNA VITA TRANQUILLA)
Michelangelo Frammartino (LE QUATTRO VOLTE)
Paolo Genovese (IMMATURI)
Daniele Luchetti (LA NOSTRA VITA)
Mario Martone (NOI CREDEVAMO)
Luca Miniero (BENVENUTI AL SUD)

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE –
Aureliano Amadei (20 SIGARETTE)
Massimiliano Bruno (NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE)
Edoardo Leo (DICIOTTO ANNI DOPO)
Rocco Papaleo (BASILICATA COAST TO COAST)
Paola Randi (INTO PARADISO)

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA –
Paola Cortellesi (NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE)
Sarah Felberbaum (IL GIOIELLINO)
Angela Finocchiaro (BENVENUTI AL SUD)
Isabella Ragonese (LA NOSTRA VITA)
Alba Rohrwacher (LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI)

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA –
Antonio Albanese (QUALUNQUEMENTE)
Claudio Bisio (BENVENUTI AL SUD)
Elio Germano (LA NOSTRA VITA)
Vinicio Marchioni (20 SIGARETTE)
Kim Rossi Stuart (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA –
Barbora Bobulova (LA BELLEZZA DEL SOMARO)
Valeria De Franciscis Bendoni (GIANNI E LE DONNE)
Anna Foglietta (NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE)
Valentina Lodovini (BENVENUTI AL SUD)
Claudia Potenza (BASILICATA COAST TO COAST)

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Giuseppe Battiston (LA PASSIONE)
Raoul Bova (LA NOSTRA VITA)
Francesco Di Leva (UNA VITA TRANQUILLA)
Rocco Papaleo (NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE)
Alessandro Siani (BENVENUTI AL SUD)

MIGLIORE SCENEGGIATURA –
Rocco Papaleo, Valter Lupo (BASILICATA COAST TO COAST)
Paolo Genovese (IMMATURI)
Mario Martone, Giancarlo De Cataldo (NOI CREDEVAMO)
Sandro Petraglia, Stefano Rulli, Daniele Luchetti (LA NOSTRA VITA)
Filippo Gravino, Guido Iuculano, Claudio Cupellini (UNA VITA TRANQUILLA)

MIGLIORE PRODUTTORE –
Tilde Corsi, Gianni Romoli, Claudio Bonivento (20 SIGARETTE)
Isabella Cocuzza e Arturo Paglia per Paco Cinematografica, Mark Lombardo per Eagle Pictures, Elisabetta Olmi per Ipotesi Cinema (BASILICATA COAST TO COAST)
Medusa in collaborazione con Cattleya (BENVENUTI AL SUD)
Angelo Barbagallo per Bibi Film Tv, Isaria Productions con la collaborazione di Rai Cinema (GIANNI E LE DONNE)
Carlo Degli Esposti con Conchita Airoldi e Giorgio Magliulo (NOI CREDEVAMO)
Gregorio Paonessa e Marta Donzelli per Vivo Film (Italia), Susanne Marian e Philippe Bober per Essential Filmproduktion (Germania), Gabriella Manfrè per Invisibile Film (Italia), Elda Guidinetti e Andreas Pfaeffli per Ventura Film (Svizzera) (LE QUATTRO VOLTE)

MIGLIORE MUSICISTA –
Rita Marcotulli, Rocco Papaleo (BASILICATA COAST TO COAST)
Umberto Scipione (BENVENUTI AL SUD)
Teho Teardo (IL GIOIELLINO)
Fausto Mesolella (INTO PARADISO)
Hubert Westkemper (NOI CREDEVAMO)

