Segnala un evento
Home Arte Quinta edizione della "WopArt, la Fiera internazionale di Lugano" dedicata alle opere...

Quinta edizione della "WopArt, la Fiera internazionale di Lugano" dedicata alle opere d’arte su carta

WopArt, la Fiera internazionale di Lugano dedicata prevalentemente alle opere d’arte su carta, giunta alla sua V edizione, ha deciso di fare un regalo a tutti gli amanti dell’arte e agli appassionati collezionisti.Il generale apprezzamento del pubblico si sta accompagnando a un ottimo risultato di vendite.
L’edizione digitale si sta rivelando un’esperienza emozionale davvero unica. Un vero e proprio appuntamento imperdibile con oltre 400 opere per tutte le tasche di artisti storici e contemporanei, proposte da 45 gallerie internazionali.
Una decisione che gli organizzatori hanno preso sia per rispondere al successo che la fiera continua a ottenere, sia per consentire a un pubblico più allargato di accedere agli stand virtuali delle migliori gallerie italiane e internazionali nel periodo di lockdown forzato cui si sarà costretti durante le vacanze natalizie e d’inizio d’anno.
I numeri raccontano di oltre 37.000 visite, dal 26 novembre al 15 dicembre, sul sito www.wopart.ch; la quasi totalità degli iscritti hanno visitato in più occasioni la fiera – quasi fino a 30 volte -, con un tempo medio di permanenza attorno ai cinque minuti. Anche le pagine singole di alcune gallerie sono state viste da molti appassionati; tra queste, il record va alla Galleria Massimo De Carlo che ha totalizzato da sola, ben 10.720 accessi.
Ottimo è anche il risultato commerciale. La tipologia della fiera è tale da poter accontentare tutte le classi di collezionismo, con opere che partono dai 600 Euro fino a raggiungere un milione di Euro di valutazione.
Tra le prime vendite si segnala un lavoro di Maurice Estève (€38.000), uno di Francis Picabia (€21.000), uno di Carla Accardi (€17.000), uno di Fernard Léger (€10.000), uno di Salvo (€2.500), mentre molte sono le trattative in corso; tra queste, un’opera di Pablo Picasso (€110.000), una di Piero Dorazio (€140.000), una di Hermann Nitsch (€12.500), una di Hanne Darboven (€12.200).
E’ possibile per gli utenti interessati scrivere direttamente al gallerista, il quale, terminato il periodo di lockdown, potrà anche portare a casa l’opera in visione.
La visita alla “Virtual Fair” in 3D di WopArt (ospitata da Kunstmatrix e sviluppata We Web Company) è gratuita per tutti coloro che si registreranno con una mail sul sito www.wopart.ch.
WopArt 2020 si presenta con un format innovativo, e alcune importanti novità rispetto alle altre fiere on line, come la chat gratuita a disposizione, tutti i giorni, dei visitatori o il servizio di consulenza telefonico per i collezionisti, gestito dal Comitato scientifico.
Il percorso virtuale all’interno dei sei padiglioni della fiera è allietato inoltre da sottofondi musicali appositamente selezionati, come l’Adagietto di Gustav Mahler per la sezione in cui si trovano i disegni di Oskar Kokoschka e Gustav Klimt.
Oltre agli stand delle più prestigiose gallerie italiane, svizzere ed europee, si può ammirare anche una importante mostra dedicata ai capolavori su carta provenienti dalla collezione internazionale di BNP Paribas, Main Sponsor della manifestazione, allestita virtualmente nella BNP Paribas Room.
Anche gli altri due Main Sponsors di WopArt, Eberhard, insieme al prestigioso showroom retail luganese, Mersmann e Swiss Logistic Center sono presenti con delle loro stanze virtuali.
Una di questi l’artista contemporaneo (italiano ma residente a Parigi) Michele Ciacciofera (Nuoro, 1969) con una personale prevista nella nuova sezione “Booming” della Fiera, dedicata alle Gallerie e agli artisti emergenti, è presentata in una Virtual Room con la curatela dello storico dell’arte e critico parigino Ami Barak.

SCRIVI UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

- Advertisment -
Studio fotografico

più popolari

Commenti recenti