Segnala un evento
HomeMusica'Capitan Fede' alla riscossa

'Capitan Fede' alla riscossa

di Valeria Ferraro
Il “Caos Cosmico Extra”, che Federico Poggipollini (storico chitarrista di Luciano Ligabue) si appresta a riproporci a partire dal 14 gennaio, è in realtà ciò che (non proprio inaspettatamente) lo attende.
Insufficienti i quasi due anni trascorsi dalla presentazione ufficiale del suo ultimo prodotto musicale “Caos Cosmico” ad esaurire l’entusiasmo del pubblico, che nel giro di poche settimane dall’uscita del disco, ne ha rapidamente “divorato” le due necessarie ristampe.
Dall’ottima risposta e dalla continua richiesta dei numerosi fans, la decisione di pubblicare una nuova edizione dell’album con l’aggiunta
di alcune tracce inedite. Il terzo capitolo, ribattezzato “Caos Cosmico Extra”, contiene infatti due brani live registrati durante la prima parte della tournée (“Bologna e Piove” e “tra di noi”) e  l’ultimo singolo “Parole prese in prestito”, in rotazione radiofonica dal dicembre scorso, che si preannuncia come un altro successo, al pari dei precedenti brani “Taxi Viola”, “Incredibile potere” e “Anima silvestre”. Proprio Anima silvestre, in cui Federico duetta con Elena Di Cioccio ( figlia del batterista della PFM), è  rimasto per diverse settimane al secondo posto della Indie Music Like (la classifica che riporta i dati di ascolto della musica italiana indipendente) nella primavera 2010.
Così il musicista descrive il suo recente lavoro: “A inizio 2008 l’album era pronto per la pubblicazione, ma la casa discografica precedente è fallita e sono stato costretto a riacquistare il master con la mia musica. Ci tenevo perché era il frutto di un anno e mezzo di lavoro. Mentre affrontavo varie vicissitudini, anche legali, ho avuto tempo di riascoltare l’incisione e ho deciso di rimetterci mano, scartando alcuni brani e aggiungendone di nuovi. Oggi il pubblico ascolta una selezione di brani che mi rappresentano al 100%, perché Caos Cosmico è sicuramente il mio album più maturo come compositore”.
Un “non c’è due senza tre” che non poteva escludere le tanto attese esibizioni, in programma a Prato (Keller Platz – 14 gennaio), Roma (Locanda  Blues – 15 gennaio), Rimini (Bradipop – 29 gennaio) e Biella (Koko Club – 12 febbraio).
Ed è la sete del pubblico a creare le condizioni più agevoli all’espressione della poliedricità dell’ artista, il cui unico –seppur esclusivo- ruolo quale lead guitar di Luciano Ligabue, col quale collabora dal 1994 col più conosciuto appellativo di Capitan Fede, non sembra più sufficiente a descrivere e ad esprimere la sua multiforme figura artistica che lo ha visto alternare la pluriennale carriera di chitarrista supporter a quella di musicista solista, con
i progetti di cantautorato (iniziati nel 1998 con l’album “Via Zamboni 59) alle due apparizioni cinematografiche; dalla più recente, del settembre 2010, che lo vede impegnato sul set al fianco di Claudio Bisio, Teo Teocoli, Angela Finocchiaro e Lunetta Savino nel film “Bar Sport“, tratto dall’omonimo libro di Stefano Benni e diretto da Massimo Martelli, fino al cameo nella pellicola “Da zero a dieci” diretta dallo stesso Ligabue.

photo © Francesco Prandoni

SCRIVI UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

- Advertisment -
Studio fotografico

più popolari