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE –
«Mentre dormi» testi di Gimmi Cantucci e Max Gazzè musica e interpretazione di Max Gazzè (BASILICATA COAST TO COAST)
«L’amore non ha religione» musica, testi, interpretazione di Luca Medici (CHE BELLA GIORNATA) «Immaturi» musica, testi, interpretazione di Alex Britti (IMMATURI)
«Capocotta Dreamin’» musica di Maurizio Filardo testi e interpretazione di Massimiliano Bruno e Marco Conidi (NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE)
«Qualunquemente» musica di Peppe Voltarelli, Salvatore De Siena, Amerigo Sirianni, testi di Peppe Voltarelli, Antonio Albanese, Piero Guerrera, interpretata da Antonio Albanese (QUALUNQUEMENTE)

MIGLIORE DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA –
Vittorio Omodei Zorini (20 SIGARETTE)
Luca Bigazzi (IL GIOIELLINO)
Renato Berta (NOI CREDEVAMO)
Fabio Cianchetti (LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI)
Arnaldo Catinari (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIOR FILM EUROPEO
Another Year di Mike Leigh,
Il discorso del re di Tom Hooper,
In un mondo migliore di Susanne Bier,
Uomini di Dio di Xavier Beauvois
Il segreto dei suoi occhi di Campanella

MIGLIORE SCENOGRAFO –
Francesco Frigeri (AMICI MIEI COME TUTTO EBBE INIZIO)
Paola Comencini (BENVENUTI AL SUD)
Paki Meduri (INTO PARADISO)
Emita Frigato (NOI CREDEVAMO)
Tonino Zera (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIORE COSTUMISTA –
Alfonsina Lettieri (AMICI MIEI COME TUTTO EBBE INIZIO)
Nanà Cecchi (CHRISTINE CRISTINA)
Francesca Sartori (LA PASSIONE)
Ursula Patzak (NOI CREDEVAMO)
Roberto Chiocchi (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIORE TRUCCATORE
Vincenzo Mastrantonio (AMICI MIEI COME TUTTO EBBE INIZIO)
Lorella De Rossi (GORBACIOF)
Vittorio Sodano (NOI CREDEVAMO)
Gianfranco Mecacci (LA PASSIONE)
Francesco Nardi, Matteo Silvi (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIORE ACCONCIATORE –
Ferdinando Merolla (AMICI MIEI COME TUTTO EBBE INIZIO)
Maurizio Tamagnini (CHRISTINE CRISTINA)
Aldo Signoretti (NOI CREDEVAMO)
Teresa Di Serio (QUALUNQUEMENTE)
Massimo Gattabrusi (LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI)
Claudia Pallotti, Teresa Di Serio (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIORE MONTATORE –
Alessio Doglione (20 SIGARETTE)
Jacopo Quadri (NOI CREDEVAMO)
Mirco Garrone (LA NOSTRA VITA)
Francesca Calvelli (SORELLE MAI)
Consuelo Catucci (VALLANZASCA GLI ANGELI DEL MALE)

MIGLIORE FONICO DI PRESA DIRETTA –
Mario Iaquone (20 SIGARETTE)
Francesco Liotard (BASILICATA COAST TO COAST)
Gaetano Carito, Maricetta Lombardo (NOI CREDEVAMO)
Bruno Pupparo (LA NOSTRA VITA)
Paolo Benvenuti, Simone Paolo Olivero (LE QUATTRO VOLTE)




Marco Parente in concerto: un marziano a Roma

Martedì 12 Aprile – Porte h. 20.30 – Concerto h. 21.00

MARCO PARENTE [Napoli – Woland – Indie/Songwriting]
Opening: Elio P(e)tri

Torna Marco Parente, il marziano della musica italiana, con un nuovo disco che già dal singolo “La riproduzione dei fiori”, rimette tutto in discussione e spiazza ancora una volta, con l’invito a viver bene, relegando il dolore a una moda fuori moda, giocando con Baudelaire e il suo mal di fiori. Lo stesso fa con i suoni, li spoglia fino all’ultima nota, fino a levigare tutti i vecchi spigoli nell’armadio, lasciando così solo l’indispensabile ad accompagnare queste “canzoni allo stato puro”, che più che belle fotografie sembrano essere delle bellissime radiografie. (www.myspace.com/marcoparente)

