Segnala un evento
HomeSenza categoriaLa Stanza delle carte: oggi è il D-day, il giorno della decadenza

La Stanza delle carte: oggi è il D-day, il giorno della decadenza

La rubrica analizza personaggi, fatti di cronaca e temi di attualità sotto il profilo tarologico cercando di cogliere, attraverso la stesa dei Tarocchi, le potenzialità, le tendenze e gli esiti futuri
di Elisabetta Rossi
Cartellino rosso per Silvio Berlusconi. Ma ad essere espulse sono le larghe intese.
I Tarocchi invitano alla svolta per uscire dallo stallo politico e economico in cui è caduto il Paese di cui sono responsabili tutte le forze politiche. image (3)
La politica si è arresa alle toghe? Assodato che le sentenze vanno rispettate, non c’è dubbio che l’antiberlusconismo ha vinto per via giudiziaria e non politica. Questo, dalla lettura delle carte dei Tarocchi e non solo, appare paradossale. Si tratta, indubbiamente, di una sconfitta della politica che oggi mette in fretta e furia una firma per scrivere la parola fine alla ventennale parabola dell’ex premier.
Il Cavaliere pare ormai terrorizzato dalla possibilità di essere colpito da misure cautelari. Di essere arrestato, insomma. Lo ha ripetuto anche ai gruppi parlamentari di Forza Italia: “Le Procure di Milano e di Napoli fanno a gara per agguantarmi”.
Piercamillo Davigo, ex pm del pool di Mani Pulite e ora giudice in Corte di Cassazione, spiega: “Lui ha un’età per cui non si va in carcere salvo casi eccezionali”.
Intanto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha definito ”pure fantasie” le voci diffuse nei giorni scorsi dalla stampa italiana secondo cui Vladimir Putin avrebbe voluto concedere un passaporto russo all’amico Berlusconi rimasto senza quello italiano dopo la condanna Mediaset. Ieri era stato lo stesso Berlusconi a smentire l’eventualità: “E’ un’ipotesi che non ho mai considerato, desidero che la mia innocenza venga fuori a tutto tondo. Io sono italiano al cento per cento e non prevedo scappatoie straniere. Nessuna offerta di passaporto, nemmeno per sogno né dalla Russia né da altri Paesi”.
Ma le carte incalzano: e se non oggi domani? Ai posteri l’ardua sentenza.

SCRIVI UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

- Advertisment -
Studio fotografico

più popolari