Segnala un evento
HomeAltri SportLe regole fondamentali: scommesse sul tennis e basi per imparare a giocare

Le regole fondamentali: scommesse sul tennis e basi per imparare a giocare

Per capire meglio la magia del tennis e come iniziare a divertirsi con le scommesse sul tennis abbiamo pensato a una guida introduttiva che ne spieghi le regole fondamentali.

Per capire come si gioca a tennis bisogna partire proprio dal campo di gioco che è rettangolare, con una rete che è più o meno alta un metro. Il terreno dove si gioca viene diviso a metà proprio dalla rete. Mentre nel singolo si sfidano due giocatori, nel doppio ci sono due coppie di giocatori e il campo comprende zone che, nel singolo, sono considerate fuori dal perimetro di gioco. A ciascun giocatore viene affidata una metà e per nessuna ragione può invadere la parte dell’avversario. Il terreno, poi, può essere di vario tipo. Erboso come nel famosissimo torneo di Wimbledon, in terra rossa come al Roland Garros o in cemento come per gli US e gli Australian Open.

Gli strumenti utilizzati sono racchetta e palla. La racchetta può essere di peso diverso, di grandezza diversa e anche di materiale differente. La palla, in gomma rivestita di feltro, ha un diametro tra i 6,54 e i 6,86 centimetri con un peso che non può superare i 59 grammi. La regola delle regole è quella di colpire con la racchetta la palla, superare la rete e cercare di fare punto nel campo dell’avversario.

Le scommesse sportive online sul tennis e le regole principali

Dopo aver capito, più o meno, quali siano proprio le basi dello sport che ci interessa non possiamo non parlare di come gli appassionati siano interessati a puntare su questo o quel campione nei piccoli e grandi tornei. I migliori siti di scommesse sul tennis, infatti, seguono questo o quell’evento (anche live) proprio perché ci sono tanti estimatori di questo sport, quasi quanto i sostenitori del calcio nel mondo. L’entusiasmo, ad esempio, che si ha nei tornei del Grande Slam, è per i fan del tennis o di quel campione un vero e proprio “allenamento alla felicità”.

Tornando alle regole è proprio il servizio quello che dà avvio alla partita. Dopo aver stabilito chi, tra i due giocatori, inizi è proprio la battuta che dà l’avvio al match. Il servizio deve essere effettuato con i piedi fuori dalla linea di fondo. La pallina deve superare la rete e rimbalzare nella diagonale opposta a quella in cui si batte. Se la palla supera il segmento di campo valido allora si commette fallo. I falli sono importantissimi nel tennis, così come i colpi vincenti. Si deve, infatti, sempre restare in un perimetro delimitato del campo per far sì che il punto sia valido e si deve sempre superare la rete, anche toccandola. Basta che finisca nella metà avversaria.

Il caso Djokovic smuove tutto l’ambiente professionista

Le scommesse sul tennis si basano, principalmente, sugli eventi più conosciuti della stagione e sui campioni che li giocano. Uno tra questi, il numero uno da parecchi anni, è Novak Djokovic, atleta serbo che nell’ultimo decennio è stato un vero e proprio killer per l’ATP con vittorie su ogni tipo di terreno.

Da qualche tempo, però, il suo nome è legato a una scelta personale decisamente penalizzante per un tennista professionista. Ha, infatti, deciso di non vaccinarsi e questo lo ha portato all’esclusione d’ufficio nel primo grande torneo della stagione: l’Australian Open. Notizia di qualche giorno fa è quella che pone l’atleta come sempre più convinto sulle sue posizioni al punto di non partecipare ai tornei che hanno l’obbligo di vaccino per gli atleti. Questa situazione, che ovviamente sta scuotendo l’ambiente e le sue regole in maniera mai vista in precedenza, porterà l’atleta ad abbandonare l’idea di partecipare al Roland Garros, seconda prova dello slam.

Più probabile, invece, che il tennista serbo possa partecipare agli Internazionali di Roma che, in questo momento, non hanno ancora inserito nessun tipo di obbligo vaccinale. Certo, sicuramente fa notizia la battaglia di Djokovic che continua a persistere nella sua idea di non vaccinarsi a scapito della sua carriera. E la sua “crociata” sta facendo discutere anche al di fuori del mondo del tennis in maniera molto potente. Ma le regole sono regole e anche se sei il numero uno devi sottostare a quella che è la posizione dell’ATP, così come tutti i colleghi stanno facendo.

 

 

Foto: https://pixabay.com/images/id-3437567/

SCRIVI UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

- Advertisment -
Studio fotografico

più popolari

Commenti recenti