Opening: elio p(e)tri [Roma/Udine – Matteite – IndieRock ]
Presentazione album Non è Morto Nessuno

elio p(e)tri (con le iniziali rigorosamente minuscole) sono Emiliano Angelelli e Matteo Dainese aka “Il Cane” (già batterista di Ulan Bator, Jitterbugs, Meathead e Here). Non è morto nessuno, di cui Matteo ha curato la produzione artistica e le registrazioni, è il loro primo disco insieme. Conosciutisi su My Space grazie a una richiesta di amicizia (anche se nessuno dei due ricorda esattamente chi l’abbia chiesta prima) i due, a partire dall’estate del 2009, hanno iniziato a lavorare insieme su una serie di demo casalinghe, registrate tra il 2005 e il 2008 in diversi appartamenti romani. Arrangiato per intero in una full immersion estiva di due settimane a Odense, Non è morto nessuno è stato registrato tra Roma, Udine e la Danimarca, frutto di quasi un anno di lavoro, portato a termine anche grazie alla collaborazione di diversi amici musicisti che vi hanno suonato. Non è morto nessuno è un disco interamente in italiano, ma che di italiano ha solo i testi. Nell’album hanno suonato: Emiliano Angelelli (voce, chitarre, basso e rumori), Matteo Dainese (batteria, percussioni, drum machine, chitarre e voci), Andrea Pierasco (basso), Claudio Cossettini (batteria), Lavinia Siardi (voce), Matteo Nimis (mandolino), Davide Massussi (basso), Lucia Gasti (violino), Giulio Ronconi (piano elettrico), Andrea Leonardi (chitarra elettrica) e Marco Biagetti (piano elettrico). Foto di Fabio Cussigh.   (www.myspace.com/eliopetri)

Per informazioni:

Circolo Degli Artisti

Via Casilina Vecchia, 42 Roma- tel. 06 70305684

Botteghino 8 € – Prevendita 8 + 1,50 € (D.P.)

(Fonte: circolodegliartisti.it)

 




‘Sound Zang Vision’: i ‘protagonisti della notte’ negli scatti di Stefanino Benni

Verrà inaugurata il 16 aprile 2011 alle ore 23.00, presso lo Zang di Crema, ‘Sound Zang Vision’ la mostra fotografica di Stefanino Benni

Come la prima volta nel 2006, a distanza di anni, viene riproposta “Facce da Zang”. Sono passati gli anni e di conseguenza gli ospiti delle notti ‘zang’ e del Cremasco, quella che all’inizio era una fotografia “improvvisata” (era l’alba delle prime digitali) ora può essere considerata a pieno titolo fotografia d’“autore” e ci è sembrato quindi il momento di riproporre questa carrellata dei personaggi che raccontano la notte.

Gli scatti ad opera di Stefanino Benni e le elaborazioni digitali (l’effetto serigrafia warholiano, il bianco nero dei fumetti noire, i particolari) fanno di ogni fotografia un’ ‘opera d’arte’.

Questo è il racconto di una stagione, quella che sta giungendo al termine, fatta da chi c’è sempre stato (gli eventi, il live, gli show) e chi invece capitava lì per caso, nella notte fatta di segni, di scarpe, di tattoo: insomma, i particolari che contraddistinguono. Ma i veri protagonisti sono gli sguardi, le boccacce, le facce segnate dalla trasgressione… facce alla faccia di chi dice che la notte è fatta per dormire.

Enjoy your nightlife and take your pics…

Per informazioni:

Zang

Via della Fiera,  9 Crema (CR)

www.zang.itwww.stefaninobenni.it


 




La vita segreta delle ombre: la personale di Irene Salvatori

Giorno 15 Maggio, ore 18:00, presso l’Atelier Degli Artisti, Roma, Trastevere, verrà inaugurata la personale della pittrice Irene Salvatori dal titolo “La vita segreta delle ombre”.

