Segnala un evento
Home Arte Il MA*GA di Gallarate tra i vincitori del bando PIC - Piani...

Il MA*GA di Gallarate tra i vincitori del bando PIC – Piani Integrati della Cultura

Il MA*GA di Gallarate, capofila del progetto ARCHIVI DEL CONTEMPORANEO. LOMBARDIA TERRA D’ARTISTI, è tra i vincitori del bando, promosso da Regione Lombardia, PIC – Piani Integrati della Cultura.Il progetto è realizzato in collaborazione con le istituzioni museali e culturali già attive sul territorio dell’alto milanese e della provincia di Varese e con gli Archivi d’artista
ARCHIVI DEL CONTEMPORANEO è l’ideazione, la pianificazione e la gestione di una rete degli archivi di artisti per la valorizzazione integrata del territorio che mira a riunire e sistemare una serie di archivi d’artista siti nell’area dell’alto milanese e della provincia di Varese, che hanno avuto particolare rilevanza nell’ambito dell’arte contemporanea.
Il progetto, si è aggiudicato il secondo posto tra i 53 lavori presentati nella graduatoria ufficiale pubblicata lo scorso 16 dicembre 2020, ed è realizzato dal MA*GA in collaborazione con il Comune di Gallarate, il Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate, l’Associazione Giovanni Testori Onlus di Novate Milanese (MI), la Fondazione Marcello Morandini di Varese, l’associazione culturale Il borgo di Lucio Fontana di Comabbio (VA), il Museo Civico Floriano Bodini di Gemonio (VA), la Fondazione Giancarlo Sangregorio, il Museo Innocente Salvini di Cocquio Trevisago (VA), la Fondazione Ottavio e Rosita Missoni di Sumirago (VA), l’Associazione Archivio Dadamaino di Somma Lombardo (VA), l’Associazione Culturale Franco Fossa di Rho (MI), l’Associazione Culturale Archivio Silvio Zanella e Liliana Bianchi di Gallarate (VA), la Pro Loco Arcumeggia (VA), l’Archivio Marinella Pirelli di Varese.
“Archivi del contemporaneo”, che ha la finalità di collegare le istituzioni museali e culturali già attive sul territorio dell’alto milanese e della provincia di Varese con gli Archivi d’artista, le case museo, gli studi ancora visitabili, svolgerà un’azione strategica di promozione. Per la prima volta entreranno in un unico sistema creando un’azione sinergica di valorizzazione a beneficio del territorio dal punto di vista sociale, ambientale, turistico e anche economico.
Il progetto si pone come obiettivo di offrire una visione completa e dinamica degli Archivi d’artista nell’Alto milanese e del Varesotto, ancora poco conosciuti e spesso troppo dimenticati o abbandonati senza i necessari sostegni, mettendoli in rete tra di loro e collegandoli ai musei più attivi. In questo modo il materiale presente negli Archivi (opere, documenti, testimonianze) entrerà in un circuito virtuoso di azioni di valorizzazione reciproca. Il MA*GA sarà il centro di coordinamento e di consulenza per la promozione e la valorizzazione degli Archivi in un ambito al contempo locale e nazionale. La previsione, di carattere nazionale, consiste infatti nell’organizzare un festival degli Archivi che, già dal 2021, possa diventare di cadenza annuale.
Prenderà il via dal 2021 e proseguirà per tutto il 2022 con una serie di iniziative finanziate dal Bando tra le quali: l’apertura del centro per la cultura digitale al MA*GA (2021) e l’Inaugurazione della XXVI edizione del Premio Gallarate dedicata all’Immagine in movimento; l’avvio di un corso di alta formazione per la figura di curatori di Archivi e l’assegnazione di borse di studio a giovani laureati per svolgere il lavoro di ricerca, studio, sistemazione e promozione degli archivi che fanno capo a tutti i partner delle rete (2021); il Festival degli Archivi del Contemporaneo e la contestuale promozione degli archivi e dei soggetti coinvolti nella rete tramite un circuito di eventi educativi e divulgativi dei preziosi documenti, opere e materiali conservati, tutelati e promossi dai partner della rete ( nel 2022).
“Il risultato raggiunto – afferma Sandrina Bandera, presidente del MA*GA – è il frutto di molti mesi di co-progettazione con i partner, tutti pronti ad avviare l’ambizioso progetto, che costituirà una pietra miliare nella valorizzare della grande ricchezza e dell’importante storia artistica di questo territorio, facendo in modo che finalmente artisti, musei e Archivi possano acquisire reciproca forza entrando in modo dinamico nella stessa rete”.
“Con l’assegnazione di questo bando – ricorda Claudia Maria Mazzetti, Assessore ai Musei del Comune di Gallarate – il MA*GA si è distinto ancora una volta tra le migliori istituzioni culturali della Lombardia. Possiamo realizzare così un progetto importante perché capace di uno sguardo al futuro, mantenendo viva la tradizione del territorio varesotto e alto milanese e sapendone valorizzare le potenzialità, per un reale beneficio di tutta la nostra zona. Inoltre questo bando ci permette di potenziare ulteriormente il progetto avviato con il Polo Culturale grazie all’effettiva presenza di fondi dedicati”.
“I miei più sinceri complimenti – sottolinea Massimo Giuseppe Palazzi, Assessore alla Cultura del Comune di Gallarate – e la gratitudine per questo risultato, che costituisce una “pietra solida” nella visionaria costruzione che stiamo delineando insieme. Entusiasmo, in senso greco, è il termine giusto per definire questa esperienza, poiché solo portando dentro di sé una divinità ispiratrice si possono superare i piccoli e grandi ostacoli di ogni giorno ed aspirare ad una trasformazione e compenetrazione fra le Culture, per renderle veramente capillari e, quindi, universali”.
“Siamo molto soddisfatti dell’esito raggiunto – dichiara Emma Zanella, direttore del MA*GA -, frutto di molti mesi di co-progettazione con tutti i partner, e siamo pronti ad avviare l’ambizioso progetto che permetterà di valorizzare appieno il territorio, gli artisti, i musei della rete. Ringraziamo Regione Lombardia per la grande opportunità concessa.

SCRIVI UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

- Advertisment -
Studio fotografico

più popolari

Commenti recenti