Una ricerca di dialogo intimo e poetico col proprio essere interiore, che parte dall’esperienza dell’artista Irene Salvatori, per poi arrivare a un’identificazione forte con l’anima della collettività. Emanuela Cinà

Veleggio,come un ombra
nel sonno del giorno
e senza sapere
mi riconosco come tanti
schierata su un altare
per essere mangiata da chissà chi.
Io penso che l’inferno
sia illuminato da queste stesse
strane lampadine.

Vogliono cibarsi della mia pena

perché la loro forse
non s’addormenta mai.

Alda Merini


Irene Salvatori: La sua formazione artistica si completa tra Roma , Accademia libera di Nudo San Giacomo, e Parigi, Ecole Nationale Supèrieure des Beaux-Arts. Approda alla pittura a seguito di un percorso di studi umanistico. A Roma , presso la Sapienza consegue la laurea in Lettere ad indirizzo archeologico e in Filosofia. Sono numerosi i viaggi che compie in Europa, Medio Oriente, Estremo oriente e Africa, per soddisfare il bisogno di toccare con mano le civiltà amate e conosciute attraverso i suoi studi. Lavora come archeologa , docente di filosofia e fonda un’associazione culturale , la “storicum”, ma l’amore per la pittura diventa pian piano assoluto. Nel silenzio delle notti di studio si fa largo l’urgenza di una personale ricerca pittorica, di trovare un linguaggio che sia al contempo rievocatore del passato e testimone di un presente, che sia anche evocazione del futuro. Da uno stile iperrealista, sviluppa un linguaggio sempre più sintetico, dove la forma si tramuti in concetto, un linguaggio che si proponga come fusione di antico e moderno.

 

Per Informazioni:

Atelier Degli Artisti

Dal 15 Maggio 2011 ore 18:00 al 25 Maggio 2011

Via dell’Arco di San Calisto 40,  Trastevere

http://www.atelierdegliartisti.it/– www.irenesalvatori.sitiwebs.com

 




One Dimensional Man all’Init di Roma

Giovedì 28 aprile 2011 all’ Init di Roma, One Dimensional Man in concerto, ovvero la voce di Pierpaolo Capovilla, la chitarra di Ragno Favero e la batteria di Luca Bottigliero.

Un gruppo che venne alla luce nel ’95  e che diventerà già a partire del ’98 una delle rock band indipendenti di riferimento  sulla scena musicale italiana. Tra gli album memorabili: “1000 Doses of Love!” (1998), “You Kill Me” (2000), “Take me Away” (2002) che sarà l’ultimo prima dello scioglimento del gruppo. Rivedremo Pierpaolo Capovilla protagonista di una avvincente avventura con Il Teatro degli Orrori insieme a Valente, Ragno Favero e a Gionata Mirai.

Il 2010 vede il ritorno dei One Dimensional Man:  Capovilla (voce e basso), Ragno Favero (chitarre) e Luca Bottigliero (batteria), con un quinto album in arrivo che si preannuncia un ennesimo successo del trio.

Per informazioni:

Init, via della Stazione Tuscolana 133

apertura h 21,30 ingresso 12 euro

www.myspace.com/onedimensionalman

 




Il cast completo dell’Heineken Jammin Festival 2011

Finalmente è stato reso noto il cast completo dell’Heineken Jammin Festival 2011, uno degli eventi musicali più attesi dell’anno. Si tratta della tredicesima edizione e nel cast spiccano i nomi di Vasco Rossi, Negramaro e Coldplay, gli headliner delle tre serate che si svolgeranno al Parco san Giuliano di Mestre.

L’evento, organizzato da Live Nation, promosso da Heineken Italia e ospitato dal Comune di Venezia, anche nella sua nuova edizione offrirà numerosissimi concerti per tre giorni consecutivi, proponendosi come l’appuntamento più prestigioso dell’anno non solo in Italia ma anche all’estero.

Il programma:

09 Giugno 2011
Beady Eye
Cesare Cremonini
Echo & The Bunnymen
We are Scientists
COLDPLAY

10 Giugno 2011
Fabri Fibra
Verdena
Interpol
Elbow
NEGRAMARO

11 Giugno 2011
Pretty Reckless
All Time Low
VASCO ROSSI

Non solo musica: nell’area di oltre 700.000 metri quadri del Parco San Giuliano di Venezia verranno allestite aree tematiche di intrattenimento dedicate allo sport, al relax e al divertimento.

Biglietti Heineken Jammin’ Festival 2011:
Giornata singola – 9 GIUGNO: 55 € più diritti di prevendita
Giornata singola – 10 GIUGNO: 55 € più diritti di prevendita
Giornata singola – 11 GIUGNO: 56 € più diritti di prevendita
Abbonamento tre giornate: 150 € più diritti di prevendita
Abbonamento due giornate (9 e 10 giugno, o 10 e 11 giugno): 100 € più diritti di prevendita

I biglietti saranno in vendita a partire dalle ore 22:00 del 16 febbraio su TicketOne.it e dalle ore 10:00 del 17 febbraio presso tutti i punti vendita, rivenditori autorizzati e i sistemi di vendita di Ticket One, Lottomatica, Teleart, Verona Box Office, Charta, Booking Show, Nuovo Box Office Firenze, Circuito Green Ticket Orbis (Roma), Zenith Friuli, Unicredit.




Il Diluvio, on line il nuovo video dei Subsonica

Subsonica

Ad un mese esatto dall’uscita di Eden (Emi Music) i Subsonica, hanno deciso di fare un nuovo regalo ai propri fan: su Youtube è possibile vedere il video de Il Diluvio –  uno dei brani contenuti nel nuovo album. Abbandonate le atmosfere horror di Istrice, la band torna a far ballare con un video divertente e luminoso dove i Subsonica, stretti in un’inquadratura, si scatenano come durante uno dei loro live. Il video è girato da Moreto/Ortiche.

Max Casacci descrive così il tema di questo brano: “Il testo prende ispirazione dalle nuove generazioni, che come a sancire la fine della “glaciazione” degli anni zero, scendono in strada per rivendicare un presente diverso “contro la ginnastica dell’obbedienza”.  Il diluvio come nascita di una coscienza e scoperta della propria sessualità. Quando niente sarà più come prima.”

La band è ora in tour in Italia: stasera saranno a Caserta al Palamaggiò, domani a Bari al PalaFlorio, poi saranno a Torino (11 aprile), Milano (12 e 13 aprile), Firenze (15 aprile) per concludere a Bologna sabato 16 aprile.

Ecco le prossime date:

08/04 Caserta- Palamaggiò

09/04 Bari- Palaflorio

11/04 Torino-  Palaolimpico

12/04 Milano- Mediolanum Forum

13/04 Milano- Mediolanum Forum

15/04 Firenze- Mandela Forum

16/04 Bologna- Futurshow Station

www.subsonica.itwww.facebook.com/Subsonicawww.twitter.com/Subsonicawww.youtube.com/subsonica





Letterature-Festival Internazionale di Roma

Si terrà dal 19 maggio al 23 giugno 2011 la decima edizione di Letterature- Festival Internazionale di Roma nella cornice della Basilica di Massenzio al Foro Romano, che vedrà protagonisti 19 tra i più importanti autori, italiani e stranieri, della letteratura internazionale.  Saranno dunque dieci le serate della kermesse letteraria nelle quali si avrà la possibilità di ascoltare testi inediti direttamente dalla voce degli autori, ispirati ad un tema centrale: “Storia/Storie”, firmati da narratori come Antonio Skarmeta, il romanziere Don DeLillo, il giallista  Jo Nesbo e Wilbur Smith.

Elemento di novità di quest’anno sarà l’abbinamento tra un autore italiano e uno straniero, dettato da particolari corrispondenze evocative. Il 19 maggio ad inaugurare l’evento ci penseranno a Sandro Veronesi e Don DeLillo,  Le serate successive vedranno l’alternarsi delle coppie d’eccezione: Gianrico Carofiglio e Gay Talese, Stefano Benni e David Sedaris, Margaret Mazzantini e David Benioff, Giancarlo De Cataldo e Carlo Lucarelli con Jo Nesbo, Michela Murgia con Clara Sanchez e Xue Xinran, Michele Mari e Wilbur Smith. La sera del 16 giugno, invece, Antonio Skarmeta si esibirà con i cinque autori che verranno scelti come finalisti del premio Strega 2011.

Degne di particolare nota due serate speciali. Il 9 giugno, Gary Shteyngart e Pavel Sanaev, renderanno omaggio alla cultura russa, mentre il 23 giugno, a concludere il festival la serata sarà dedicata al ricordo dell’indimenticata Elsa Morante, tra le scrittrici più rappresentative del l Novecento.

Per informazioni:

www.festivaldelleletterature.it





La musica italiana per Amnesty International

La musica italiana si mobilita per i diritti civili in Nordafrica e in Medio Oriente. Mercoledì 20 aprile, presso la sala Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, alle ore 21.00, avrà luogo, sotto la direzione artistica di Paolo Cobianchi, Freedom Party for Amnesty.

La serata sarà a sostegno di Amnesty International – sezione italiana, che proprio quest’anno compie 50 anni. Questo evento sarà un modo per raccogliere energie creative e idee su quanto sta accadendo a poca distanza da noi. Dalla Tunisia all’Egitto, dalla Libia allo Yemen, dal Bahrein alla Siria, in Nord Africa e Medio Oriente centinaia di migliaia di persone sono scese e sono tuttora nelle piazze e nelle strade per chiedere il rispetto di quei diritti umani troppo spesso e troppo a lungo negati, sfidando la repressione violenta o subendo la brutalità della guerra.

L’eco delle continue violazioni ai diritti umani di cui sono vittime queste popolazioni sarà amplificato attraverso le riflessioni che la musica è in grado di suscitare. L’evento, oltre che un momento di arte e di informazione, sarà un’ottima occasione per fare della beneficenza. L’intero incasso, infatti, sarà devoluto ad Amnesty International – sezione italiana – a supporto delle attività in cantiere per il 2011.

Durante la serata, presentata dal giornalista del Fatto Quotidiano Luca Telese, si esibiranno Paolo Belli, i Qbeta, gli Yo Yo Mundi, Areamag, Luca Bussoletti, Carmine Torchia, e la Marcosbanda.  Saranno inoltre previsti ospiti di eccezione e interventi di grande interesse tra i quali quello di Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International per l’Italia.  Freedom Party for Amnesty si realizzerà grazie al supporto de Il Fatto Quotidiano, dell’’Associazione Culturale Ticto, della web agency Kiui, del sito di wish-list Tivoglioregalare.it, di MusicaControcorrente e di ErrecomeRoma. Amnesty International è la comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale. L’associazione è stata fondata nel 1961 dall’avvocato inglese Peter Benenson, che lanciò una campagna per l’amnistia dei prigionieri di coscienza. Amnesty conta ad oggi più di due milioni e ottocentomila soci, sostenitori e donatori in più di 150 paesi. La Sezione Italiana di Amnesty conta oltre 80.000 soci.

Per informazioni:

Auditorium Parco della Musica

Sala Teatro Studio, viale Pietro de Coubertin, 30 Roma

Mercoledì 20 aprile 2011, ore 21.00

Ingresso: 12 € (l’intero incasso sarà devoluto ad Amnesty)

www.listicket.itwww.auditorium.com